27 Nov 2018

I 7 Passi per la r(E)voluzione: cambiare è possibile!

Scritto da: Lorena Di Maria

Venerdì 30 novembre si terrà presso lo spazio Uno Editori di Torino l’evento “I 7 Passi per la r(E)voluzione”. Un format ideato e moderato dal facilitatore Paolo Pallavidino, un momento di dibattito e scambio su ambiti della vita strettamente interconnessi che si riconducono ad un unico grande concetto: il Cambiamento. Anche Italia che Cambia parteciperà portando la sua esperienza nell’ambito dei “nuovi mondi”.

Salva nei preferiti

Torino - “Il cambiamento è già in atto e non ha bisogno di permessi dall’alto ma di coraggio, creatività e disciplina”. Con queste parole viene presentato l’evento “I 7 passi per la R(E)voluzione”, un’iniziativa che vuole aprire nuove riflessioni e dibattiti intorno ad aspetti della società “in cambiamento”.
Sette ambiti della nostra vita, sette relatori che portano al pubblico testimonianze ed esperienze di nuovi paradigmi già concreti e tangibili, figli di un nuovo modo di intendere il mondo: il format proposto nasce dall’idea di divulgare, informare e diffondere esperienze di cambiamento che stanno avvenendo nella nostra società, intorno a noi, dentro di noi. Un dibattito che si sviluppa a partire proprio da sette differenti aree tematiche quali l’economia, la pedagogia, la salute, la politica, la spiritualità e i nuovi mondi, ovvero ambiti coi i quali ci interfacciamo tutti i giorni e che influenzano profondamente la nostra vita.
L’evento è un’occasione per avvicinarsi ed entrare in contatto con nuove visioni, stili di vita innovativi e rivoluzionari che si stanno progressivamente diffondendo nella nostra società ma che sono per i più ancora sconosciuti.
Un incontro con 7 esperti che “hanno fatto il salto” e che si ritrovano a discutere, raccontare e diffondere nuovi modelli improntati al cambiamento.
L’aspetto innovativo dell’iniziativa si concentra proprio sul cambio di prospettiva con cui tali tematiche vengono raccontate al pubblico, che diventa parte integrante della discussione.

sette passi revoluzione cambiare possibile 1543311231

Obiettivo dell’incontro è mostrare nuove realtà e modi di vivere, dimostrare la forte interconnessione che esiste tra le sette aree presentate dai relatori e mettere a disposizione dei partecipanti un bagaglio di nuove conoscenze. La visione di sistema permette infatti di ragionare su un ampio ventaglio di aspetti della nostra vita che si influenzano e che insieme ad essi, ci influenzano. Prendere consapevolezza di ciò permette di rafforzare il senso di comunità e creare reti solide di persone interessate a integrare nuove abitudini e cambi di prospettiva nella propria vita.
L’incontro nasce da un’idea di Paolo Pallavidino che, presso il centro culturale polivalente “Uno Editori” di Torino, modera l’incontro utilizzando la facilitazione come strumento di supporto.

L’ingresso è aperto a chiunque abbia interesse nel conoscere ed esplorare nuovi punti di vista e acquisire nuove conoscenze per vivere in modo più consapevole e sostenibile.
Alla conferenza parteciperemo anche noi di Italia che Cambia, raccontando “i nuovi mondi” e le molteplici esperienze in trasformazione incontrate e mappate fino ad ora.

L’evento si terrà il giorno 30 Novembre 2018 alle ore 20:30 presso lo “Spazio Uno” di Via Odoardo Tabacchi 33 a Torino.

I relatori della serata e i rispettivi ambiti di competenza saranno:
– Barbara Giorgis: Alimentazione
– Giovanni Vota: Economia
– Andrea Penna: Medicina
– Lorena Di Maria: Nuovi mondi
– Andrea Leone: Pedagogia
– Isabella Magdala: Sessualità
– Alfonso Crosetto: Spiritualità

Per info e iscrizioni:
Numero verde: 800 58 79 81
Email: eventi@spazio-uno.it

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo
Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

Spazi personali e collettivi: la cultura del gesto in Sardegna
Spazi personali e collettivi: la cultura del gesto in Sardegna

Jorge Eielson, l’artista peruviano che ha scelto Bari Sardo come dimora per l’eternità
Jorge Eielson, l’artista peruviano che ha scelto Bari Sardo come dimora per l’eternità

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

A Gaza è l’intelligenza artificiale a scegliere chi sarà ucciso – #918

|

Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

|

MAG4, la mutua autogestione piemontese, si schiera contro il mercato delle armi

|

Percorsi Spericolati, continua la formazione per sviluppare progetti innovativi per le aree interne

|

Cosa faresti se finissi su un’isola deserta? Esperimento di filosofia a scuola

|

Val Pennavaire in rete: la nuova e inaspettata zuppa di sasso

|

Gaetano, terapista forestale dei Monti Lattari: “La foresta mi ha guarito”

|

Cuscini Bio, la moda etica e quel giocattolo dentro a una fornitura tessile

string(8) "piemonte"