31 Mag 2017

Il Festival Internazionale di Musica d’Organo compie 30 anni

Scritto da: Daniela Bartolini

Il programma 2017 prende il via il 5 luglio. Sette concerti nella Basilica del Santuario di Chiusi della Verna, tutti a ingresso libero.

Salva nei preferiti

Si svolgerà fra luglio ed agosto la trentesima edizione del Festival Internazionale di Musica d’Organo di Chiusi della Verna, una delle manifestazioni culturali più importanti dell’estate casentinese.

festival internazionale musica organo 30 anni 1496220724

Il programma dell’edizione 2017 è stato reso noto in questi giorni, e spetterà all’organista francese Maurice Clerc dare il via, mercoledì 5 luglio, alla rassegna che affonda le sue radici negli anni ’50 del secolo scorso. Poi sarà il consueto susseguirsi di concerti per i mesi di luglio ed agosto, con appuntamento fisso al mercoledì sera: sette esibizioni con i più prestigiosi organisti internazionali, sotto la direzione artistica del maestro Eugenio Maria Fagiani. Fra questi, lo statunitense Damin Spritzer, il tedesco Hartmut Siebmann, il francese Didier Hennuyer. Ben rappresentata anche la serie degli organisti italiani con Ferruccio Bartoletta, Mario Ciferri e Giulio Mercati. Quest’ultimo chiuderà l’edizione del trentennale del Festival suonando mercoledì 30 agosto l’antico organo della Basilica.

festival internazionale musica organo 30 anni 1496220698

Come da tradizione, tutti i concerti sono ad ingresso libero. Il Comune di Chiusi della Verna sostiene l’organizzazione di questo evento, che è non solo un appuntamento con la grande musica organistica ma anche un’occasione per conoscere il territorio, viverne le caratteristiche naturali e storiche, capire attraverso la musica la grande spiritualità che lo caratterizza.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo
Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

Spazi personali e collettivi: la cultura del gesto in Sardegna
Spazi personali e collettivi: la cultura del gesto in Sardegna

Jorge Eielson, l’artista peruviano che ha scelto Bari Sardo come dimora per l’eternità
Jorge Eielson, l’artista peruviano che ha scelto Bari Sardo come dimora per l’eternità

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

A Gaza è l’intelligenza artificiale a scegliere chi sarà ucciso – #918

|

Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

|

MAG4, la mutua autogestione piemontese, si schiera contro il mercato delle armi

|

Percorsi Spericolati, continua la formazione per sviluppare progetti innovativi per le aree interne

|

Cosa faresti se finissi su un’isola deserta? Esperimento di filosofia a scuola

|

Val Pennavaire in rete: la nuova e inaspettata zuppa di sasso

|

Gaetano, terapista forestale dei Monti Lattari: “La foresta mi ha guarito”

|

Cuscini Bio, la moda etica e quel giocattolo dentro a una fornitura tessile

string(9) "casentino"