Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
14 Dic 2018

Scuola diffusa della Terra: aperte le iscrizioni

Scritto da: Redazione

Sono aperte fino al 21 dicembre le iscrizioni per la Scuola diffusa della Terra Emilio Sereni, un programma di formazione proposto dall'associazione Terra! e rivolto ai giovani in cerca di occupazione. L'obiettivo è quello di fornire conoscenze e competenze pratiche nel settore dell'agricoltura ecologica offrendo nuove possibilità d'impiego.

Aprire le porte dell’agroecologia ai giovani, contribuendo al ricambio generazionale nel settore primario con uno sguardo attento alla sostenibilità. È questa la missione della Scuola diffusa della Terra Emilio Sereni, un progetto ideato da Terra! insieme alla Nando and Elsa Peretti Foundation giunto quest’anno al suo terzo ciclo.

scuola-diffusa-terra

Vuoi cambiare la situazione
dell'agricoltura in italia?

ATTIVATI

Le iscrizioni al percorso di formazione teorico-pratica sono aperte fino al 21 dicembre: per candidarsi è necessario compilare il form sul sito della scuola (www.scuolaemiliosereni.it). La Scuola Emilio Sereni si rivolge a giovani fino a 40 anni, disoccupati o inoccupati, interessati a intraprendere un percorso che unisce teoria, pratica e tirocinio retribuito in azienda, con l’obiettivo di formare gli agricoltori di domani. Da quest’anno, Terra! aumenta da 15 a 20 il numero dei partecipanti e da 3 a 4 le borse lavoro, che consentiranno ad altrettanti giovani selezionati di proseguire il percorso con un tirocinio di 5 mesi per 800 euro lordi mensili nelle aziende partner del progetto.

Le lezioni teoriche si terranno a Firenze dal 14 al 25 gennaio, presso il Centro Polivalente Avventista del 7° giorno (via del Pergolino 1). La pratica sarà svolta nelle aziende partner dal 28 gennaio all’8 febbraio, dividendo i partecipanti in gruppi (leggi il programma della formazione). Al termine del ciclo formativo, con un processo partecipato saranno scelti i 4 tirocinanti che proseguiranno il percorso nelle aziende partner a partire dal 18 febbraio.

 

Il bando 2019 (scaricabile dal sito della Scuola) è stato presentato oggi in una conferenza stampa alla Regione Toscana, tra i patrocinatori del progetto. All’incontro sono intervenuti Fabio Ciconte, direttore di Terra!, Daniel Monetti, responsabile della Scuola Emilio Sereni, Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale, Leonardo Marras, consigliere regionale, Luca Lischi, capo di gabinetto dell’Assessorato regionale all’Istruzione e Giovanna De Cola, titolare dell’azienda partner della Scuola “Il Felcetone”.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

I “giganti dormienti” del ciclo del carbonio si stanno svegliando? – Io Non Mi Rassegno #240

|

Ragazzi irresponsabili: siamo davvero impotenti di fronte ai cambiamenti climatici? – A tu per tu #7

|

Bambini a contatto con la natura: tutti gli effetti benefici in 10 punti

|

Marco Cappato: “Questa iniziativa può fermare i cambiamenti climatici”

|

La parità di genere ed il linguaggio emotivo siano il cuore di un cambiamento radicale

|

La paura di Lise

|

Il Boschetto: da spazio abbandonato a orto dove si coltivano insieme frutta, verdura e tempo!

|

Covid, scuola e DAD: un sostegno agli studenti in difficoltà per non lasciare indietro nessuno