Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
11 Gen 2014

Sardegna, la grande sfida: un milione di alberi contro frane e alluvioni

Scritto da: Daniel Tarozzi

Nei miei viaggi nell’Italia che Cambia mi è capitato spesso di incontrare realtà sarde all’avanguardia e di poter verificare come questa meravigliosa e […]

Albero del PoetaNei miei viaggi nell’Italia che Cambia mi è capitato spesso di incontrare realtà sarde all’avanguardia e di poter verificare come questa meravigliosa e martoriata regione sia patria o ispirazione di molti precursori di quel cambiamento che in molti vorremmo vedere nel mondo. Oggi vi voglio brevemente segnalare la storia de “La grande sfida: un milione di semi e tantissimi alberi da piantare”. L’iniziativa è proposta dall’Associazione “L’uomo che pianta gli alberi, guidata – a discapito del nome – da una donna determinata e agguerrita: Anna Cadoni. Si legge nell’appello promosso dall’associazione: “Ora più che mai ilterritorio della Sardegna è devastato, prima con gli incendi ed ora con l’alluvione, non per fatalità, ma per colpa dell’ignoranza umana. La grande sfida è un grande progetto che si svolgerà in Sardegna, e in tutto il territorio italiano. Per poter vincere la sfida chiediamo a tutti di aderire, piantando alberi, interrando semi, preparando palline d’argilla, ognuno nel proprio territorio erealtà lavorative (scuole, associazioni, amministrazioni pubbliche); pertanto invitiamo  tutti coloro che vogliono aderire rinverdendo la nostra Terra, a prendere contatti con la nostra associazione, per avere chiarimenti, consigli ed essere inseriti in un registro, dove terremmo aggiornato il totale del numero delle piante, delle palline di argilla e dei semi interrati. Per le scuole che aderiranno al progetto l’associazione mette a disposizione argilla e semi”. […] Continua a leggere sul FattoQuotidiano.it

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Sgomberato il Cinema Palazzo! – Io Non Mi Rassegno #262

|

Il sogno di due giovani del Casentino diventa esempio virtuoso per le acquacolture nel mondo

|

L’aranceto di La Spezia che valorizza una tradizione dimenticata

|

Il Piemonte propone una tassa ai colossi del web per aiutare le piccole attività

|

I soldi danno la felicità

|

I ripopolanti della Val Taverone danno vita a una nuova comunità nella natura

|

Felcerossa, la casa di paglia dove si sperimenta il vivere sostenibile in autosufficienza – Io faccio così #308

|

Come potrebbero diventare l’Italia e il mondo dopo la pandemia?