15 Giu 2018

Ecopillole di Luca Lombroso #12 – Cambiamenti climatici e ondate di caldo

Scritto da: Redazione

Le ondate di caldo sono il primo vistoso effetto dei cambiamenti climatici sul nostro territorio. Che cosa fare in pratica? Ce ne parla in questo nuovo video Luca Lombroso.

Salva nei preferiti

I cambiamenti climatici sono già una realtà e il primo vistoso effetto sul nostro territorio sono le ondate di caldo. Dopo l’estate del 2003 è cambiato qualcosa nel nostro territorio. Giornate con temperature oltre i 30-35 gradi sono diventate una nuova normalità con cui convivere con impatti sulla qualità dell’aria, sui consumi energetici, sulla salute.

 

 

Dobbiamo quindi ripensare il modo in cui abitiamo, le nostre aree urbane per attenuare un altro grande impatto delle ondate di caldo: l’isola di calore, la differenza che si crea tra le zone dei centri delle città e le zone periferiche. Che cosa fare in pratica?

 

  • Isolare termicamente gli edifici
    – Sostituire i combustibili fossili con fonti rinnovabili
    – Piantare alberi. Pensate che un albero ha l’effetto rinfrescante di ben 5 condizionatori.
    – Usare mobilità sostenibile

 

Tratto da Ecovillaggio Montale

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Scettici, attiviste, ansiosi, scienziate: si può parlare di clima senza “scannarsi”?
Scettici, attiviste, ansiosi, scienziate: si può parlare di clima senza “scannarsi”?

Con Alberea si pianta il futuro adottando o regalando un albero
Con Alberea si pianta il futuro adottando o regalando un albero

Siccità in Sicilia, la regione in zona rossa per carenza d’acqua
Siccità in Sicilia, la regione in zona rossa per carenza d’acqua

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Gaza, la strage continua ma cresce il movimento pro-Palestina – #933

|

Zero Waste Italy: unire le forze per chiedere una legge per incentivare riparazione e riuso

|

Animago: due libri per esplorare il mondo a mente scalza

|

Greenatural, il marchio che unisce domanda e offerta di prodotti etici ed ecologici

|

Casa nome collettivo: parlare di Palestina, riflettere sulla guerra per chiedere la pace

|

Giorgio Cremaschi: “Su Gaza l’occidente usa un doppio standard”

|

Bombe di semi e draghi: è in partenza un cammino per seminare vita in nome di Fukuoka

|

I gelsi e la talpa, l’azienda agricola che vende “siciliano” e promuove il consumo critico

string(9) "nazionale"