13 Feb 2015

Terreni agricoli ai giovani: la Regione Puglia pubblica l'elenco

Scritto da: Matteo Marini

Finalmente ce l’hanno fatta. La Puglia ha il suo elenco di terreni da affidare ai giovani agricoltori della propria regione. […]

Finalmente ce l’hanno fatta. La Puglia ha il suo elenco di terreni da affidare ai giovani agricoltori della propria regione.

 

Ad annunciare il raggiungimento del traguardo l’assessore al Bilancio, Leo di Gioia, il quale – con l’aiuto del servizio Demanio e patrimonio – ha reso pubblico l’elenco dei terreni agricoli (o a vocazione agricola) che, da proprietà esclusive della regione, diventano disponibili per un affidamento in concessione ad agricoltori giovani, in singolo o associati come una cooperativa.

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

1407856886603

Sul sito della Regione, nella sezione Demanio e patrimonio, è possibile vedere dove siano localizzati questi terreni e scaricare i documenti necessari per presentare la domanda.

 

“Il governo regionale – dichiara l’assessore Di Gioia – infatti, nell’ottica di garantire un efficace coordinamento delle politiche di sviluppo territoriale con quelle rivolte al contenimento del consumo di suolo agricolo, ha dettato, con la legge numero 26, disposizioni volte a favorire l’accesso dei giovani all’agricoltura e, così, contrastare l’abbandono dei suoli. Le misure previste, nel tentativo di offrire concrete occasioni occupazionali, mirano a disincentivare l’abbandono delle coltivazioni, a sostenere il recupero produttivo, a favorire il ricambio generazionale in agricoltura e lo sviluppo dell’imprenditorialità agricola giovanile”.

 

“In questa prospettiva – continua l’assessore – è previsto che ogni anno gli assessorati regionali al demanio e patrimonio e alle risorse agroalimentari individuino, nell’ambito dei beni immobili, i terreni agricoli di proprietà regionale idonei ad esser concessi e che, contenuti in un apposito elenco visionabile sul portale regionale, saranno assegnati ai giovani”.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'agricoltura in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Due sorelle coltivano la lavanda tramandando l’antico mestiere della valle
Due sorelle coltivano la lavanda tramandando l’antico mestiere della valle

Politica agricola europea: i cittadini chiedono una riforma profonda

Baldaiassa: la nuova vita di Massimiliano dedicata alla nocciola
Baldaiassa: la nuova vita di Massimiliano dedicata alla nocciola

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Le “relazioni pericolose” di Cingolani – Io Non Mi Rassegno #525

|

“La tempesta Vaia ci ha lacerato, ma ci ha anche spinto a fare qualcosa per il nostro Pianeta”

|

MedReAct: “Ecco come difendiamo il Mediterraneo dalla pesca intensiva e dai cambiamenti climatici”

|

Combustibili fossili: censura mediatica e repressione colpiscono Italia Che Cambia e Fridays For Future

|

La finanza etica può contrastare l’economia di guerra? Secondo Anna Fasano sì. Ecco come…

|

Stavolta tocca a noi. Emerging Communities sbarca a Mantova per scoprire Italia che Cambia

|

Dalle multinazionali alla terra, il ritorno di Nella De Vita in Calabria – Io Faccio Così #354

|

Vivere in barca vela con tre figli e un cane. Insieme nel bene e nel mare