14 Mag 2019

E venne la tv! (in prima serata). Italia che Cambia a Striscia la Notizia

Scritto da: Daniel Tarozzi

La redazione di Striscia la Notizia ci ha contattato perché interessata a raccontare Italia che Cambia all'interno della rubrica “Occhio al futuro!”. E così anche la troupe dello storico programma di Canale 5 è salita con Daniel Tarozzi a bordo del suo mitico camper.

Dopo 7 anni di viaggio, quando ormai pensavo non sarebbe mai successo, improvvisamente mi contatta Canale 5, in particolare la redazione di Striscia la Notizia. Mi propongono di venirmi a intervistare per la rubrica Occhio al futuro! di Cristina Gabetti. Io, incredulo, accetto ma – ammetto – con un certo scetticismo e un po’ di paura. I miei amici subito iniziano a prendermi in giro. “Ti daranno il tapiro”! “Vogliamo il Gabibibbo!” E simili…

 

E invece Cristina e la sua troupe arrivano veramente. Vengono fin qui, a casa mia, ad Alto. Vengono e mi intervistano in camper, dimostrando di aver studiato il progetto e di apprezzarlo veramente.

 

Il prossimo progetto potrebbe essere il tuo!

Ogni giorno parliamo di uno dei migliaia di progetti che costellano il nostro paese. Vorremmo raccontarne sempre di più, mappare tutte le realtà virtuose, e magari anche la tua, ma per farlo abbiamo bisogno che ognuno faccia la sua parte.

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Qualche settimana dopo va in onda. E ora posso dirlo. È successo veramente. Ed è incredibile come nell’era dei social, della crisi delle tv tradizionali, della critica al pensiero massificato che io stesso propugno, andare in tv faccia effetto. Fa effetto a me, alle persone a me vicine, ma fa effetto nel senso che genera effetti. In pochi minuti centinaia di persone ci hanno scritto, chiesto “l’amicizia”, inviato proposte e domande.

 

E allora? Allora dovremo trovare il modo di entrare di più in quella scatola, per diffondere le storie di Italia che Cambia. Intanto, per una volta, voglio dire grazie a Cristina, Massimo, Beatrice, Olivia. E grazie a tutti i colleghi e le colleghe di Italia che Cambia che ogni giorno lavorano per promuovere il sogno realizzato di un mondo migliore.

 

 

 

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Il Cile è pronto a rivoluzionare la costituzione! – Io Non Mi Rassegno #371

|

Ossa forti e in buona salute per tutta la vita

|

Fondo Forestale Italiano: compriamo boschi per salvarli dall’abbattimento

|

La ‘ndrangheta non è un alibi, la Calabria può cambiare

|

Jonida Xherri e la sua arte partecipata che unisce i popoli

|

Il ciclo mestruale e il ciclo della vita. Un miracolo che si ripete ogni mese – Amore Che Cambia #5

|

Ammàno: “Torno in Calabria per fare il contadino”

|

Lo sviluppo delle aziende nella transizione ecosostenibile