Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
22 Apr 2020

Si può facilitare il cambiamento? – Matrix è dentro di noi #2

Scritto da: Daniel Tarozzi

In questa seconda puntata Daniel Tarozzi si confronta con Melania Bigi e Ilaria Magagna di Tara Facilitazione. Parleremo di come facilitare il cambiamento, di cosa sia la facilitazione, ma anche di cosa significhi ripensare il lavoro in questo momento storico. E molto altro ancora.

Eccoci giunti alla seconda puntata di questo nuovo format. Sono passato da nessun ospite (a parte il mio alter ego) a due ospiti e che ospiti! Oggi, infatti, ho intervistato Melania Bigi e Ilaria Magagna, due amiche prima che due facilitatrici, ma soprattutto due donne che stimo immensamente e per cui provo tanta gratitudine.

In questi anni, infatti, Melania e Ilaria mi hanno insegnato cos’è la facilitazione. Grazie ad essa siamo riusciti a far dialogare oltre 100 attori del cambiamento nei nostri tavoli tematici e grazie ad essa riusciamo a lavorare in modo coordinato ed efficiente nel nostro gruppo. Non solo. Sempre grazie alla facilitazione sempre più aziende riescono a ottimizzare i propri processi lavorativi e le proprie dinamiche interne.

Ecco perché ho deciso di intervistarle. Abbiamo conversato su tutto: dai giorni difficili del covid-19, ai processi interni ed esterni che frenano il cambiamento, per arrivare ad approfondire la facilitazione e l’organizzazione che loro hanno creato, Tara.

Cosa c’entra con il tema di questo format? Tutto! Matrix è dentro di noi quando ci convinciamo di non potere cambiare le cose ma è dentro di noi anche quando pretendiamo di farlo senza formarci, senza acquisire strumenti, senza metterci in discussione in prima persona. Ma ora basta spoiler e buona visione!

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Esplosione a Beirut: i nuovi retroscena – Io Non Mi Rassegno #196

|

L’ecovillaggio Torri Superiore, il cantiere del vivere sostenibile che ha fatto la storia – Io faccio così #295

|

Elena e Sara: la rivoluzione degli abiti usati per “riformare” il sistema moda

|

Il cammino delle panchine invita le persone a sostare su ciò che è importante

|

A Palermo i ragazzi del carcere minorile ripartono dai biscotti

|

Piccole scuole e piccoli comuni? Creiamo un’allenza educativa virtuosa

|

Come creare una società più equa e collaborativa nella ripresa post Covid-19?

|

Nocciola Italia: contadini e cittadini contro l’avanzata delle monoculture