23 Mar 2017

Fuoriclasse, un film sulla scuola fantastica ma possibile

Scritto da: Elena Risi

Bambini che intervistano gli anziani del paese per studiarne le abitudini, che parlano di politica con gli adulti o che si prendono cura degli animali per imparare cos'è la responsabilità. Sono alcune delle storie fantastiche ma possibili raccontate dal film-documentario "Fuoriclasse".

Sono sei le esperienze educative raccontate nel film-documentario Fuoriclasse – La scuola possibile, di Michele Aiello e Stefano Collizzolli, distribuito da Zalab nel 2016. Si racconta di esperienze in una scuola (primaria) fantastica ma possibile, dal nord al sud dell’Italia. Tutto ha inizio a Roma con l’esperienza di Radio Freccia Azzurra, un’emittente in FM gestita dai bambini romani di una scuola del quartiere di Montecucco. Da qui, attraverso la loro radio, i piccoli protagonisti incontrano e intervistano i loro coetanei in tutta Italia che stanno vivendo esperienze “fuoriclasse” altrettanto ricche di stimoli.

fuoriclasse1Si passa per la scuola “Arcobaleno” di Padova, che si riappropria dell’Antigone di Sofocle elaborando attività nella piazza principale della città e interloquendo con gli adulti su temi come il tradimento, la politica, la libertà personale e il libero arbitrio. A Ronta, un comune tra i boschi dell’Appennino Toscano, le classi sono state chiamate a confrontarsi su un tema più che mai attuale oggi: “chi è il lupo cattivo?”, e hanno accompagnato il percorso di conoscenza con escursioni nel bosco e una notte al rifugio.

[av_button_big label=’CAMBIA LA TUA SCUOLA! PARTECIPA ALLA CAMPAGNA!’ description_pos=’below’ link=’manually,https://www.italiachecambia.org/cambia-la-tua-scuola/’ link_target=’_blank’ icon_select=’no’ icon=’ue800′ font=’entypo-fontello’ custom_font=’#ffffff’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ color_hover=’theme-color-subtle’ custom_bg_hover=’#444444′][/av_button_big]

In Lucania i bambini della “Padre Pio” di Craco Peschiera hanno intervistato gli anziani del  paese per imparare a conoscere le abitudini di vita nell’antico paese di Craco, un bellissimo borgo tra i calanchi della Basilicata evacuato negli anni sessanta in seguito a una frana. E ancora, nel Rione Ascarelli di Napoli si è cercato di indagare il concetto di libertà ospitando un cavallo gigante di cartapesta tra i corridoi della scuola e, infine, a Rho i bambini si sono presi cura delle asine dell’Associazione Passi e Crinali ospitando gli animali nel cortile della loro scuola.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

 

Anche dopo la realizzazione del film molti di questi laboratori sono continuati e la radio bambina, Radio Freccia Azzurra, continua tutt’oggi a trasmettere in FM grazie anche alla collaborazione con il Circolo Gianni Rodari.

fuoriclasse3

Come ha spiegato Martina Greco, responsabile comunicazione di Zalab, il senso del film, oltre quello di raccontare esperienze positive e ben riuscite, è dimostrare che anche con pochissime risorse si può fare lezione in maniera creativa, coinvolgendo i bambini in prima persona e chiedendo loro di mettersi in gioco attraverso l’espressione fantasiosa del proprio punto di vista.

 

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
In arrivo “Il sentiero della gioia”, il nuovo lavoro di Thomas Torelli
In arrivo “Il sentiero della gioia”, il nuovo lavoro di Thomas Torelli

Torna a scuola il maestro sospeso perché portava i bambini sugli alberi
Torna a scuola il maestro sospeso perché portava i bambini sugli alberi

Cresce l’Albero della Tuscia, la comunità educante libertaria del Lamone
Cresce l’Albero della Tuscia, la comunità educante libertaria del Lamone

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Le “follie” del Centro America, fra criptovalute e nuove dittature – Io Non Mi Rassegno #386

|

Italia a piccoli passi: due mamme in viaggio per raccontare il Bel Paese

|

Etichetta Consapevole: voi sapete come leggerla?

|

La storia di Lorenza: “Così la ceramica mi ha insegnato a vivere la vita con lentezza”

|

Asili nel bosco, una “foresta di relazioni” per un futuro migliore

|

Humus Job, la rete di aziende etiche per un’agricoltura consapevole – Io faccio così #328

|

Ricominciamo 2021: il Casentino riparte all’insegna di arte, musica e natura

|

Impariamo dagli animali a stare bene con noi stessi e con gli altri