Etica SGR
15 Giu 2018

Ecopillole di Luca Lombroso #12 – Cambiamenti climatici e ondate di caldo

Scritto da: Redazione

Le ondate di caldo sono il primo vistoso effetto dei cambiamenti climatici sul nostro territorio. Che cosa fare in pratica? Ce ne parla in questo nuovo video Luca Lombroso.

I cambiamenti climatici sono già una realtà e il primo vistoso effetto sul nostro territorio sono le ondate di caldo. Dopo l’estate del 2003 è cambiato qualcosa nel nostro territorio. Giornate con temperature oltre i 30-35 gradi sono diventate una nuova normalità con cui convivere con impatti sulla qualità dell’aria, sui consumi energetici, sulla salute.

 

 

Dobbiamo quindi ripensare il modo in cui abitiamo, le nostre aree urbane per attenuare un altro grande impatto delle ondate di caldo: l’isola di calore, la differenza che si crea tra le zone dei centri delle città e le zone periferiche. Che cosa fare in pratica?

 

  • Isolare termicamente gli edifici
    – Sostituire i combustibili fossili con fonti rinnovabili
    – Piantare alberi. Pensate che un albero ha l’effetto rinfrescante di ben 5 condizionatori.
    – Usare mobilità sostenibile

 

Tratto da Ecovillaggio Montale

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Da Bruxelles a Roma, i movimenti in azione contro la crisi ambientale
Da Bruxelles a Roma, i movimenti in azione contro la crisi ambientale

Come adattarsi ai cambiamenti climatici: il caso del fiume Po
Come adattarsi ai cambiamenti climatici: il caso del fiume Po

Clima, maltempo, siccità: cosa possiamo fare per adattarci? – A tu per tu + #5
Clima, maltempo, siccità: cosa possiamo fare per adattarci? – A tu per tu + #5

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Turchia, prosegue il “regno” di Erdogan eletto di nuovo Presidente – #737

|

Facing Violence: sei sconosciute si incontrano per affrontare insieme la violenza di genere

|

Da Bruxelles a Roma, i movimenti in azione contro la crisi ambientale

|

Passi di Quiete tra le Comunità: camminare fuori e dentro di sé

|

Degrado dei suoli: perché si verifica e come fermarlo?

|

Harnet Streets: “liberarsi” dal colonialismo passeggiando per il quartiere eritreo a Roma

|

In tutti i sensi: scoprire la diversità attraverso arte, natura e inclusione

|

“Pensare come un bacino fluviale”. Giuseppe Moretti e il bioregionalismo