Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
9 Lug 2018

Il cantautore che unisce le librerie indipendenti d’Italia

Scritto da: Ezio Maisto

Dopo essersi laureato con una tesi sulle librerie indipendenti, il cantautore Alessandro Polloni inizia a viaggiare in treno e bici in tutta Italia. Ad ogni tappa presenta in una libreria indipendente il suo libro tascabile, un racconto poetico-introspettivo che parla delle esperienze che lo hanno portato a comporre le sue canzoni su temi quali il viaggio, la sostenibilità e la cultura locale. La prima fase del suo progetto “Un sentiero sostenibile” si è da poco conclusa dopo nove, emozionanti tappe, ma altre ne arriveranno.

“I viaggi, si sa, sono ispirazione per il cambiamento. Il miglior modo per affrontare dei problemi è fare una valigia e partire, attraversare qualche confine.” Scrive così Alessandro Polloni, cantautore emergente, che ha unito tutte le sue passioni – la musica, i viaggi, le librerie indipendenti e la sensibilità per i temi ambientali – in un unico progetto, che ha chiamato “Un sentiero sostenibile”.  

 

Nato a San Donà di Piave, in provincia di Venezia, Alessandro è un talento precoce: a 7 anni inizia a suonare la chitarra e a 11 già scrive versi. Dopo aver seguito il corso “Poesia per Canzone” di Massimo Bubola, uno degli storici collaboratori di Fabrizio De Andrè, a 27 anni si trasferisce a Londra. Nella capitale inglese muove i suoi primi passi ufficiali, esibendosi nei pub e registrando il suo primo EP, dal titolo “Bright” (2012). Dopo 3 anni torna in Italia per laurearsi in Tecniche Artistiche dello Spettacolo con una tesi sulla libreria indipendente Limerick di Padova. Un incontro, quello con le librerie indipendenti, dal quale prende forma l’ultimo tassello del progetto che lancerà nel 2018.

Alessandro Polloni

Alessandro Polloni

E sì, perché nel frattempo Alessandro ha scritto e composto “Un sentiero sostenibile”, libro-EP corredato da canzoni da ascoltare e ha pensato che questo potesse essere un buon compagno per un turista solitario, o per qualcuno che sta per affrontare una nuova sfida, ad esempio un cambio vita. “Sono diverse le esperienze che mi hanno portato a scrivere questo libricino con la musica dentro”, dice. “La voglia di raccontarle mi ha dato l’idea di un nuovo viaggio, fra le librerie indipendenti d’Italia”.

 

Con una chitarra e una bici, quindi, è partito il 24 maggio da Padova e, tappa dopo tappa, toccando 9 città, ciascuna in una diversa regione italiana, si è fermato in altrettante librerie per incontrare e celebrare – cantando dal vivo – le persone coraggiose che lavorano per migliorare le nostre vite in questo mondo sempre più caotico. “Porto il lavoro da nord a sud, in treno e bici, promuovendo la mobilità sostenibile e ottimizzando le risorse attraverso il crowdfunding  e l’ospitalità, sia presso amici e conoscenti, che attraverso il couchsurfing”. La relazione umana e gli incontri sono stati fondamentali durante il suo viaggio. “Ho capito che la differenza la fanno le azioni delle persone, quelle che non si lasciano condizionare dal luogo svantaggiato in cui si trovano. Quelle che seguono il proprio cuore. Persone capaci di trasformarsi e trasformare”.

Tappa Abruzzo
 
“Un sentiero sostenibile” è un’opera per tutte le età, un breve libro tascabile, poetico e introspettivo, che contiene le storie che hanno portato Polloni alla composizione di canzoni sul tema del viaggio, della sostenibilità e della cultura locale. Registrate per voce e chitarra, si ascoltano inquadrando con un semplice smartphone il codice QR presente alla fine di ogni capitolo. 

 
Potete seguire Alessandro Polloni, o invitarlo a continuare il suo viaggio e a presentare il progetto in una libreria indipendente della vostra città, attraverso la sua pagina facebook.

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Si consuma meno carne, ma gli allevamenti sono sempre più grandi – Io Non Mi Rassegno #151

|

“Cambio vita e coltivo canapa industriale”: Francesco Procacci e il suo ritorno alla terra

|

Altipiano: le maestre del bosco che in cinque mesi hanno ribaltato la loro scuola – Scuola che Cambia #2

|

Che cos’è e come funziona la nutripuntura

|

Adotta il tuo Orto, scegli quali verdure seminare e aspettale a casa!

|

Imprese: come stringere partnership vincenti ed evitare clamorosi errori

|

I segni del corpo della Terra

|

Nasce un Sentiero dei Parchi per valorizzare le aree protette d’Italia