14 Apr 2017

Cinque consigli per una Pasquetta sostenibile

Scritto da: Greenpeace

Dal menu all'organizzazione del pic nic, partendo dalla spesa. Ecco i consigli di Greenpeace per una Pasquetta sostenibile, senza plastica e pesticidi.

Salva nei preferiti

Pasqua e Pasquetta inaugurano ufficialmente la stagione primaverile e danno il via alle scampagnate fuori porta. Qualunque soluzione si abbia intenzione di scegliere per queste giornate, è importante mantenere un occhio di riguardo per l’ambiente. A fornire utili consigli per una gita al 100% sostenibile ci pensa Greenpeace.

1

  1. Scegli frutta e verdura di stagione. Acquista prodotti sfusi, biologici e possibilmente a chilometro zero. Evita quelli confezionati con polistirolo o plastica.

 

2. Porta la sporta. Per il tuo picnic usa un bel cestino di vimini. Altrimenti una sporta di tela o una scatola di legno, ma niente buste di plastica. Firma la petizione al ministro dell’Ambiente per salvare il mare dalla plastica. Le tartarughe, le balene, i pesci e gli uccelli marini ringraziano.

 

  1. Riusa. Se porti cibi caldi, usa contenitori in vetro e non in plastica. Quanti vasetti di marmellata hai tenuto da parte “perché magari possono servire”? Preferisci bicchieri e stoviglie riutilizzabili.  

 

  1. Metti in campo la tua creatività. Avvolgi i panini in tovaglioli di stoffa. Puoi ritagliare delle vecchie stoffe o strofinacci di colori diversi e usarli per impacchettare il cibo. Un bel nodo e via!

 

  1. Scegli un grande prato verde per il tuo picnic. Se non vedi fiori o insetti, preoccupati. Probabilmente sono stati sparsi dei diserbanti, dannosi per l’ambiente e per la tua salute. Firma l’Iniziativa dei cittadini europei per vietare l’erbicida più diffuso al mondo, il glifosato.

 

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Kalabria Eco Festival 2023, alla ricerca dell’equilibrio tra esseri umani e natura
Kalabria Eco Festival 2023, alla ricerca dell’equilibrio tra esseri umani e natura

Riparte il cammino di Davide Fiz: Smart Walking arriva in Puglia
Riparte il cammino di Davide Fiz: Smart Walking arriva in Puglia

Il mondo è tutto attaccato: dal cibo all’energia, scopriamo come vivere a basso impatto
Il mondo è tutto attaccato: dal cibo all’energia, scopriamo come vivere a basso impatto

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Processo Italcementi: la collina dei veleni – INMR Sardegna #26

|

A Chioggia c’è un albergo sociale gestito da persone fragili

|

Festa del libro, a Zafferana Etnea scuole e collettività insieme per promuovere la lettura

|

Navi da crociera: ecco cosa è emerso dall’inchiesta sul loro impatto

|

Come si fa una comunità energetica (per davvero): ne parliamo con Gianluca Ruggieri – Meme! #47

|

Kento, il rapper militante che usa l’hip hop per “far uscire” i giovani dal carcere

|

Alex Zanotelli: “Disobbedienza civile per difendere la legge 185 sull’export di armi”

|

Alice Pomiato, alias aliceful: “La partecipazione sociale è la cosa più sostenibile che ci sia”

string(9) "nazionale"