2 Ott 2018

Ricette #14 – Tempo di zucca… al forno

Scritto da: Giulia Napolitano

Dolce, deliziosa e ricca di proprietà salutari. È tornata la regina dell'autunno: la zucca. Di origine americana, questo ortaggio è entrato a far parte della cucina tradizionale italiana, con le sue infinite varietà e possibili preparazioni. La dottoressa Giulia Napolitano ci propone oggi una ricetta semplice e gustosa: ecco come preparare la zucca al forno con le erbe aromatiche.

È iniziato l’autunno!! Torna il fresco e con questo la voglia di stare ai fornelli e di accendere il forno anche per scaldare un po’ casa quando cala la sera. Con grande piacere stanno tornando anche le verdure autunnali-invernali e, anche se non si direbbe, la prima a fare la sua comparsa è proprio la zucca. In realtà la zucca, avendo un tipo di raccolta a scalare si trova da settembre in poi. In alcuni posti si possono consumare le zucche già da metà agosto e queste, una volta raccolte, durano anche diversi mesi in un posto asciutto e fresco.

 

La zucca è un ortaggio di origine americana, da cui è stata importata al ritorno di Cristoforo Colombo. Inizialmente, e questo mi ha davvero fatto sorridere, l’unico uso che si faceva della zucca era l’alimentazione del bestiame! Successivamente poi è entrata a far parte della cucina tradizionale italiana, soprattutto di alcuni luoghi dove la zucca è divenuta una vera e propria “regina” culinaria.

21731256_523546187994274_295223632541676873_n

Parlando di zucca non possiamo evitare di notare quanto il termine sia generico e aspecifico: le varietà di zucca sembrano quasi infinite! Quella che vi propongo oggi è la buonissima zucca mantovana, varietà tipica della zona di Mantova e che è conosciuta per la sua dolcezza. La sua polpa infatti è molto compatta e soda, per nulla fibrosa o filamentosa come la classica zucca gialla. Tradizionalmente infatti si utilizza per i ripieni, le creme, le mousse… tutto ciò che deve essere cremoso ma consistente. La buccia di questa zucca è edibile: per quanto possa sembrare dura da tagliare, una volta cotta risulta molto morbida e masticabile.

 

Dal punto di vista nutrizionale, al contrario di quello che si pensa è un alimento ipocalorico e adatto anche ai diabetici, visto che il carico glicemico è piuttosto basso. Contiene molto potassio, magnesio e diverse vitamine (tra cui la A, la C e la B). È ricca di carotenoidi e risulta utilissima per contrastare l’insorgenza di neoplasie di origine ormonale (seno e prostata). Inoltre la sua fibra è molto delicata sull’intestino, aiutando le persone con stitichezza a migliorare la mobilità intestinale senza irritare la mucosa.

 

Insomma, questa zucca è davvero portentosa! Come cucinarla? In Italia abbiamo solo l’imbarazzo della scelta, ma un metodo che a me piace particolarmente è al forno con le erbe aromatiche e le spezie: semplice e gustosa! Inoltre in questo modo il tepore del forno ci aiuta a stemperare i primi freddi!

zucca-forno

Ingredienti

Zucca mantovana
Olio extravergine di oliva
sale
Spezie a piacere: pepe, curry, pepe rosa…
Erbe aromatiche: timo, rosmarino, salvia…

 

Come prepararla
Prendete la zucca mantovana, tagliatela a fette, pulitela dai semi e mettetela in forno così com’è con un filo d’olio extravergine di oliva, poco sale e pepe. Aggiungete un’erba aromatica che gradite: rosmarino o timo sono perfette! In forno a 200 gradi fino a cottura ultimata (circa 15 minuti, ma dipende molto dal forno!). È ottima accompagnata con del riso integrale con gomasio e dei ceci saltati con gli ultimi pomodorini dell’orto! Una delizia per grandi e piccini che non richiede troppo impegno, ma regala tanti benefici!

 

 

 

Articoli simili
Ricette #22 – Zuppa thai alla crema di cocco

Alimentazione in gravidanza: consigli e luoghi comuni da sfatare

Suggerimenti per una corretta alimentazione ai tempi del coronavirus
Suggerimenti per una corretta alimentazione ai tempi del coronavirus

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Parte la raccolta di firme per una legge contro il greenwashing delle lobbies del petrolio

|

I Medici per l’Ambiente: “Basta allevamenti intensivi, senza biologico non c’è futuro”

|

E se il Covid ci avesse indicato la via per risolvere la crisi della scuola italiana?

|

In Piemonte c’è una “foresta condivisa” di cui tutti possono prendersi cura

|

IT.A.CÀ: in viaggio per il levante ligure per riconquistare il diritto a respirare

|

Pitaya: «Realizzo assorbenti lavabili per diffondere consapevolezza e sostenibilità»

|

Te Araroa: un viaggio per sé stessi e gli altri oltre i propri limiti