Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
21 Giu 2017

Come recuperare un edificio rurale?

Scritto da: Publiredazionale

L’Associazione Culturale RurART.it propone una attività formativa teorico-pratica finalizzata al recupero e alla riqualificazione di un edificio rurale a Silvelle di Trebaseleghe (PD) risalente ai primi del 1800. Il workshop estivo prevede due moduli: il primo dal 26 al 30 giugno 2017 ed il secondo dal 3 al 7 luglio 2017.

Come recuperare un edificio rurale? L’Associazione Culturale RurART.it propone ai propri soci, ed in particolare a studenti degli istituti universitari di architettura, d’arte e di scuole edili, una attività formativa teorico-pratica finalizzata alla riqualificazione di un edificio rurale a Silvelle di Trebaseleghe (PD) risalente ai primi del 1800. A partire dall’analisi dello stato attuale, sino all’applicazione finale di materiali innovativi ed ad alta efficienza energetica. L’attività di cantiere è stata concepita in funzione della formazione dei partecipanti.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'abitare in italia?

ATTIVATI

 

Il workshop estivo prevede due moduli: il primo dal 26 al 30 giugno 2017 ed il secondo dal 3 al 7 luglio 2017. In ogni modulo lo studente affronterà, con il supporto di professionisti, operatori edili ed esperti di sicurezza, la realizzazione di una sezione verticale di edificio.

 

In questo cantiere-didattico sono previsti:
– analisi dello stato di fatto
– recupero dei materiali
– ripristino delle parti strutturali
– efficientamento energetico.
Gli interventi pianificati per zone consentiranno il completamento del risanamento nel periodo dedicato a ciascun modulo formativo.

[av_button_big label=’PARTECIPA AL CANTIERE DIDATTICO!’ description_pos=’below’ link=’manually,https://goo.gl/7RraU9′ link_target=’_blank’ icon_select=’no’ icon=’ue800′ font=’entypo-fontello’ custom_font=’#ffffff’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ color_hover=’theme-color-subtle’ custom_bg_hover=’#444444′][/av_button_big]

P_20160930_144322

RurART.it nasce da un interesse architettonico e storico per gli edifici rurali, da una passione per il dettaglio costruttivo, per i materiali e la loro applicazione. È una associazione culturale a cui prendono parte privati, studenti, professionisti, operatori del settore edile ed artistico con lo scopo di mettere in atto uno scambio tra esperienza e conoscenza e di tradurre il tutto nella realizzazione di progetti architettonici ed artistici.

 

RurART.it è promotore di iniziative culturali nel campo dell’architettura e dell’arte raccogliendo proposte ed esigenze di privati, gruppi, enti ed aziende, coordina e stimola la partecipazione e la formazione degli attori.

[av_button_big label=’PARTECIPA AL CANTIERE DIDATTICO!’ description_pos=’below’ link=’manually,https://goo.gl/7RraU9′ link_target=’_blank’ icon_select=’no’ icon=’ue800′ font=’entypo-fontello’ custom_font=’#ffffff’ color=’theme-color’ custom_bg=’#444444′ color_hover=’theme-color-subtle’ custom_bg_hover=’#444444′][/av_button_big]

 

 

 

#IoNonMiRassegno 17/1/2020

|

Gli allenatori di Laureus: “Lo sport educa alla passione”

|

Tamera, l’ecovillaggio in Portogallo che sperimenta una Terra Nova

|

Assicurazione etica: la proposta di CAES rivolta agli under 35

|

La Scuola italiana di Arte del Processo e Democrazia Profonda

|

Borgopo’: “Così ho fatto rinascere la libreria che amavo da bambina”

|

La Vita al Centro, la scuola parentale immersa nel verde – Io faccio così #275

|

Womanboss Academy: quattro storie di fioritura

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l'editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.