26 Set 2016

Memorial Stefano Cucchi: corrono anche gli orti urbani

Domenica 2 ottobre si terrà a Roma il Secondo Memorial Stefano Cucchi, una corsa per dire no alla tortura e agli abusi di potere, in favore dei diritti dei più deboli. Anche gli orti urbani della Garbatella hanno aderito ufficialmente. Ecco il loro comunicato.

Per il secondo anno si terrà al Parco degli Acquedotti di Roma il Memorial Stefano Cucchi, una iniziativa fortemente voluta da Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, allo scopo di combattere contro la tortura e l’abuso di potere, in favore dei diritti. La novità dell’edizione di quest’anno, prevista per domenica 2 ottobre, è la partecipazione degli Orti Urbani Garbatella, che hanno deciso di aderire ufficialmente all’iniziativa, promossa con l’hashtag #IoCorroConStefanoETu.

 

stefano

Gli Orti Urbani Garbatella corrono con Stefano per una città più giusta.
Corrono con Stefano insieme alla società civile che a Roma sceglie quotidianamente di partecipare, con impegno e consapevolezza alla realizzazione di una città diversa che rifiuta la violenza, che costruisce percorsi di partecipazione, di inclusione, di rispetto reciproco.
Corrono con Stefano contro l’idea di uno Stato ostile, ancora oggi incapace di assumere una posizione contro il reato vergognoso di tortura.
Corrono con Stefano per produrre anticorpi contro il degrado, la disgregazione e la solitudine.
Corrono con Stefano per una città in cui giustizia, diritti e partecipazione non siano solo parole vuote, ma azioni quotidiane.

 

In occasione del Memorial Stefano Cucchi, Ilaria ha lanciato anche una petizione per chiedere che l’Italia approvi una legge contro la tortura entro la fine del 2016. Domenica verranno allestiti diversi gazebo a comporre una “Piazza dei Diritti”, dove si potranno conoscere le attività in campo per combattere i soprusi, tutelare a livello nazionale e internazionale le persone contrattualmente più deboli di fronte alle autorità, attivare percorsi di tutela e promozione dei diritti.

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Viaggio nel carcere sardo tra innocenti in cella per 30 anni e diritti sospesi
Viaggio nel carcere sardo tra innocenti in cella per 30 anni e diritti sospesi

Beni confiscati fermi e silenzio delle istituzioni. Il caso del Laboratorio Radici

Addiopizzo: in dieci anni la mafia è cambiata, ma anche la consapevolezza della gente – Dove eravamo rimasti #26
Addiopizzo: in dieci anni la mafia è cambiata, ma anche la consapevolezza della gente – Dove eravamo rimasti #26

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Elezioni regionali 2024: andiamo a votare! – INMR #19

|

Siccità in Sicilia, la regione in zona rossa per carenza d’acqua

|

Io non sto bene: viaggio interiore dal malessere alla salute

|

Officina Naturae: acquistare detergenti e cosmetici etici ed ecologici è possibile – Io Faccio Così #399

|

Alla ricerca del Vello d’Oro, un viaggio di 3400 chilometri per unire mito e realtà

|

Tra mutualismo e condivisione il Pink Coworking combatte il gender gap nel mondo del lavoro

|

Proteste sotto la sede RAI a Cagliari: “Il silenzio sul massacro in Palestina è un puro atto di censura”

|

Auschwitz e Gaza: che cos’è l’essere umano?

string(9) "nazionale"