Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
24 Gen 2020

Licia Baldini e la Casa d’artista: promuovere il turismo con l’Arte Green

Artista e amante della natura, Licia Baldini intende promuovere il turismo sostenibile nel Casentino. Per questo insieme alla madre Jolana ha trasformato la propria abitazione ad Ortignano in una Casa d’artista aperta ai turisti e avviato il progetto Arte Green.

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

ATTIVATI

Nata a Bibbiena, Licia Baldini ha iniziato ad interessarsi all’arte sin da bambina, ispirata dalla natura e dalle sue forme che ama riprodurre sperimentando varie tecniche artistiche e artigianali. Da un po’ di tempo segue progetti artistici e turistici che, mettendo al centro la sostenibilità ambientale, sono finalizzati a promuovere il Casentino. Il B&B “La Casa d’Artista” è la casa in cui Licia vive con sua mamma, personalizzata con l’arte riciclata e diventata un mondo delle favole. La abbiamo intervistata e ci ha raccontato le attività di cui si occupa.

Licia Baldini

Com’è nato il b&b La Casa d’artista?
Io sono un’artista e amante della natura. Da sempre desideravo unire le due cose ed è così che è nato, nella casa dove abitiamo io e mia madre Jolana, il bed & breakfast Casa d’artista. Volevo portare in casa nostra le foreste che ci circondano così ho realizzato questi grandi quadri che raffigurano gli alberi del Parco nazionale; li ho dipinti con una vernice fosforescente per cui la notte si illuminano. Tante persone sono venute a vedere questi dipinti in casa mia e da lì l’idea di aprirla ai turisti per far conoscere la mia arte e al contempo promuovere il nostro territorio.

La tua arte è legata alla promozione del turismo in Casentino ma anche alle tematiche ambientali…
Sì, la mia arte è legata al rispetto per la natura. Utilizzo materiali di riciclo con cui ho fatto molti esperimenti. L’anno scorso è nato il progetto ed il sito Arte Green. Sul sito sono stati pubblicati anche dei video realizzati insieme ad un gruppo di volontari provenienti da tutto il mondo per promuovere il Casentino. Uno di questi volontari ha consigliato di aprire un canale youtube Arte Green dedicato all’arte e al riciclo.

Licia Baldini con la madre Jolana ed un volontario dall’Argentina

In questo momento ti stai dedicando a qualche progetto in particolare?
Adesso sto cercando di avvicinare i bambini al rispetto della natura. Oltre al b&b mia madre gestisce il circolo Arci di Ortignano e li circa due anni fa abbiamo rinnovato completamente i locali e utilizzando soltanto materiali riciclati abbiamo realizzato un campo di fiori ed un bosco autunnale, uno stile vicino ai bambini. Ora sto creando con materiali riciclati gli animali del bosco per accompagnare i bambini alla scoperta degli animali, in particolare di quelli che si possono incontrare in Casentino. Inoltre insieme ad una scrittrice della zona stiamo realizzando dei libri per bambini (sul lupo, sulle api, etc.).

Vorrei anche realizzare dei souvenir green per promuovere il territorio. L’intento è quello di sensibilizzare le persone sulle problematiche ambientali, sui rifiuti, sul riciclo e sul riutilizzo di tutto ciò che abbiamo in casa e non solo. Con Arte Green, vogliamo educare a rispettare e ad amare la Natura e tutto ciò che ne fa parte.

Ortignano, in provincia di Arezzo

Hai un’altra attività lavorativa oltre al b&b e al progetto Arte Green?
Sì, lavoro in un’azienda della zona. In futuro mi piacerebbe poter dedicarmi esclusivamente all’arte e alla promozione turistica del Casentino, una zona bellissima ma poco conosciuta. Pian piano però le cose stanno cambiando e anche la gente del posto sta iniziando a rendersi conto della grande opportunità che il turismo può rappresentare per il nostro territorio. Bisognerebbe fare rete per promuovere il turismo sostenibile delle nostre zone.

#IoNonMiRassegno 21/2/2020

|

Coinquilini solidali: vivere insieme per aiutarsi a vicenda

|

Feminism, torna la fiera dell’editoria delle donne!

|

Paulo Lima, “diventare azione” partendo dai giovani – Io faccio così #280

|

Una giornalista in classe: nelle scuole per portare il cambiamento

|

Muri Sicuri, la street art solidale per le zone terremotate

|

OpetBosna! Quando un gruppo di amici si mobilita per i profughi

|

Figli, la responsabilità quotidiana di restare insieme