29 Set 2017

La Yurta nel Bosco: pedagogia dell’ascolto e della natura per esseri umani felici

Scritto da: Daniela Bartolini

Corpo, mente, emozioni e creatività in un'esperienza di avvicinamento alla natura, per bambini dai 3 anni, adulti, insegnanti e educatori. Cosa succede a La Yurta nel Bosco di Arona? Ce lo racconta Francesca, che si occupa del coordinamento, dell'approfondimento pedagogico, della comunicazione e dell'organizzazione delle attività di questa realtà.

Novara - La Yurta nel Bosco è un’associazione culturale che promuove attività socio-culturali per la valorizzazione del patrimonio naturale: organizza incontri, attività, laboratori, spettacoli teatrali, performance artistiche, campus in ogni stagione dell’anno. Tutte le iniziative si rivolgono ai bambini dai 3 anni in su, alle loro famiglie, a educatori e insegnati.

L’obiettivo è diffondere una pedagogia dell’ascolto e della natura per conoscerla attraverso l’esperienza diretta, la creatività, senza una didattica preconfezionata e senza distinzione di luogo, perché la Natura è ovunque, anche nelle città. “È fondamentale modificare lo sguardo, cambiare la prospettiva, comprendere le ragioni, perché anzi, proprio in luoghi a più alto impatto umano, come i centri urbani, si deve nutrire e coltivare il sentimento di amore e protezione per la Terra, la biofilia.”
“Crediamo che sia questa la strada per assorbire in profondità l’emozione e la magia della Natura, dei suoi colori, dei suoi odori e dei suoi suoni e trovare così un necessario equilibrio psicofisico che ci attrezzi a vivere felici e possa preservare Gaia.”

la yurta nel bosco pedagogia ascolto natura 1506668089

Il punto da cui partono a La Yurta nel Bosco, e che avvalora il loro approccio, è che la natura vada vissuta con un rapporto diretto, fisico e mentale per creare una relazione insostituibile per la crescita di essere umani equilibrati, sani, liberi, felici oltre che competenti e sensibili agli altri e alla vita.

Tenere insieme corpo, mente, emozioni e creatività in diverse forme e modalità, è il punto da cui si parte per allargare lo sguardo dalla natura alla spiritualità, un “aspetto spesso marginalizzato nell’educazione laica, che invece riteniamo importante in un’idea di persona integra, completa di tutte le sue dimensioni, e che è strettamente connesso al rapporto con la terra, la natura, l’Altro da noi”.
“Il nostro progetto sviluppa una metodologia ben precisa per sostenere e educare bambini e adulti alla connessione con la Terra e collega apprendimento e crescita dei bambini e degli adulti, in una proposta e richiesta di coerenza tra le offerte educative che gli adulti portano ai bambini e le scelte di vita che essi stessi assumono”.

la yurta nel bosco pedagogia ascolto natura 1506668108

Dal 2015 l’associazione è anche azienda agricola biologica con il nome di bioMatto: “produciamo piante da orto da semi rari, antichi e asiatici, abbiamo un piccolo allevamento di galline per le uova di bosco e ospitiamo in B&B o direttamente a La yurta nel bosco, persone e famiglie che vogliono trascorre un fine settimana o una vacanza ad alto impatto naturale”.

Dal 4 ottobre ripartiranno i mercoledì “Oggi faccio bosco”: un tempo famiglia per i bambini 0/3 anni e le loro famiglie, dalle 9,30 alle 13,30 con pranzo incluso. Durante tutto l’anno La Yurta nel Bosco propone:
• Le botteghe de la yurta nel bosco: attività con i bambini dai 3 anni in su e le loro famiglie;
• La notte in yurta: fine settimana nel bosco, con nanna in yurta, per bambini dagli 8 anni in su;
• (de)formazione in yurta per una profonda riconnessione con l’ambiente naturale e un benessere psicofisico personale;
• (de)formazione in yurta con equipe educatori di nido, scuole dell’infanzia e scuola primaria per promuovere una pedagogia all’aria aperta, a progetto;
Passeggiate botaniche per adulti e bambini;
• Liberamente – il campus de la yurta: d’inverno, di primavera, d’estate;
• Accoglienza di gite scolastiche con attività laboratoriali in natura o passeggiate teatrali nel bosco;
• Percorsi annuali di educazione all’aria aperta nelle scuole, anche a Milano e hinterland;
• Percorsi in natura per famiglie e bambini con bisogni speciali (certificati e non)

Questo è il calendario per il 2017/2018.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Dai maestri di strada all’asilo nel bosco: Danilo Casertano ha cambiato la scuola? – Dove eravamo rimasti #25
Dai maestri di strada all’asilo nel bosco: Danilo Casertano ha cambiato la scuola? – Dove eravamo rimasti #25

Fattoria di Chiara e Arianna, a scuola con gli asinelli nel cuore di Roma – Io Faccio Così #394
Fattoria di Chiara e Arianna, a scuola con gli asinelli nel cuore di Roma – Io Faccio Così #394

L’altra connessione: Cécile Faulhaber porta in Sicilia il suo film sulla scuola nella natura selvaggia
L’altra connessione: Cécile Faulhaber porta in Sicilia il suo film sulla scuola nella natura selvaggia

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Ancora sulle elezioni in Sardegna: l’analisi – #887

|

Se lo conosci non lo eviti: ecco come mi sono preparata a una settimana di digiuno

|

Martina, Emma e la sindrome di down: a volte “lasciar andare” è un atto d’amore

|

Cosingius: le scarpe tradizionali sarde che si ispirano all’economia circolare – Io Faccio Così #400

|

Riduzione dei rifiuti, riuso e riutilizzo: a Reggio Calabria c’è Fare eco, per un mondo più pulito

|

L’esperienza culturale dell’Orto Sociale Urbano promette benessere per il corpo e la mente

|

Trame di Sardegna: la tessitrice ribelle Dolores Ghiani e il suo racconto sul filo della tradizione

|

HubZine Italia, condividere conoscenza su pace, clima e attivismo

string(8) "piemonte"