10 Gen 2018

Torino: una pista ciclabile da Parco Dora alla Pellerina

Sarà lunga 3 chilometri e collegherà il parco Dora con la Pellerina la nuova pista ciclabile di Torino. Il progetto della “Green Belt” è finalizzato anche a rendere accessibili ai cittadini aree oggi degradate o percorribili solo con le automobili.

La Giunta Comunale di Torino ha approvato a fine dicembre il progetto definitivo per la realizzazione della Green Belt, il collegamento ciclabile tra i parchi Dora di Spina e della Pellerina.
Il percorso avrà un costo di 1 milione e 200mila euro interamente finanziati nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020.

pista ciclabile parco dora pellerina
La “cintura verde” si svilupperà per il 60% su strada e per il 40% su vialetti all’interno dei parchi. Il progetto prevede che venga realizzato dove possibile un percorso bidirezionale riservato alle biciclette, al fine di incentivare modalità di spostamento sostenibile in alternativa all’uso di mezzi a motore, sia per i percorsi casa-lavoro o casa-scuola, sia per i percorsi di svago.

Uno degli obiettivi della Green Belt è quindi quello di rendere accessibili e utilizzabili dai cittadini aree oggi degradate o percorribili solo con le automobili, valorizzando la valenza naturalistica di quegli spazi.

“Il collegamento, che si inserisce nel percorso già realizzato all’interno delle aree ‘E27 – E29’ – ha spiegato l’assessore all’Ambiente Alberto Unia -, assume inoltre una rilevanza su scala extraurbana nell’ottica di uno sviluppo verso il parco della Mandria, Collegno, il Castello di Stupinigi, la ciclopista di corso Cincinnato (parco Sempione). Realizzando così un circuito naturalistico che superi la frammentarietà territoriale e porti alla ribalta il ruolo dei corsi d’acqua che attraversano la città e la sua area metropolitana”.

Torino - Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Sui passi della Sicilia virtuosa: camminare per il cambiamento

Vivere la Sicilia con il turismo esperienziale

OltrApe: il viaggio per salvare il Pianeta passa anche dal Piemonte

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”

|

E se il Covid ci avesse indicato la via per risolvere la crisi della scuola italiana?

|

In Piemonte c’è una “foresta condivisa” di cui tutti possono prendersi cura

|

IT.A.CÀ: in viaggio per il levante ligure per riconquistare il diritto a respirare

|

Pitaya: «Realizzo assorbenti lavabili per diffondere consapevolezza e sostenibilità»

|

Te Araroa: un viaggio per sé stessi e gli altri oltre i propri limiti