Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia

La mappa dell'Italia che Cambia

Source International

Source International

Source International è un’organizzazione non governativa che lavora con le comunità e associazioni che si occupano di inquinamento ambientale e problemi di salute causati principalmente dalle industrie estrattive.

Source International fornisce un supporto tecnologico e scientifico di alto livello completamente gratuito per le comunità e associazioni con cui lavora, aiutandoli a valutare gli effetti negativi dei progetti della costruzione di miniere, di dighe e di estrazione di petrolio. Armati di prove scientifiche, le associazioni, con il supporto della guida e dei partner di Source Internationa, si impegnano in cause legali e negoziazioni con le grandi società di estrazione di risorse, che danneggiano l’ambiente e la salute dei membri della comunità circostante.

Le associazioni che collaborano con Source International diventano leader attivi nella mobilitazione delle loro comunità, con prove scientifiche chiare contro il degrado causato dal petrolio e dalle compagnie minerarie. Source International ottiene prima prove scientifiche per dimostrare il grado di contaminazione e documenta gli effetti avversi sulla salute che queste industrie generano. Esegue studi di contaminazione ambientale e analisi di laboratorio della popolazione colpita, procedure tecniche normalmente costose e inaccessibili alle comunità. Le comunità si uniscono quindi a Source International per svolgere il proprio monitoraggio e acquisire le prove necessarie dei danni alla salute della comunità. Il modello di Source International aiuta i membri della comunità a prendere le misure di base che verranno poi utilizzate negli studi scientifici.

Fornire questo tipo di prove ha permesso alle associazioni di ottenere cambiamenti significativi nelle politiche pubbliche per regolare i processi delle industrie estrattive. A oggi, Source International ha implementato la sua metodologia in Guatemala, Perù, Honduras, Nicaragua e Argentina. Spera di riprodurlo nelle comunità di tutto il mondo che sono esposte a danni causati da un progetto di estrazione mineraria, estrazione petrolifera o diga, in particolare in Asia e in Africa.

Ashoka Fellow: Flaviano Bianchini

Articoli che parlano di questa realtà

Flaviano Bianchini: un “clandestino” al fianco delle comunità indigene – Io faccio così #267
Flaviano Bianchini: un “clandestino” al fianco delle comunità indigene – Io faccio così #267

Approfondisci

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Contatta la realtà

Indirizzo

Sito

Email

Facebook

Instagram

Youtube

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci