Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
9 Ott 2019

Incontri Migranti: a Torino un ciclo di incontri per raccontare le Storie dai Confini

Scritto da: Lorena Di Maria

Incontri Migranti – Storie dai Confini è un appuntamento organizzato dall’associazione “Oltre La Barriera” per raccontare le storie di migrazioni che avvengono quotidianamente ai confini del nostro Paese e raccontate dai protagonisti che tutti i giorni promuovono vere e proprie iniziativa di solidarietà.

Incontri Migranti – Storie dai Confini è un appuntamento per parlare di casi concreti di accoglienza e solidarietà attraverso un ciclo di incontri per comprendere ciò che tutti i giorni avviene ai confini dell’Italia a proposito della questione migranti. L’iniziativa è organizzata dal comitato Oltre La Barriera, che nasce come gruppo spontaneo di cittadine e cittadini che, sul territorio torinese e in particolare nel quartiere di Barriera di Milano, promuovono la multiculturalità e l’integrazione, condividendo esperienze e rendendo più ospitali e vivibili gli spazi urbani.
«La filosofia dei nostri incontri sulle migrazioni parte da una domanda: “cosa possiamo fare noi?” mi racconta Daniela Re. «Proprio per questo inviteremo a parlare persone che concretamente si attivano per garantire un vero sostegno ai migranti».

Oltre la Barriera ha dato vita ad un comitato autorganizzato antirazzista, per progettare e ridisegnare il quartiere, costruire una rete di auto mutuo aiuto per abbattere le “barriere” e aprire spazi e occasioni di conoscenza e partecipazione. E lo fa attraverso la pulizia del quartiere, passeggiate urbane, letture pubbliche, momenti di incontro per avvicinare le persone creando forme di comunità spontanea.
«Barriera di Milano – mi racconta Daniela – nasce come quartiere di immigrazione e noi qui vi operiamo proprio perchè il tema delle migrazioni vecchie e nuove è una questione importante che non si può affrontare tramite il rifiuto ma all’opposto con un approccio inclusivo».

Il ciclo di incontri nasce dalla collaborazione con Carovane Migranti, Circolo arci Banfo, Il Passo Social Point e Diaconia Valdese, realtà attive sul territorio in ambito di integrazione e accoglienza.

Lunedì 14 ottobre alle ore 18:30, presso Il Passo Social Point, verrà presentata la Cooperativa Johar, testimone di buone pratiche di accoglienza a Torino, che da anni sta portando avanti progetti di sostegno “dal basso”, su piccola scala.

L’appuntamento è pensato per parlare di casi concreti di accoglienza e solidarietà, per offrire una prospettiva umana al fenomeno e per dare visibilità a tutti coloro che pensano che le migrazioni attuali non siano solo una questione di sicurezza e di difesa del nostro bene-stare. La missione di Johar è proprio quella di «perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana ed all’integrazione sociale dei cittadini attraverso lo svolgimento di attività finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, in un autentico spirito di mutualità». La cooperativa infatti gestisce a Torino numerosi progetti di cooperazione internazionale, una bottega equo-solidale e un progetto di accoglienza residenziale diffusa per richiedenti asilo.

Gli incontri successivi avranno luogo Giovedì 14 novembre e Lunedì 9 dicembre, con il racconto delle storie di migrazioni ai confini. Ne è esempio il “Progetto 20k: il confine dell’indifferenza” approfondito in prima persona dall’associazione 20k che sarà ospite e che illustrerà la situazione attuale a Ventimiglia, dove da tempo si occupa di garantire supporto e assistenza alle persone bloccate al confine attraverso raccolta e distribuzione di indumenti, cibo e beni di prima necessità, monitorando le condizioni dei migranti ed effettuando un’ampia comunicazione pubblica sul tema.
Per concludere, l’ultimo incontro sarà “The Game: attraversare il confine non è un gioco” che si focalizzerà sul racconto della rotta balcanica di coloro che dalla Bosnia hanno il desiderio di giungere fino a Trieste.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La crisi del petrolio e la potenza degli oceani – Io Non Mi Rassegno #110

|

Stop agli attendismi: d’inquinamento e di traffico si muore!

|

Un modello di produzione e distribuzione alimentare sostenibile e resiliente

|

Coronavirus e sostegno economico a lavoratori, stagisti e imprese: facciamo il punto!

|

“La salute non è in vendita”: sei richieste per salvare la sanità pubblica

|

“La condivisione ci salverà!”: Gabriele e tutti i volontari dell’emergenza coronavirus

|

Una app per rimettere in pista le piccole botteghe verso una nuova economia

|

Ashoka: la rete degli imprenditori sociali che stanno trasformando il mondo – Io faccio così #285

Copy link
Powered by Social Snap