Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
3 Mag 2016

Tre buoni motivi per fermare il TTIP

Dopo le ultime rivelazioni di Greenpeace, ecco in un video le ragioni per cui è importante scendere in piazza sabato 7 maggio per dire no al Ttip, il trattato transatlantico di libero scambio fra Ue e Stati Uniti

Sabato 7 maggio a Roma migliaia di persone scenderanno in piazza per fermare il TTIP, il segretissimo trattato transatlantico di libero scambio fra Ue e Stati Uniti che, stando alle ultime rivelazioni di Greenpeace Olanda, rischia di mettere a repentaglio la salute di milioni di cittadini (soprattutto europei). Ma l’aspetto della salubrità del cibo è solo uno dei tanti motivi per cui è giusto e conveniente opporsi al trattato. Ecco, nel video qua sotto, tre valide ragioni per scendere in piazza sabato a Roma.

 

 

Aderisci alla campagna di Greenpeace e firma l’iniziativa dei cittadini europei per fermare il TTIP.

 

La manifestazione di sabato 7 maggio si svolge a Roma: ritrovo h. 14.00 piazza della Repubblica.

 

#IoNonMiRassegno 17/1/2020

|

Gli allenatori di Laureus: “Lo sport educa alla passione”

|

Tamera, l’ecovillaggio in Portogallo che sperimenta una Terra Nova

|

Assicurazione etica: la proposta di CAES rivolta agli under 35

|

La Scuola italiana di Arte del Processo e Democrazia Profonda

|

Borgopo’: “Così ho fatto rinascere la libreria che amavo da bambina”

|

La Vita al Centro, la scuola parentale immersa nel verde – Io faccio così #275

|

Womanboss Academy: quattro storie di fioritura

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l'editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.