18 Mag 2021

Apre il circolo Montag: “Leggere ci avvicina agli altri e ci fa stare bene”

Scritto da: Valentina D'Amora

A La Spezia è nato il Circolo Montag: gruppi di lettura, reading, incontri con scrittori, consegna di libri a domicilio, letture all’aperto e biblioteca itinerante. Perché leggere non è un'attività solitaria, anzi: i suoi risvolti sociali sono potenti.

La Spezia - Un antidoto alla solitudine di questo periodo? Leggere. Sfogliando un libro si apre la mente, si esercita l’empatia, guardando il mondo con gli occhi dei personaggi, ma si può anche cucire un piacevole momento di condivisione, per riscoprire la bellezza di stare insieme. È quello che sta succedendo a La Spezia, all’interno del nuovissimo circolo Montag, fondato da Auser Cultura.

«Abbiamo deciso di inaugurarlo il 25 aprile – spiega Massimo Federici, direttore di AUSER – perché il nostro circolo vuole essere anche un luogo di pensiero e di riflessione resistente, al periodo storico sì, ma anche alla scarsa propensione alla lettura che purtroppo caratterizza questo Paese». Montag, però, è un “partigiano” anche nei confronti dei librai e delle librerie, che stanno vivendo una grave crisi a causa delle potenti piattaforme di vendita online.

AUSER libreria
Una volontaria nella sede di AUSER

L’IDEA

«L’idea è nata per dare un nuovo volto alla nostra passione per la lettura all’interno di un’associazione, l’AUSER, che si occupa di anziani, ma non solo. In questo senso, abbiamo deciso di proporre una cosa antica e moderna nello stesso tempo». Nel calendario di eventi di Montag ci saranno infatti attività più classiche, come letture collettive, reading e incontri con gli scrittori, ma con un taglio solidale, come consegne di libri a casa di chi, per motivi di salute, non può raggiugere il circolo.

Contribuisci all’informazione libera!

Mentre la gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i meravigliosi cambiamenti in atto del nostro paese, noi abbiamo scelto di farlo con un’informazione diversa, autentica, che sia d’ispirazione per chi vuole veramente attivarsi per cambiare le cose. 

Per farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Attivati anche tu per cambiare l’immaginario!

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Alcuni volontari, poi, andranno a leggere all’interno di residenze per anziani o a casa di persone ipovedenti. L’approccio sociale di Montag è chiaro: vuole garantire a tutti, nessuno escluso, il conforto della lettura, che oltre a dare benessere psicologico agli anziani, li aiuta a conservare la memoria, perché se il cervello viene stimolato, invecchia più lentamente. Il circolo Montag si trova a La Spezia, in Via Parma 24, all’interno della sede spezzina di AUSER, ma gli appuntamenti saranno in parchi pubblici, locali e biblioteche.

GLI INTRECCI

«Proprio in queste settimane ci stiamo rafforzando con svariate adesioni di nuovi volontari che vogliono darci una mano e stiamo attivando diverse collaborazioni con associazioni del territorio e case editrici. Il nostro obiettivo è coinvolgere la cittadinanza di tutte le età: i nostri incontri non si rivolgeranno solo agli adulti, ma anche a giovani e bambini, perché “lettori si diventa” e il tempo dedicato ai libri è tempo di crescita».

Sono poi moltissime le idee e le possibilità per fare rete con le scuole della zona: «Stiamo organizzando un evento proprio con una scuola a Levanto, legato alle memorie di mare. Si chiamerà “Il vecchio e il mare” e sono previste letture di brevi racconti a tema, ma anche una chiamata a raccolta per i nonni di tutti gli alunni che potranno partecipare portando un ricordo da condividere che abbia a che fare con il mare».

Bibliotec auser

Prossimamente a Montag nascerà prossimamente una biblioteca interna, ma l’idea è di mettere a sistema anche le tante “bibliotechine” di quartiere e di paese, allo scopo di organizzarle e strutturarle. E in programma c’è anche la creazione di una piccola “biblioteca viaggiante” con un gruppo di volontari che, a bordo di un van, porteranno i libri a spasso per la riviera. Un progetto poliedrico con un unico fine: diffondere cultura e occasioni di socializzazione.

 “La lettura è un rapporto con noi stessi e non solo col libro, col nostro mondo interiore attraverso il mondo che il libro ci apre”. Italo Calvino

Articoli simili
“Ivrea città industriale del XX secolo” nella lista del Patrimonio Mondiale UNESCO

Keith Emerson, il suicidio di un artista

Gli Scarti: inclusione sociale e ricerca artistica salgono sul palco – Io faccio così #296
Gli Scarti: inclusione sociale e ricerca artistica salgono sul palco – Io faccio così #296

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Daniela Ducato è la nuova presidente di WWF Italia! – #528

|

Grounded: ritrovarsi in alta montagna per riconnettersi alla natura ed esplorare il proprio potenziale

|

Sicily coast to coast, il giro della Sicilia in bicicletta per raccogliere fondi per la disabilità

|

Ci sarà un bel clima: il collettivo che valorizza la montagna a passo lento

|

La storia di Adele, che è tornata in Calabria per fare l’artigiana e vivere la sua terra

|

Obbligo vaccinale per le professioni socio-sanitarie: cosa sta succedendo all’interno degli Ordini?

|

La cosmetologa Gloriana Assalti: “Non vergognatevi del vostro corpo, valorizzatelo”

|

Da Tunisi a Milano in bicicletta: “Lo faccio per sostenere chi salva vite umane”