Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia

La mappa dell'Italia che Cambia

Movimento per la Decrescita Felice

Rete Movimento per la Decrescita Felice

Il Movimento per la Decrescita Felice (MDF) è stato fondato il 15 dicembre 2007 dopo un anno di confronti e discussioni tra le persone e i gruppi che si riconoscevano nella teoria delineata nel libro “La decrescita felice”, pubblicato nel 2005 da Maurizio Pallante, saggista ed esperto di riduzioni degli spechi, ed è oggi presieduto da due presidenti: Lucia Cuffaro e Michel Cardito.

Si struttura in circoli territoriali diffusi sul territorio nazionale che operano localmente su base volontaria con l’intento di avvicinare le persone alle idee e pratiche della decrescita attraverso formazione interna ed eventi di sensibilizzazione (seminari, laboratori presentazione libri, eco-feste, convegni, collaborazioni con altre realtà).

Ciò che contraddistingue questo movimento è un approccio “pragmatico” al tema della decrescita, ovvero il voler cercare di essere parte della risposta alla domanda che sorge subito dopo aver letto un qualsivoglia libro sulla decrescita:

”Bello in teoria, ma io, nel mio piccolo, che posso fare?”
Da soli si può far poco, insieme le cose cambiano.

MDF vorrebbe quindi essere una sorta di catalizzatore in grado non solo di diffondere un pensiero, ma di fornire la possibilità a chi vi si riconosce di incontrarsi, di discuterne, di elaborarlo insieme, e soprattutto di metterlo in pratica, qui e ora!

Il movimento ha una casa editrice (Edizioni della decrescita felice) e ha costituito l’Università del saper fare per valorizzare il recupero delle conoscenze e delle pratiche necessarie all’autoproduzione di beni. Ha avviato una mappatura di esercizi commerciali, in particolare nel settore alimentare, della ristorazione e dell’ospitalità, nel progetto denominato “I locali della decrescita felice”. Organizza confronti con aziende e professionisti che producono, commercializzano e installano tecnologie che aumentano l’efficienza nell’uso delle risorse, riducono l’impatto ambientale e recuperano i materiali contenuti negli oggetti dismessi, con l’obiettivo di promuovere un’economia parallela in grado di creare occupazione in attività che riducono l’impronta ecologica.

I nodi della rete

Associazione GAS Savona

Approfondisci
Giordano Mancini
Giordano Mancini

Approfondisci
Maurizio Pallante
Maurizio Pallante

Approfondisci
Jean Aillon
Jean Aillon

Approfondisci
Gruppo MDF Ginosa

Approfondisci
Gruppo MDF Campobasso

Approfondisci
Gruppo MDF Alba

Approfondisci
Circolo MDF Verona
Circolo MDF Verona

Approfondisci
Circolo MDF Venezia
Circolo MDF Venezia

Approfondisci
Circolo MDF Torino

Approfondisci
Circolo MDF Sorrento

Approfondisci
Circolo MDF Roma

Approfondisci
Circolo MDF Parma

Approfondisci
Circolo MDF Padova
Circolo MDF Padova

Approfondisci
Circolo MDF Milano

Approfondisci
Circolo MDF Livenza-Tagliamento
Circolo MDF Livenza-Tagliamento

Approfondisci
Circolo MDF Firenze

Approfondisci
Circolo MDF Cuneo

Approfondisci
Circolo MDF Como

Approfondisci
Circolo MDF Brianza Lecchese

Approfondisci
Circolo MDF Bari

Approfondisci
Associazione Qedora
Associazione Qedora

Approfondisci

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Contatta la realtà

Indirizzo

Sito

Email

Facebook

Youtube

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci