Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
18 Gen 2021

Riesplode la violenza in Darfur – Io Non Mi Rassegno #290

Dopo la fine della missione congiunta Onu-Unione africana e l’addio dei caschi blu riprendono gli scontri nella regione del Sudan, con cinquanta morti solo nelle ultime 24 ore. Ricostruiamo i fatti e le origini del conflitto. In Olanda si dimette il premier Mark Rutte per uno scandalo legato a degli assegni familiari voluti indietro erroneamente dal governo nel 2012. Parliamo anche – brevemente – del processo sul Clima a Parigi, dell’arresto di Navalny e dell’uscita della Russia dal trattato sui cieli aperti.

Articoli:

#Darfur
Euronews – Sudan: scontri tribali nel Darfur occidentale fanno almeno 48 morti
Vatican News – Perché l’Onu lascia dopo 13 anni il Darfur

#Paesi Bassi #Mark Rutte
Euronews – Paesi Bassi: si dimette il governo Rutte per scandalo sussidi familiari

#clima #Francia
Rinnovabili.it – Col ‘processo del secolo’, la Francia scrive il futuro della giustizia climatica

#Navalny
il Post – Alexei Navalny è stato arrestato appena atterrato a Mosca

#Russia #Open skies
il Post – Anche la Russia, dopo gli Stati Uniti, si ritirerà dal trattato sui Cieli Aperti

#Usa
il Post – Nei primi 10 giorni di governo Joe Biden vuole far rientrare gli Stati Uniti nell’accordo di Parigi e cancellare il “travel ban”

#Hong Kong
il Post – Internet è ancora libera a Hong Kong?

#terremoto Indonesia
il Post – Il numero di persone morte per il terremoto a Sulawesi, in Indonesia, è salito a 73

#inquinamento
Greenreport – Inquinamento atmosferico in Pianura Padana, ecco quali sono gli impatti sulla salute

#scorie
Wired – Perché la ricerca dell’area dove costruire il deposito nazionale delle scorie nucleari non è partita nel migliore dei modi

#covid
Wired – La pandemia causerà un vero e proprio boom della robotica
il Post – È cominciata la più grande campagna vaccinale del mondo
il Post – La Cina ha costruito in cinque giorni un nuovo ospedale da 1.500 stanze per i malati di COVID-19
il Post – Il Regno Unito ha stabilito nuove regole anti Covid-19 per chi entra nel paese

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace


Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

L’Ue vuole tassare di più le multinazionali? – Io Non Mi Rassegno #318

|

Segui i nostri aggiornamenti quotidiani dal camper di Italia Che Cambia!

|

“Abbiamo comprato una casa e la destineremo a dei rifugiati”

|

L’ENPA contro le Province Autonome: “Basta abbattere i lupi”

|

Outdoor education: le sfide e le conquiste dell’educazione in natura

|

Piero Manzotti: “Questa crisi sia un’opportunità per trasformare l’economia”

|

Non bastano le proroghe, serve uno stop definitivo alle trivelle

|

NATworking: la rete dedicata a chi vuole lavorare in natura