Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
24 Giu 2016

A scuola arriva l'Ora delle Idee

Scritto da: Elena Risi

Un'ora a settimana, per tutto l'anno, in cui i ragazzi possono discutere dei propri desideri e confrontarsi su progetti presenti e futuri. In una scuola media di Ostia il professore e vicepreside Vito Giannini ha introdotto nell'orario scolastico una materia particolare: l'Ora delle Idee.

Italiano, matematica, geografia e…idee. Nell’Istituto Paritario Vincenzo Pallotti – una struttura di Ostia comprensiva di scuole medie e liceo scientifico – il professore e vicepreside Vito Giannini ha proposto e attuato l’inserimento dell’Ora delle Idee.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

ATTIVATI

Si tratta di un momento in cui i ragazzi hanno l’opportunità di discutere tra loro dei propri desideri e delle aspettative, di progetti presenti e futuri. “Ci tengo che i miei alunni abbiano un loro spazio di confronto”, confida il professore, “durante il quale possano avere l’opportunità di provare a pensare come concretizzare i propri progetti”.

 

o-CLASSROOM-HANDS-facebook

L’Ora delle Idee è stata introdotta a marzo nelle classi della scuola media, ma si sta lavorando per inserirla dall’anno prossimo anche nell’orario scolastico dei ragazzi del liceo scientifico. Da questo primo esperimento ne è già nato un libro di fiabe che raccoglie tutte le idee nate fino ad ora, ogni favola è costruita su un sentimento diverso.

 

L’Ora delle Idee ha una struttura laboratoriale, i ragazzi vengono divisi in piccoli gruppi per lavorare su una serie di spunti lanciati dal professore. Gli argomenti proposti non riguardano solo la didattica del professor Giannini – la letteratura – ma anche l’economia, la scienza, la tecnologia.

 

“Per me è importante che i ragazzi imparino il valore della cooperazione tra loro, che si confrontino e imparino a vedere il mondo da diverse angolature”, spiega Vito Giannini. Tra le idee proposte dai ragazzi, anche una riguardante la didattica: imparare storia travestiti come i personaggi del passato. “I ragazzi si sono ritrovati in classe con Carlo Magno e Napoleone” scherza il professor Giannini, “non hanno mai imparato storia così bene!”.

 

L’impostazione educativa a cui si ispira Vito Giannini, consulente relazionale oltre che insegnante, è quella della Pedagogia per il Terzo Millennio (PTM). Si tratta di un metodo pedagogico sviluppato da Patrizio Paoletti che mira soprattutto all’incremento delle capacità relazionali, progettuali e operative per imparare a conoscere se stessi acquistando consapevolezza della propria identità e del proprio peso specifico in un mondo che cambia sempre più velocemente.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Si fa presto a dire “buone vacanze”! – Io Non Mi Rassegno #197

|

La parola “bellezza” è la sintesi perfetta del viaggio nella Sicilia che Cambia

|

Quo Vado? Un percorso per giovani alla ricerca della propria rotta nel mondo

|

“I parchi naturali possono salvarci dalla crisi ecologica ed economica”

|

L’ecovillaggio Torri Superiore, il cantiere del vivere sostenibile che ha fatto la storia – Io faccio così #295

|

Elena e Sara: la rivoluzione degli abiti usati per “riformare” il sistema moda

|

Il cammino delle panchine invita le persone a sostare su ciò che è importante

|

A Palermo i ragazzi del carcere minorile ripartono dai biscotti