25 Mar 2014

Matera

“Matera deriva da mater, madre, e non è un caso. Il fiume che divide la parte abitata oggi da quella […]

“Matera deriva da mater, madre, e non è un caso. Il fiume che divide la parte abitata oggi da quella ‘abbandonata’, infatti, crea una spaccatura che ricorda una vulva. Matera è una città che sta nella spaccatura della terra. Non è in alto, ma in basso. La madre, però, come insegnano gli indiani, ti dà la vita e la morte. Perché quando nasci devi morire. Questo si nota moltissimo qui: nessuno se ne vuole andare. Resta ‘acchiappato’, c’è qualcosa di viscerale, ancestrale. Per questo Matera è bellissima e mortifera” (Roberto Trani)

8582198677_172fd9c52c_h

Matera, 22 marzo 2013, da “Io faccio così” pag. 291

Basilicata -

Articoli simili
Il Piemonte sta cambiando. E voi? Pronti a partecipare?
Il Piemonte sta cambiando. E voi? Pronti a partecipare?

Come stiamo vivendo con il Covid? Raccontiamolo con un’immagine
Come stiamo vivendo con il Covid? Raccontiamolo con un’immagine

Roma Città Mondo. Al via la Festa teatrale dell'intercultura

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Aumento delle bollette 2021: cosa c’è dietro ai rincari dei prezzi di gas ed energia?

|

Cosa possiamo aspettarci dalla COP26 sul clima?

|

Perché scendere in piazza per il clima? Anche il Piemonte sciopera con Fridays for Future

|

Fridays for Future e il Parco di Portofino: “Il Ministero non cancelli il nostro futuro”

|

Cambiamenti climatici: inizia un autunno molto caldo

|

Dall’arte alla psicologia, l’impegno di Paolo Valerio per il mondo transgender – Amore Che Cambia #25

|

I detenuti scrivono una lettera aperta ai cittadini: “Investite su di noi”