4 Set 2018

Ricette #12 – Pasta al pesto di pistacchi e fagiolini al profumo di limone

Scritto da: Giulia Napolitano

I pistacchi sono ricchi di sali minerali e aiutano a diminuire il colesterolo. Inoltre a Bronte, in Sicilia, si producono quelli migliori del mondo! Ecco quindi una ricetta semplice e gustosa, rigorosamente vegana, per preparare un pesto di pistacchi buono e salutare.

Il pistacchio è uno di quei semi oleosi davvero golosi e che difficilmente non piacciono. Il Pistacia vera L. è un albero originario delle zone mediorientali, probabilmente in quella che era la Persia. È per molto tempo stato un frutto elitario che veniva riservato alle famiglie reali. Successivamente gli arabi lo introdussero in Italia, in particolare in Sicilia dove, grazie al particolare clima e terreno delle pendici dell’Etna, la pianta si acclimatò benissimo, tanto che oggi a Bronte si produce il miglior pistacchio del mondo.

pesto di pistacchi 1È stato, dalla medicina greca, sempre considerato un forte afrodisiaco, tonico e ricostituente. Oggi se ne conoscono meglio le proprietà salutistiche e si ritiene, per l’alto contenuto di grassi monoinsaturi, un alleato per la diminuzione del colesterolo. Ricco di sali minerali preziosi, come il potassio, il magnesio e il fosforo e di vitamine del gruppo B.  Particolarmente presenti i grassi (54%) e le proteine (20%): questo frutto è ideale per gli sportivi, grazie al contenuto calorico e di minerali.

 

Io ne sono particolarmente golosa e quando, ormai diversi anni fa, scoprii in casa di un amico siciliano il pesto di pistacchi ne rimasi innamorata! È velocemente diventato uno dei classici della nostra tavola familiare: veloce da preparare (a patto di avere un buon frullatore) e molto saporito! L’unica difficoltà è riuscire a non finire i pistacchi mentre vengono sbucciati!

 

Il piatto che vi propongo oggi è la pasta al pesto di pistacchi rivisitata con aggiunta di fagiolini. È quello che io definisco un salvavita: un piatto unico e completo, semplice e veloce.  Inoltre è talmente buono e d’effetto che lo propongo spesso per stupire i miei ospiti a cena.

 

Come pasta ho usato un’ottima pasta integrale di farro (le caserecce) che si sposano benissimo con i condimenti cremosi. L’aggiunta dei fagiolini è presa dalla ricetta tradizionale ligure che prevede di unirli in cottura durante la preparazione della classica pasta al pesto genovese. Infine ho aggiunto una scorza di limone tagliata molto sottile che ha conferito al tutto un aroma fresco e particolarmente estivo.

pesto di pistacchi 2

RICETTA (per due persone):
200 gr di pasta integrale di farro
40 gr pistacchi sgusciati
una scorza di limone bio
una manciata abbondante di fagiolini puliti
olio evo
acqua di cottura

 

Mettete a bollire l’acqua per la pasta e, insieme, metteteci anche i fagiolini già puliti, in modo da trovarli cotti nello stesso momento. Nel frattempo mettete in un mixer i pistacchi, la parte gialla della scorza di limone e un goccino di olio e tritate tutto finemente (se dovesse essere particolarmente difficile frullare potete usare un po’ di acqua di cottura per allungare la crema). Quando la pasta e i fagiolini saranno cotti conservate un po’ di acqua di cottura e unite gli ingredienti in una ciotola capiente, allungando la crema di pistacchi con l’acqua fino ad ottenere una consistenza cremosa.

 

Buon Appetito!

 

Articoli simili
“Rompiamo il muro del pregiudizio, con dolci naturali e consapevoli”
“Rompiamo il muro del pregiudizio, con dolci naturali e consapevoli”

Appello all’unità del movimento vegetariano, vegan, animalista ed ecologista
Appello all’unità del movimento vegetariano, vegan, animalista ed ecologista

“Qui proteggiamo gli animali e diamo loro una seconda possibilità”
“Qui proteggiamo gli animali e diamo loro una seconda possibilità”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Sea-ty e le reti fantasma: “Liberiamo i fondali dalle attrezzature da pesca abbandonate”

|

Nasce il Badante agricolo di comunità che aiuta le persone anziane nella cura dell’orto

|

L’apprendimento non va in vacanza: cronaca di un’estate da homeschooler

|

Caltanissetta ricorda i “carusi di Sicilia”, i piccoli schiavi delle miniere di zolfo

|

Paolo Rumiz: i viaggi e la riscoperta dei monti naviganti

|

Sensuability: per uscire vivi, gioiosi e gaudenti dalla morsa dei tabù – Amore Che Cambia #18

|

Alla facoltà di infermieristica gli studenti imparano la gentilezza