31 Gen 2017

A Viterbo una fattoria per crescere e imparare giocando

Scritto da: Laura Pavesi

Una fattoria, un orto, uno spazio di condivisione per le famiglie ed un luogo dove i bambini, a diretto contatto con la natura, imparano a conoscere e amare gli animali giocando. Sorge appena fuori dalle mura di Viterbo una struttura che organizza tutto l'anno numerose attività ludiche e didattiche.

A Viterbo, appena fuori dalle mura cittadine, c’è una fattoria a misura di bambino, dove i piccoli imparano a conoscere e ad amare la natura e gli animali e a familiarizzare con concetti quali il rispetto di sé e degli altri, la pace, la condivisione e l’autostima. La struttura, che sorge tra le pendici del monte Palanzana e la Riserva Naturale Regionale “La Valle dell’Arcionello”, è gestita dall’Associazione “La Giostra Ecologica”. Qui non ci sono imposizioni: il progetto è fondato sul contatto con la natura, la libertà d’espressione, la creatività e l’apprendimento ludico e i bambini sono liberi di giocare, esprimersi, arrampicarsi sugli alberi e… sporcarsi.

 

Giostra1 (1)

La fattoria è adibita a maneggio per i pony, che i bambini possono cavalcare in tutta sicurezza, e ospita numerosi animali da cortile – anatre, papere, oche, pavoni, pecore, caprette, ecc. Ci sono anche uno spazio all’aperto con giochi, uno spazio coperto e di condivisione attrezzato per le mamme con bambini molto piccoli, da 0 mesi a 3 anni, e un orto didattico dove i piccoli sperimentando forme, colori, sapori e odori che diventano veicoli per il loro sviluppo cognitivo, emotivo e sociale.

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

 

L’Associazione, senza scopo di lucro, si avvale della collaborazione di figure professionali sia nel settore educativo sia nel settore della cura degli animali, e organizza numerose attività, tra le quali percorsi didattici per le scuole dell’infanzia, laboratori naturali e ludico-ricreativi, corsi di avvicinamento al cavallo, doposcuola in fattoria, giornate per le famiglie.

 

Ma il progetto principale è “Conoscere la Natura Giocavalcando”, ideato per favorire il contatto dei bambini con i pony. I bambini mostrano sempre grande interesse e curiosità per gli animali e la vita all’aria aperta e l’interazione con un pony li stimola a sviluppare un atteggiamento positivo non solo verso gli animali stessi, ma anche verso la natura e gli altri in generale.

Giostra14

Il progetto “La Giostra Ecologica” parte nel 2013 e, come ci spiega Valentina Pinzaglia, fondatrice e presidente dell’associazione, “nasce allo scopo di creare non tanto una tradizionale fattoria didattica, quanto piuttosto uno spazio ludico-creativo per i bambini e uno spazio di condivisione per le famiglie. Un luogo dove vivere o ri-vivere il contatto diretto con la natura e imparare a conoscere e amare gli animali giocando. Io sono nata e cresciuta in questa fattoria a stretto contatto con gli animali e ho sempre desiderato trasmettere questo mio amore alle generazioni future”.

 

“Dopo la laurea in scienze dell’educazione”, continua, “ho lavorato per anni nel settore socio-educativo, in particolare con i bambini. Questa bellissima esperienza è stata fondamentale per me, ma dopo la nascita di mio figlio ho scelto di lasciare il “posto fisso” a tempo indeterminato per poter insegnare ai bambini a conoscere, amare e rispettare la natura e gli animali, trasformando così questa mia passione in un lavoro a tempo pieno. Mio marito e mio padre mi aiutano nella gestione degli animali e dell’orto. Il nome dell’associazione lo devo proprio a mio padre Alberto, che per anni ha fatto fare un giro a cavallo ai bambini in uno dei giardini comunali di Viterbo, chiamando questa sua attività “giri a cavallo sulla giostra ecologica”, cioè vivente e reale anziché meccanica”.

Giostra5

“La maggior parte delle nostre attività, sia estive che invernali, sono rivolte a tutti i bambini da 3 a 10 anni, anche se riserviamo un’attenzione particolare ai piccoli con fragilità e svantaggio psico-fisico o sociale. Collaboriamo con le scuole dell’infanzia, gli asili nido, le Aziende Sanitarie Locali e abbiamo uno speciale orientamento verso la pedagogia promossa dagli Asili nel Bosco. Una delle attività che più mi stanno a cuore”, conclude Valentina, “è l’attività assistita di avvicinamento al cavallo sia per bambini da 2 a 4 anni, sia per bambini e adulti affetti da autismo, i quali traggono grandi benefici dal contatto fisico con l’animale”.

 

 

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Simone: “Ho scelto di diventare Kids Coach per aiutare ogni bambino a scoprire il proprio potenziale”
Simone: “Ho scelto di diventare Kids Coach per aiutare ogni bambino a scoprire il proprio potenziale”

Educazione naturale e bisogni: riflessioni su una scelta non convenzionale
Educazione naturale e bisogni: riflessioni su una scelta non convenzionale

Una “casetta” per l’apprendimento esperienziale in cui la maestra è la natura
Una “casetta” per l’apprendimento esperienziale in cui la maestra è la natura

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Fa molto caldo – #553

|

Wagner Group: cosa sappiamo della milizia privata che combatte fra le fila russe (e non solo)?

|

Francesca Cinquemani torna al sud per coltivare lavanda e rilanciare la sua terra

|

Queen of Sheba: una coppia di naturalisti sulle tracce di una rara orchidea australiana

|

Confcooperative, la giornata delle cooperative e alcune novità dal mondo che unisce comunità ed economia

|

Friend of the Earth, in missione per salvare dall’estinzione il lemure cantante del Madagascar

|

Homers: con il co-housing la rigenerazione urbana si fa comunità – Io Faccio Così #358

|

È nata Robin Food, la cooperativa di rider sostenibile che vuole rivoluzionare il mondo delle consegne