23 Mar 2017

Fuoriclasse, un film sulla scuola fantastica ma possibile

Scritto da: Elena Risi

Bambini che intervistano gli anziani del paese per studiarne le abitudini, che parlano di politica con gli adulti o che si prendono cura degli animali per imparare cos'è la responsabilità. Sono alcune delle storie fantastiche ma possibili raccontate dal film-documentario "Fuoriclasse".

Sono sei le esperienze educative raccontate nel film-documentario Fuoriclasse – La scuola possibile, di Michele Aiello e Stefano Collizzolli, distribuito da Zalab nel 2016. Si racconta di esperienze in una scuola (primaria) fantastica ma possibile, dal nord al sud dell’Italia. Tutto ha inizio a Roma con l’esperienza di Radio Freccia Azzurra, un’emittente in FM gestita dai bambini romani di una scuola del quartiere di Montecucco. Da qui, attraverso la loro radio, i piccoli protagonisti incontrano e intervistano i loro coetanei in tutta Italia che stanno vivendo esperienze “fuoriclasse” altrettanto ricche di stimoli.

fuoriclasse1Si passa per la scuola “Arcobaleno” di Padova, che si riappropria dell’Antigone di Sofocle elaborando attività nella piazza principale della città e interloquendo con gli adulti su temi come il tradimento, la politica, la libertà personale e il libero arbitrio. A Ronta, un comune tra i boschi dell’Appennino Toscano, le classi sono state chiamate a confrontarsi su un tema più che mai attuale oggi: “chi è il lupo cattivo?”, e hanno accompagnato il percorso di conoscenza con escursioni nel bosco e una notte al rifugio.

[av_button_big label=’CAMBIA LA TUA SCUOLA! PARTECIPA ALLA CAMPAGNA!’ description_pos=’below’ link=’manually,https://www.italiachecambia.org/cambia-la-tua-scuola/’ link_target=’_blank’ icon_select=’no’ icon=’ue800′ font=’entypo-fontello’ custom_font=’#ffffff’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ color_hover=’theme-color-subtle’ custom_bg_hover=’#444444′][/av_button_big]

In Lucania i bambini della “Padre Pio” di Craco Peschiera hanno intervistato gli anziani del  paese per imparare a conoscere le abitudini di vita nell’antico paese di Craco, un bellissimo borgo tra i calanchi della Basilicata evacuato negli anni sessanta in seguito a una frana. E ancora, nel Rione Ascarelli di Napoli si è cercato di indagare il concetto di libertà ospitando un cavallo gigante di cartapesta tra i corridoi della scuola e, infine, a Rho i bambini si sono presi cura delle asine dell’Associazione Passi e Crinali ospitando gli animali nel cortile della loro scuola.

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

 

Anche dopo la realizzazione del film molti di questi laboratori sono continuati e la radio bambina, Radio Freccia Azzurra, continua tutt’oggi a trasmettere in FM grazie anche alla collaborazione con il Circolo Gianni Rodari.

fuoriclasse3

Come ha spiegato Martina Greco, responsabile comunicazione di Zalab, il senso del film, oltre quello di raccontare esperienze positive e ben riuscite, è dimostrare che anche con pochissime risorse si può fare lezione in maniera creativa, coinvolgendo i bambini in prima persona e chiedendo loro di mettersi in gioco attraverso l’espressione fantasiosa del proprio punto di vista.

 

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Un parco giochi diffuso può valorizzare i centri storici? In val Borbera sì, è GioCabella!
Un parco giochi diffuso può valorizzare i centri storici? In val Borbera sì, è GioCabella!

Tre donne prendono in gestione il parco Barontini e lo trasformano in uno spazio di socialità
Tre donne prendono in gestione il parco Barontini e lo trasformano in uno spazio di socialità

Alla Piccola Ghianda Magica si gioca e si impara immersi in un bosco di tigli
Alla Piccola Ghianda Magica si gioca e si impara immersi in un bosco di tigli

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Cosa succedeva nel 2012? Dieci cose che sono cambiate (in meglio) negli ultimi dieci anni

|

Da psicologa a Torino a operatrice olistica in val di Vara: la storia di Fulvia

|

Incendi dolosi per spendere poco e fare in fretta: gli speculatori fanno strage di ulivi del Salento

|

Nasce la Scuola Nazionale di Pastorizia per un rilancio delle aree interne e montane

|

Vi spieghiamo la filosofia di NaturaSì, dalla biodinamica al giusto prezzo per i contadini – Io Faccio Così #341

|

Parti con noi alla scoperta della Palermo che Cambia

|

Acqua bene comune, pubblico e sicuro: è ora di agire, prima che sia troppo tardi