13 Feb 2015

Terreni agricoli ai giovani: la Regione Puglia pubblica l'elenco

Scritto da: Matteo Marini

Finalmente ce l’hanno fatta. La Puglia ha il suo elenco di terreni da affidare ai giovani agricoltori della propria regione. […]

Finalmente ce l’hanno fatta. La Puglia ha il suo elenco di terreni da affidare ai giovani agricoltori della propria regione.

 

Ad annunciare il raggiungimento del traguardo l’assessore al Bilancio, Leo di Gioia, il quale – con l’aiuto del servizio Demanio e patrimonio – ha reso pubblico l’elenco dei terreni agricoli (o a vocazione agricola) che, da proprietà esclusive della regione, diventano disponibili per un affidamento in concessione ad agricoltori giovani, in singolo o associati come una cooperativa.

 

1407856886603

Sul sito della Regione, nella sezione Demanio e patrimonio, è possibile vedere dove siano localizzati questi terreni e scaricare i documenti necessari per presentare la domanda.

 

“Il governo regionale – dichiara l’assessore Di Gioia – infatti, nell’ottica di garantire un efficace coordinamento delle politiche di sviluppo territoriale con quelle rivolte al contenimento del consumo di suolo agricolo, ha dettato, con la legge numero 26, disposizioni volte a favorire l’accesso dei giovani all’agricoltura e, così, contrastare l’abbandono dei suoli. Le misure previste, nel tentativo di offrire concrete occasioni occupazionali, mirano a disincentivare l’abbandono delle coltivazioni, a sostenere il recupero produttivo, a favorire il ricambio generazionale in agricoltura e lo sviluppo dell’imprenditorialità agricola giovanile”.

 

“In questa prospettiva – continua l’assessore – è previsto che ogni anno gli assessorati regionali al demanio e patrimonio e alle risorse agroalimentari individuino, nell’ambito dei beni immobili, i terreni agricoli di proprietà regionale idonei ad esser concessi e che, contenuti in un apposito elenco visionabile sul portale regionale, saranno assegnati ai giovani”.

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Ricominciare con i piedi per terra: la storia di due amiche e della loro Zollamania
Ricominciare con i piedi per terra: la storia di due amiche e della loro Zollamania

Orto Bio: a Catania in un terreno privato nasce un orto condiviso
Orto Bio: a Catania in un terreno privato nasce un orto condiviso

Produrre cibo sano e biologico attorno a una comunità: l’esempio virtuoso della CSA del chierese
Produrre cibo sano e biologico attorno a una comunità: l’esempio virtuoso della CSA del chierese

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

L’Intelligenza artificiale è fra noi – #634

|

Dal porto di Genova stanno transitando sempre più armamenti: cosa sta succedendo?

|

Una Talent House per coltivare il capitale umano e riscrivere la narrazione delle aree interne – Io Faccio Così #349

|

Coca-Cola è la regina dei rifiuti plastici: cosa fare per fermare le multinazionali inquinanti?

|

Cosa porta sofferenza e cosa porta felicità? Alcune riflessioni sulla ricerca spirituale

|

Tra falafel e cultura, a Palermo Fateh Hamdan si batte per la Palestina e i diritti civili

|

RECUP Roma: “Ridiamo un valore sociale a quel cibo che ha perso valore economico”

|

Il Gridas e il “modello Scampia”: unire le forze per far rinascere le periferie – Dove eravamo rimasti #6