Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
14 Mag 2019

E venne la tv! (in prima serata). Italia che Cambia a Striscia la Notizia

Scritto da: Daniel Tarozzi

La redazione di Striscia la Notizia ci ha contattato perché interessata a raccontare Italia che Cambia all'interno della rubrica “Occhio al futuro!”. E così anche la troupe dello storico programma di Canale 5 è salita con Daniel Tarozzi a bordo del suo mitico camper.

Dopo 7 anni di viaggio, quando ormai pensavo non sarebbe mai successo, improvvisamente mi contatta Canale 5, in particolare la redazione di Striscia la Notizia. Mi propongono di venirmi a intervistare per la rubrica Occhio al futuro! di Cristina Gabetti. Io, incredulo, accetto ma – ammetto – con un certo scetticismo e un po’ di paura. I miei amici subito iniziano a prendermi in giro. “Ti daranno il tapiro”! “Vogliamo il Gabibibbo!” E simili…

 

E invece Cristina e la sua troupe arrivano veramente. Vengono fin qui, a casa mia, ad Alto. Vengono e mi intervistano in camper, dimostrando di aver studiato il progetto e di apprezzarlo veramente.

 

Qualche settimana dopo va in onda. E ora posso dirlo. È successo veramente. Ed è incredibile come nell’era dei social, della crisi delle tv tradizionali, della critica al pensiero massificato che io stesso propugno, andare in tv faccia effetto. Fa effetto a me, alle persone a me vicine, ma fa effetto nel senso che genera effetti. In pochi minuti centinaia di persone ci hanno scritto, chiesto “l’amicizia”, inviato proposte e domande.

 

E allora? Allora dovremo trovare il modo di entrare di più in quella scatola, per diffondere le storie di Italia che Cambia. Intanto, per una volta, voglio dire grazie a Cristina, Massimo, Beatrice, Olivia. E grazie a tutti i colleghi e le colleghe di Italia che Cambia che ogni giorno lavorano per promuovere il sogno realizzato di un mondo migliore.

 

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La Cina verso la grande transizione? – Io Non Mi Rassegno #239

|

La paura di Lise

|

Il Boschetto: da spazio abbandonato a orto dove si coltivano insieme frutta, verdura e tempo!

|

Covid, scuola e DAD: un sostegno agli studenti in difficoltà per non lasciare indietro nessuno

|

Tre artisti si esibiscono nella natura per promuovere l’economia circolare

|

Una rete di famiglie genovesi condivide oggetti, vestiti e buone pratiche per bimbi “a basso impatto”

|

Murales, sartoria sociale, turismo e orti urbani: così rinasce la periferia degradata di Lecce

|

Altro denaro, molto altro denaro