Innovatori sociali che cambiano il mondo: Italia che Cambia premiata da Ashoka!

Si è tenuto ieri a Roma l'evento di presentazione e premiazione dei quattro nuovi fellow italiani. Il nostro Daniel Tarozzi ha raccontato la nascita e la storia del progetto Italia che Cambia ed è stato premiato da Ashoka Italia tra i primi innovatori sociali che si sono distinti per il loro contributo al cambiamento.

daniel-tarozzi-ashoka

Eravamo presenti quasi tutti noi di Italia che Cambia all’evento organizzato ieri a Roma da Ashoka Italia per parlare di imprenditoria e innovazione sociale e, soprattutto, per premiare i quattro nuovi Ashoka Fellow italiani, tra cui il nostro Daniel.

Daniel Tarozzi presenta Italia che Cambia

Daniel Tarozzi presenta Italia che Cambia

 

“Risposte concrete ai problemi sociali – Come gli imprenditori sociali cambiano l’Italia”. Questo il titolo dell’evento aperto da Alessandro Valera, Direttore di Ashoka Italia, che ha parlato del ruolo dell’innovazione sociale in un mondo in costante evoluzione.

 

Al suo intervento ha fatto seguito la presentazione e premiazione dei vincitori under 19 del concorso “Generazione Anticorruzione”, proposto da Ashoka Italia e Riparte il Futuro. Il progetto ha coinvolto i giovani in una riflessione attiva e sistemica sul fenomeno della corruzione in Italia, premiando le loro idee più innovative per contrastarla.

 

“Ashoka crede che sia fondamentale che i giovani inizino a percepirsi come attori del cambiamento fin da subito. Dall’esperienza degli Ashoka Fellow risulta infatti chiaro come chi comincia a percepirsi come agente del cambiamento da giovane, ha molte più possibilità di diventare un professionista di successo o di portare cambiamento nei contesti e nelle istituzioni​​ in​​ cui​​ vive ​​e​​ opera”.

 

Dopo la premiazione dei giovanissimi vincitori del concorso è stato il turno dei quattro nuovi Ashoka Fellow italiani che si sono alternati sul palco presentando i loro progetti.

Massimo Vallati presenta Calciosociale

Massimo Vallati presenta Calciosociale

Il primo a prendere la parola è stato Massimo Vallati che con il suo Calciosociale ha trasformato il campo in una vera e propria palestra di vita dove, insieme al gioco, si educa all’accoglienza, all’uguaglianza, alla giustizia e all’inclusione sociale. “Vogliamo trasformare le regole del calcio tradizionale per cambiare le regole del mondo”, afferma Massimo.

 

Dopo di lui ha preso la parola Eleonora Voltolina, creatrice e direttrice responsabile della Repubblica degli Stagisti, testata online che affronta le tematiche della disoccupazione giovanile e delle condizioni di lavoro ingiuste per i giovani e non solo, garantendo la corretta informazione sul tema ed esercitando, allo stesso tempo, pressione politica.

Eleonora Voltolina presenta la Repubblica degli Stagisti

Eleonora Voltolina presenta la Repubblica degli Stagisti

 

Contro le discriminazioni ed in particolare contro la segregazione abitativa delle comunità rom è impegnata dal 2010 l’Associazione 21 luglio, presentata ieri dal presidente Carlo Stasolla, anche lui tra i nuovi Ashoka Fellow. L’associazione adotta un approccio innovativo che coinvolge diversi attori – dai decisori politici ai giornalisti, dagli accademici ai professionisti – al fine di determinare un cambio di paradigma che miri a smantellare il “sistema campi rom” di cui il nostro Paese è riconosciuto in Europa come il principale responsabile.

 

Carlo Stasolla presenta l'Associazione 21 luglio

Carlo Stasolla presenta l’Associazione 21 luglio

Ultimo a salire sul palco è il nostro Daniel che racconta la nascita e l’evoluzione di Italia che Cambia. Un viaggio, un libro, un documentario, un giornale, una mappa, la Campagna 1%, la Visione 2040, i corsi, i portali territoriali… certo che dal suo primo viaggio in camper ne è stata fatta di strada! E ora eccoci qui, premiati tra i primi innovatori sociali che si sono distinti per il loro contributo al cambiamento.

 

Grazie ad Ashoka Italia per questo riconoscimento, grazie agli altri Ashoka Fellow che stanno rivoluzionando gli ambiti in cui operano, e grazie a tutte le persone che sognano di cambiare in meglio loro stessi, l’Italia ed il mondo… e lo fanno!

 

 

 

 

Articolo riproducibile citando la fonte con link al testo originale pubblicato su Italia che Cambia

Ti è piaciuto questo articolo? Se vuoi sostenere il nostro lavoro e permetterci di dare voce all'Italia che Cambia attivati anche tu, diventa un Agente del Cambiamento.

Leggi anche