24 Giu 2016

A scuola arriva l'Ora delle Idee

Scritto da: Elena Risi

Un'ora a settimana, per tutto l'anno, in cui i ragazzi possono discutere dei propri desideri e confrontarsi su progetti presenti e futuri. In una scuola media di Ostia il professore e vicepreside Vito Giannini ha introdotto nell'orario scolastico una materia particolare: l'Ora delle Idee.

Italiano, matematica, geografia e…idee. Nell’Istituto Paritario Vincenzo Pallotti – una struttura di Ostia comprensiva di scuole medie e liceo scientifico – il professore e vicepreside Vito Giannini ha proposto e attuato l’inserimento dell’Ora delle Idee.

 

Si tratta di un momento in cui i ragazzi hanno l’opportunità di discutere tra loro dei propri desideri e delle aspettative, di progetti presenti e futuri. “Ci tengo che i miei alunni abbiano un loro spazio di confronto”, confida il professore, “durante il quale possano avere l’opportunità di provare a pensare come concretizzare i propri progetti”.

 

o-CLASSROOM-HANDS-facebook

L’Ora delle Idee è stata introdotta a marzo nelle classi della scuola media, ma si sta lavorando per inserirla dall’anno prossimo anche nell’orario scolastico dei ragazzi del liceo scientifico. Da questo primo esperimento ne è già nato un libro di fiabe che raccoglie tutte le idee nate fino ad ora, ogni favola è costruita su un sentimento diverso.

 

L’Ora delle Idee ha una struttura laboratoriale, i ragazzi vengono divisi in piccoli gruppi per lavorare su una serie di spunti lanciati dal professore. Gli argomenti proposti non riguardano solo la didattica del professor Giannini – la letteratura – ma anche l’economia, la scienza, la tecnologia.

 

“Per me è importante che i ragazzi imparino il valore della cooperazione tra loro, che si confrontino e imparino a vedere il mondo da diverse angolature”, spiega Vito Giannini. Tra le idee proposte dai ragazzi, anche una riguardante la didattica: imparare storia travestiti come i personaggi del passato. “I ragazzi si sono ritrovati in classe con Carlo Magno e Napoleone” scherza il professor Giannini, “non hanno mai imparato storia così bene!”.

 

L’impostazione educativa a cui si ispira Vito Giannini, consulente relazionale oltre che insegnante, è quella della Pedagogia per il Terzo Millennio (PTM). Si tratta di un metodo pedagogico sviluppato da Patrizio Paoletti che mira soprattutto all’incremento delle capacità relazionali, progettuali e operative per imparare a conoscere se stessi acquistando consapevolezza della propria identità e del proprio peso specifico in un mondo che cambia sempre più velocemente.

 

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Orto Condiviso Vesuviano, dove si crea comunità e si recuperano antiche colture
Orto Condiviso Vesuviano, dove si crea comunità e si recuperano antiche colture

Da consulente legale a Milano a cooperante nella campagna congolese
Da consulente legale a Milano a cooperante nella campagna congolese

Bimbisvegli: uno sciopero della fame per salvare l’outdoor education nella scuola pubblica
Bimbisvegli: uno sciopero della fame per salvare l’outdoor education nella scuola pubblica

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Abusi edilizi: ecco cosa sta succedendo in Sicilia

|

Giufà come Godot: gli attori scendono dal palco e diventano attivisti

|

Orsigna Arum Festival: ritroviamoci nel bosco per rigenerare noi stessi e gli altri

|

Fra agroecologia e abitare sostenibile prosegue il percorso di Seminare Comunità

|

Utopie minimaliste: solo la consapevolezza può salvare il mondo dal collasso

|

Dal Giglio elle Eolie, buone pratiche e criticità delle isole minori italiane

|

Canapa industriale: perché in Italia siamo così indietro?