Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
29 Set 2017

La Yurta nel Bosco: pedagogia dell’ascolto e della natura per esseri umani felici

Scritto da: Daniela Bartolini

Corpo, mente, emozioni e creatività in un’esperienza di avvicinamento alla natura, per bambini dai 3 anni, adulti, insegnanti e educatori. Cosa succede a La Yurta nel Bosco di Arona? Ce lo racconta Francesca, che si occupa del coordinamento, dell’approfondimento pedagogico, della comunicazione e dell’organizzazione delle attività di questa realtà.

La Yurta nel Bosco è un’associazione culturale che promuove attività socio-culturali per la valorizzazione del patrimonio naturale: organizza incontri, attività, laboratori, spettacoli teatrali, performance artistiche, campus in ogni stagione dell’anno. Tutte le iniziative si rivolgono ai bambini dai 3 anni in su, alle loro famiglie, a educatori e insegnati.

L’obiettivo è diffondere una pedagogia dell’ascolto e della natura per conoscerla attraverso l’esperienza diretta, la creatività, senza una didattica preconfezionata e senza distinzione di luogo, perché la Natura è ovunque, anche nelle città. “È fondamentale modificare lo sguardo, cambiare la prospettiva, comprendere le ragioni, perché anzi, proprio in luoghi a più alto impatto umano, come i centri urbani, si deve nutrire e coltivare il sentimento di amore e protezione per la Terra, la biofilia.”
“Crediamo che sia questa la strada per assorbire in profondità l’emozione e la magia della Natura, dei suoi colori, dei suoi odori e dei suoi suoni e trovare così un necessario equilibrio psicofisico che ci attrezzi a vivere felici e possa preservare Gaia.”

Il punto da cui partono a La Yurta nel Bosco, e che avvalora il loro approccio, è che la natura vada vissuta con un rapporto diretto, fisico e mentale per creare una relazione insostituibile per la crescita di essere umani equilibrati, sani, liberi, felici oltre che competenti e sensibili agli altri e alla vita.

Tenere insieme corpo, mente, emozioni e creatività in diverse forme e modalità, è il punto da cui si parte per allargare lo sguardo dalla natura alla spiritualità, un “aspetto spesso marginalizzato nell’educazione laica, che invece riteniamo importante in un’idea di persona integra, completa di tutte le sue dimensioni, e che è strettamente connesso al rapporto con la terra, la natura, l’Altro da noi”.
“Il nostro progetto sviluppa una metodologia ben precisa per sostenere e educare bambini e adulti alla connessione con la Terra e collega apprendimento e crescita dei bambini e degli adulti, in una proposta e richiesta di coerenza tra le offerte educative che gli adulti portano ai bambini e le scelte di vita che essi stessi assumono”.

Dal 2015 l’associazione è anche azienda agricola biologica con il nome di bioMatto: “produciamo piante da orto da semi rari, antichi e asiatici, abbiamo un piccolo allevamento di galline per le uova di bosco e ospitiamo in B&B o direttamente a La yurta nel bosco, persone e famiglie che vogliono trascorre un fine settimana o una vacanza ad alto impatto naturale”.

Dal 4 ottobre ripartiranno i mercoledì “Oggi faccio bosco”: un tempo famiglia per i bambini 0/3 anni e le loro famiglie, dalle 9,30 alle 13,30 con pranzo incluso. Durante tutto l’anno La Yurta nel Bosco propone:
• Le botteghe de la yurta nel bosco: attività con i bambini dai 3 anni in su e le loro famiglie;
• La notte in yurta: fine settimana nel bosco, con nanna in yurta, per bambini dagli 8 anni in su;
• (de)formazione in yurta per una profonda riconnessione con l’ambiente naturale e un benessere psicofisico personale;
• (de)formazione in yurta con equipe educatori di nido, scuole dell’infanzia e scuola primaria per promuovere una pedagogia all’aria aperta, a progetto;
Passeggiate botaniche per adulti e bambini;
• Liberamente – il campus de la yurta: d’inverno, di primavera, d’estate;
• Accoglienza di gite scolastiche con attività laboratoriali in natura o passeggiate teatrali nel bosco;
• Percorsi annuali di educazione all’aria aperta nelle scuole, anche a Milano e hinterland;
• Percorsi in natura per famiglie e bambini con bisogni speciali (certificati e non)

Questo è il calendario per il 2017/2018.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Lo stallo israeliano e i rischi dell’accordo Ue-Mercosur – Io Non Mi Rassegno #172

|

Sette produttori locali si uniscono e danno vita a un negozio-laboratorio a Km0

|

Il Filo di Paglia, la prima casa in paglia della Liguria

|

Movement Medicine: affidarsi alla danza per scoprire se stessi

|

IC3 Modena: la scuola digitale in cui luci e colori risvegliano l’anima – Scuola Che Cambia #6

|

Cambiare vita e lavoro, un viaggio responsabile e coraggioso verso la felicità

|

Mille alberi piantati dai cittadini per difendere il territorio

|

Verso un’economia post-covid per il bene comune