21 Mag 2018

Combattere la povertà energetica: premiati a Roma i migliori innovatori sociali

Scritto da: Redazione

Si terra Roma il 24 e 25 giugno il summit finale del programma “Social Innovation to Tackle Fuel Poverty”. In questa occasione verranno premiati gli innovatori sociali ideatori dei migliori progetti europei per combattere la povertà energetica, serio problema in Europa.

Salva nei preferiti

Ashoka e Schneider Electric Foundation presentano le soluzioni più innovative a livello Europeo per la promozione della sostenibilità energetica al summit finale del programma “Social Innovation to Tackle Fuel Poverty” 2017-2018, il 24 e 25 maggio 2018 a Roma.

 

Nel novembre 2017, 15 imprenditori sociali  sono stati selezionati da Schneider Electric Foundation, sotto l’egida di Fondation de France e Ashoka per il programma 2017-2018 di “Social Innovation to Tackle Fuel Poverty”, avviato a giugno 2017 al fine di selezionare le soluzioni più creative e systemchanging per contrastare la povertà energetica e promuovere la sostenibilità energetica in Europa.

 

I 15 imprenditori sociali selezionati

I 15 imprenditori sociali selezionati


I 15 imprenditori sociali selezionati si riuniranno a Roma, per un programma di accelerazione articolato su due giorni, e i 5 progetti più innovativi verranno presentati all’Istituto dell’Enciclopedia Italiana a Roma, giovedì 24 maggio, alle 17. Schneider Electric Foundation e Ashoka introdurranno le iniziative promosse per favorire la sostenibilità energetica e le best practice ad oggi esistenti nel panorama europeo. Parleranno: Arnaud Mourot (Ashoka Europe Co-Director), Alessandro Valera (Ashoka Italy Director), Gilles Vermot Desroches (General Delegate of Schneider Electric Foundation), Fabrizio Furbini (Enel) e Marylin Smith (The Energy Action Project). I 5 imprenditori sociali più innovativi verranno premiati con un ulteriore finanziamento per portare avanti i loro progetti. L’evento è aperto al pubblico (per registrarsi cliccare a questo link).

 

La povertà energetica rappresenta un problema serio in Europa, dove decine di milioni di cittadini hanno quotidianamente difficoltà ad assicurarsi riscaldamento, illuminazione ed energia per cucinare in quantità sufficienti e ad un prezzo accessibile. Ciò si ripercuote negativamente sulla salute e sul benessere degli individui coinvolti, ed ha un conseguente impatto negativo sulla società.

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Ecofuturo 2024, torna il festival dedicato alle ecotecnologie
Ecofuturo 2024, torna il festival dedicato alle ecotecnologie

L’assalto eolico è ingiustizia climatica: le conseguenze sul patrimonio culturale sardo
L’assalto eolico è ingiustizia climatica: le conseguenze sul patrimonio culturale sardo

“Con l’assalto eolico una transizione energetica dannosa per la Isola”: il no di Luras alla speculazione
“Con l’assalto eolico una transizione energetica dannosa per la Isola”: il no di Luras alla speculazione

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Terremoti ai Campi flegrei: la paura e i piani di evacuazione incompleti – #936

|

Dalla Sardegna arriva l’intelligenza artificiale locale e sostenibile che “parla” con le piante

|

Mindful eating: l’approccio a un’alimentazione consapevole promosso da Marina e Paola

|

A Capaci nasce MuST23, un museo interattivo come luogo di riscatto civile e sociale

|

Eirenefest: dall’arte all’ambiente, tre giorni di festa per la pace e la nonviolenza

|

Al via il trekking alla scoperta dei parchi naturali italiani

|

Voglia di riconnettersi con la natura? Seguite Il Richiamo del Bosco

|

Il forno di Vincenzo: un progetto di comunità è la risposta alla X Fragile

string(9) "nazionale"