6 Nov 2013

Etain Addey, esponente del movimento bioregionale italiano

Scritto da: Daniel Tarozzi

“Non credo sia possibile fare una vita di campagna senza una dimensione del sacro. Non a caso i nativi di […]

“Non credo sia possibile fare una vita di campagna senza una dimensione del sacro. Non a caso i nativi di tutto il mondo hanno sempre avuto una grande spiritualità, così come i contadini storici del posto. Anche loro avevano un senso del sacro quasi innato. Se glielo chiedevi non sapevano spiegartelo, ma poi li sentivi raccontare esperienze di devozione a un vecchio ciliegio!”
Etain Addey

Daniel Tarozzi con Etain Addey Febbraio 2013 "Io faccio così" pag. 206

Daniel Tarozzi con Etain Addey
Febbraio 2013
“Io faccio così” pag. 206

Articoli simili
Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18
Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

Tazze Pazze: «Per noi caffè significa sostenibilità, dalla piantagione alla tazzina» #8
Tazze Pazze: «Per noi caffè significa sostenibilità, dalla piantagione alla tazzina» #8

AIED: consultori, contraccezione ed educazione sessuale ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #17
AIED: consultori, contraccezione ed educazione sessuale ieri, oggi e domani – Amore Che Cambia #17

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza