4 Mag 2017

Cammina la storia: torna l’iniziativa dell’Ecomuseo del Casentino

Scritto da: Daniela Bartolini

Primo appuntamento del ricco cartellone primaverile domenica 7 a Moggiona. Per camminare tra lupi, antichi mestieri e storia in compagnia di abitanti ed esperti.

Salva nei preferiti

Domenica 7 maggio, nell’ambito del cartellone di iniziative primaverili dell’Ecomuseo del Casentino, di cui Cammina la storia è un progetto speciale dal 2014, torna il ciclo di escursioni dal titolo Cammina la storia, sulle orme di eventi e personaggi che caratterizzano le varie epoche storiche del Casentino, sui sentieri della storia, la storia con la “S” maiuscola ma anche le storie delle persone che hanno contribuito a costruire quella parte di paesaggio.
Luoghi da scoprire o riscoprire, spazi parlanti che hanno visto la storia del nostro paese e a cui ridare dignità. 

Cammina la Storia propone in Casentino un percorso tra storia, archeologia, ambiente e tradizioni locali, perché il miglior modo di conoscere e riappropriarsi della storia di un territorio è quello di camminarci dentro. Camminando si riscoprono i segni del passato, anche i più piccoli ed apparentemente insignificanti, si comprende il sistema di relazioni che legavano e ancora rimandano un luogo al suo contesto e si contribuisce alla manutenzione ed alla cura del percorso stesso. In un certo senso ci si fa promotori della trasmissione dei valori e delle vicende in esso racchiusi. 

Percorsi all’interno del territorio casentinese rivolti a tutti, a chi un territorio lo abita, per conoscerlo da un nuovo punto di vista, scoprirne o riscoprirne segni, memoria, storia e per chi questo territorio lo percorre da visitatore, perché la visita diventi viaggio, scoperta.
Un modo anche per coinvolgere la comunità nella salvaguardia del territorio, per prendersi a cuore, avere cura del territorio nel presente. Un turismo lento, un modo per riappropriarsi del paesaggio, per saperlo leggere e per prendersi cura del territorio.

cammina la storia primo evento 2017 1493897558

L’escursione domenicale porterà i partecipanti lungo la valle del torrente Sova, da Lierna a Moggiona nel Comune di Poppi.
Il programma prevede alle ore 10 la partenza dalla piazza di Lierna; arrivo a Moggiona, visita all’Ecomuseo del bigonaio, con dimostrazione a cura dell’ultimo bigonaio ancora in attività e alla Mostra Permanente sulla guerra e la Resistenza in Casentino con approfondimento sul tema “La strage di Moggiona”, eccidio nazista del settembre 1944 dove persero la vita 18 civili innocenti.

cammina la storia primo evento 2017 1493898136

Dopo il pranzo al sacco presso la nuova area pic-nic de “Il Percorso del Lupo”, alle ore 16 ritorno al borgo di Lierna e merenda a cura della Pro Loco.

cammina la storia primo evento 2017 1493898330

Ritrovo: h 9.45 presso la piazza di Lierna. Il percorso è facile e adatto a tutti, durata 8 ore (escursione: 3h). Per informazioni e prenotazioni (obbligatorie): info@cooperativainquiete.it.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Cristofero Costanzo: “Tra mandorle e ulivi ho scommesso sull’agricampeggio in Sicilia”
Cristofero Costanzo: “Tra mandorle e ulivi ho scommesso sull’agricampeggio in Sicilia”

Parchi italiani, 15 giorni di cammino per attraversarli e conoscerli
Parchi italiani, 15 giorni di cammino per attraversarli e conoscerli

Tempo di turismo, tra narrazioni, stereotipi e realtà: intervista a Federica Marrocu
Tempo di turismo, tra narrazioni, stereotipi e realtà: intervista a Federica Marrocu

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

A Gaza è l’intelligenza artificiale a scegliere chi sarà ucciso – #918

|

Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

|

MAG4, la mutua autogestione piemontese, si schiera contro il mercato delle armi

|

Percorsi Spericolati, continua la formazione per sviluppare progetti innovativi per le aree interne

|

Cosa faresti se finissi su un’isola deserta? Esperimento di filosofia a scuola

|

Val Pennavaire in rete: la nuova e inaspettata zuppa di sasso

|

Gaetano, terapista forestale dei Monti Lattari: “La foresta mi ha guarito”

|

Cuscini Bio, la moda etica e quel giocattolo dentro a una fornitura tessile

string(9) "casentino"