14 Gen 2020

Parte il viaggio nella scuola che cambia!

È appena partito il viaggio nella scuola che cambia, per creare un nuovo immaginario ed un futuro diverso: un progetto collaborativo nato dall'incontro tra Italia che Cambia, Scuole Naturali e Ashoka Italia volto a raccontare le esperienze che rendono migliore la scuola italiana. A Udine la prima delle 12 tappe al momento in programma.

Udine, Venezia - È ufficialmente iniziato il viaggio nella scuola che cambia per conoscere e documentare le esperienze di chi sta contribuendo a costruire un nuovo immaginario.

preside scuola che cambia udine
L’intervista al dirigente scolastico dell’Istituto Malignani di Udine

Saliti a bordo del nostro ormai mitico camper, i nostri Daniel Tarozzi e Paolo Cignini sono partiti con l’educatore Danilo Casertano, ideatore di Scuole Naturali, per dare il via a questo progetto sostenuto da Ashoka Italia. Il nuovo viaggio alla scoperta delle scuole in cui si semina il futuro ha preso le mosse dal Friuli Venezia Giulia, precisamente da una delle Scuole Changemaker di Ashoka Italia.

«L’istituto Malignani di Udine dove ci troviamo è un posto straordinario – afferma Danilo Casertano – molto noto per l’aeronautica ma anche per una serie di altre innovazioni che porta avanti grazie a persone che qui vi lavorano molto bene unendo competenze didattiche, pedagogiche ed organizzative».

«Quella di Udine – aggiunge Daniel Tarozzi – è la prima di 12 tappe che abbiamo organizzato da qui al mese di marzo. Un lungo viaggio per raccontare le scuole che cambiano. Sarà banale dirlo, ma se vogliamo cambiare l’Italia non possiamo che partire dalla scuola».

viaggio scuola che cambia
Una delle docenti dell’Istituto Malignani di Udine

«Questo viaggio nella scuola che cambia è un progetto collaborativo che vede protagonista la scuola italiana – spiega Luca Solesin di Ashoka Italia – Molti changemaker (studenti, famiglie, docenti, dirigenti scolastici e tutta la comunità scolastica) ogni giorno con la loro fantasia, passione ed impegno, rendono migliore la scuola italiana. Loro sono i pionieri dell’innovazione didattica, le Scuole Changemaker e i loro Change Leader sono l’esempio di un modello nuovo di fare scuola. Perchè cambiare la scuola italiana è possibile e necessario e dobbiamo raccontare questo cambiamento in atto per creare un nuovo immaginario».

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Dalla sintesi fra oriente e occidente alla rivoluzione dell’educazione: il futuro secondo Sujith Ravindran – Meme! #43
Dalla sintesi fra oriente e occidente alla rivoluzione dell’educazione: il futuro secondo Sujith Ravindran – Meme! #43

Una Preside risponde alla famiglia finlandese: “Credo nella contaminazione fra scuola scandinava e italiana”
Una Preside risponde alla famiglia finlandese: “Credo nella contaminazione fra scuola scandinava e italiana”

Perché nell’era dei social facciamo così fatica a raccontare chi siamo?
Perché nell’era dei social facciamo così fatica a raccontare chi siamo?

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il problema della siccità non è scomparso – #661

|

Dalla sintesi fra oriente e occidente alla rivoluzione dell’educazione: il futuro secondo Sujith Ravindran – Meme! #43

|

“Ci siamo trasferiti in montagna e ora cerchiamo persone per costituire una cooperativa di comunità”

|

Senza sbarre: un’alternativa al carcere è possibile

|

4 cose da fare se si trova una baby tartaruga marina spiaggiata

|

Stato Bradipo: nell’era della fast fashion, un progetto di moda lenta, etica ed ecologica

|

Associazione vittime dell’uranio impoverito: “Con le esercitazioni Nato in Sardegna è in atto un massacro”

|

Dall’Australia a Mussomeli. Danny McCubbin con The Good Kitchen prepara pasti gratis per chi ne ha bisogno