21 Set 2017

Accordo tra il Parco e i Frati minori della Verna

Scritto da: Daniela Bartolini

Santuario della Verna: si stringe la collaborazione tra il parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna e i Frati minori. Firmato sul monte santo di Francesco un protocollo di collaborazione.

Il messaggio di San Francesco ha nel rapporto con la natura un elemento di elevazione e di primaria educazione nel cammino spirituale. La Provincia toscana di San Francesco stimmatizzato dei Frati Minori è proprietaria del Santuario della Verna e del complesso “Foresta della Verna e romitorio di Vallesanta“. Questi presentano caratteristiche ambientali, storiche e culturali di eccezionale valore, risultato dalla secolare gestione attuata secondo il modello dell’etica francescana e improntata al mantenimento degli equilibri naturali.

Il protocollo, firmato da fra Massimo Grassi, responsabile legale della Provincia Toscana di San Francesco Stimmatizzato dei Frati Minori (già Padre guardiano della Verna) e Luca Santini, presidente del Parco nazionale, comprende la promozione di attività congiunte destinate a contribuire alla conservazione e alla valorizzazione del patrimonio naturale, la ricerca scientifica e la didattica naturalistica, la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico-culturale presente, con particolare attenzione al ruolo che ha sempre svolto nei secoli quale strumento di educazione e di conoscenza. Si articola anche favorendo l’utilizzo della sentieristica per pellegrini e turisti che vogliono, attraverso il Cammino, immergersi nella natura per poter ritrovare quella serenità e quell’armonia ispirata da tali luoghi, favorendo la riflessione e la meditazione alla ricerca del significato ed i valori dell’esistenza umana. Ci si prefigge di favorire l’utilizzo di elementi e strutture di supporto ai pellegrini ed ai turisti in generale, attraverso i manufatti già presenti, garantendone la corretta gestione e manutenzione, e di promuovere le attività e le tipicità del territorio, compatibili con le finalità e le specificità dei due soggetti firmatari.
Il protocollo – quale espressione della volontà comune di collaborazione – ha durata fino al 31 dicembre 2019 e le azioni previste riguarderanno il triennio 2017 – 2019.

“Il rapporto con la spiritualità francescana e quella benedettina, tradizioni che prendono forma nel Parco ai più elevati livelli di rappresentanza in corrispondenza degli insediamenti religiosi della Verna e Camaldoli, rendono l’Area protetta unica nel panorama mondiale. In questo accordo c’è la voglia di affrontare insieme le scelte che riguardano il futuro del sacro monte della Verna e la riconoscenza per il particolarissimo rapporto che i Frati e i Monaci hanno sviluppato – importante riferimento anche per le strategie di gerstione attuali – con la porzione di foresta oggi ricompresa nell’area protetta”. Luca Santini, presidente del Parco nazionale.

Comunicato stampa Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Una famiglia in viaggio su una casa mobile e sentieri non tracciati
Una famiglia in viaggio su una casa mobile e sentieri non tracciati

Wild Bormida, le guide che valorizzano una valle selvaggia e sconosciuta
Wild Bormida, le guide che valorizzano una valle selvaggia e sconosciuta

Cammina la storia: torna l’iniziativa dell’Ecomuseo del Casentino

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Criptofollie – #422

|

Torino incontra gli innovatori sociali che cambiano il mondo con la forza dei loro sogni

|

Domenico Chionetti: “Le mie giornate al G8 al fianco dei disobbedienti”

|

Scienza e religione: dopo secoli di conflitto siamo giunti a un nuovo connubio?

|

Ecco i mobility manager, per unire aziende e istituzioni nel nome di una mobilità sostenibile

|

La nuova vita di Nicola in Madagascar: “Tsiryparma sostiene le foreste e i loro abitanti”

|

Creative Mornings Ancona: incontrarsi a colazione e parlare di… – Io Faccio Così #336

|

La Dog Therapy arriva tra i banchi di scuola per donare il sorriso ai bambini