13 Set 2021

Cascina Mellano: un’azienda agricola che guarda all’ambiente

Scritto da: Davide Artusi

L'azienda agricola Cascina Mellano di Rivalta di Torino è uno di quei progetti virtuosi che, in Piemonte, sta scommettendo sull'agrobiodiversità per la coltivazione di prodotti genuini senza l’aggiunta di pesticidi e tramite un'agricoltura a produzione integrata. Ce ne parla Simona, responsabile dell’azienda insieme al marito, che ci verrà in aiuto per scoprire meglio tutto ciò che questa realtà ha da offrire.

Salva nei preferiti

Torino - A Rivalta, a pochi passi da Torino, c’è un’azienda agricola che si prende cura della terra per valorizzare la cultura e la tradizione del territorio, facendo rivivere quei sapori vecchi e sconosciuti che stanno via via scomparendo. Si chiama Cascina Mellano e, con sede presso l’Oasi Mellano, è il progetto di Simona, che ci racconta la storia dell’azienda di cui è fondatrice e responsabile.

«Provengo da una famiglia ligure – continua Simona – abbiamo sempre avuto terreni e producevamo olio. Non è mai stato un lavoro per noi ma più una passione, un hobby. Ho trascorso quindici anni all’estero e, una volta tornata, volevo gettarmi sul biologico e dare un mio contributo all’ambiente, producendo prodotti genuini e naturali. È così che è nata la cascina, di cui ci occupiamo io e mio marito, aiutati da quattro collaboratori».

Cascina Mellano 1

La Cascina Mellano ha due sedi, una in Liguria, priva del punto vendita e dotata di terreni e magazzini, e l’altra in Piemonte, dove sono presenti entrambe le strutture. «Stiamo cercando di ampliare i mercati, anziché i punti vendita, perché occupano solo mezza giornata e, avendo da poco partorito, dunque dovendo concentrare tempo ed energie per la bimba, il mercato è molto più gestibile e non necessita della presenza dalla mattina alla sera». 

In tre ettari l’azienda ospita circa 2800 piante: «la produzione di piante di frutti antichi, ovvero di quelle tipologie di frutti che sono stati decimati con l’arrivo delle colture industriali, è uno dei punti di forza dell’azienda agricola. Le proprietà organolettiche migliori, la forte resistenza alle fitopatologie e una buona conservabilità nel tempo, sono alcune delle caratteristiche uniche di queste piante». 

Le coltivazioni avvengono attraverso il metodo di agricoltura a produzione integrata. Si tratta di una tecnica di produzione agricola che permette la riduzione dei residui di fitofarmaci nei prodotti agricoli, utilizzati comunemente per curare o prevenire infezioni sui vegetali, attenuando, di conseguenza, l’impatto ambientale dovuto all’uso dei prodotti chimici. La Cascina Mellano permette di offrire, attraverso questo tipo di coltivazione, verdure fresche e ortaggi, sani e naturali. 

Cascina Mellano 2

Altro fiore all’occhiello dell’azienda è l’Olio Extravergine, che viene ricavato da olive taggiasche utilizzando metodi in linea con il trattamento biologico. «Altro prodotto di punta sono le uova – riprende Simona – che vengono prodotte dalle nostre 250 galline campagnole e 250 galline padovane. Tutte loro vengono nutrite con mangime naturale, lasciate libere di scorrazzare durante il giorno e durante la notte godono della protezione di pollai dall’alto standard igienico». 

Oltre alle galline, la Cascina Mellano è popolata anche da altri animali, tra i quali caprette, cavalli e cani. «La presenza di un gran numero di animali – afferma Simona – e di una vasta gamma di vegetali, frutta, ortaggi, ha permesso di dare vita alla fattoria didattica e a laboratori per i più piccoli. I bambini vanno così a svolgere attività più o meno brevi, che vanno dalla durata di un paio d’ore, ad attività più lunghe con un percorso da seguire». Causa Covid, la collaborazione con le scuole si è dovuta interrompere, mentre è potuta continuare quella privata, con le famiglie. 

Cascina Mellano 3

«In questo momento il punto vendita è in azienda, in un gazebo. Abbiamo presentato in comune il progetto per costruire un cascinale grande con il laboratorio di produzione sul retro. I prodotti continueranno a essere autoprodotti e trasformati da noi. In più, quando riprenderà l’attività di fattoria didattica con le scuole comunali, i bambini avranno la possibilità di mettere direttamente le mani in questi laboratori, ad esempio facendosi da sé la marmellatina, raccogliendo la fragola e trasformandola direttamente in marmellata, cosa non possibile fino a ora». Con queste parole Simona ci presenta il progetto di questo nuovo cascinale, nel quale verranno trasferiti il punto vendita e le varie attività. 

L’azienda agricola Cascina Mellano, Simona, suo marito e i vari collaboratori, sono chiari esempi di come una passione sia in grado di diventare un lavoro, da svolgere a tempo pieno, cercando di realizzare prodotti e attività capaci di fare del bene alla natura e alle persone, e di insegnare ai più giovani l’importanza del territorio e la sua immensa capacità di offrire, alle creature che lo popolano, alimenti sani e naturali.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
La VegToria, la nuova fattoria vegana sulle alture di Genova
La VegToria, la nuova fattoria vegana sulle alture di Genova

Consorzio Marche Biologiche: filiera bio e corta per crescere insieme
Consorzio Marche Biologiche: filiera bio e corta per crescere insieme

Franco D’Eusanio e i vini di Chiusa Grande: “È un equilibrio naturale, noi non interveniamo”
Franco D’Eusanio e i vini di Chiusa Grande: “È un equilibrio naturale, noi non interveniamo”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Diritti animali, spiagge depredate e accessibilità – INMR Sardegna #38

|

Nasce un nuovo impianto fotovoltaico collettivo: servirà 75 famiglie

|

La pesca nello Stretto di Messina, tradizionale e sostenibile, diventa presidio Slow Food

|

Discarica di Lentini, tra chiusure e riaperture emerge la gestione dei rifiuti fallimentare in Sicilia

|

Consumi idrici: Italia ai primi posti in Europa per usi agricoli, industriali e domestici

|

Fotovoltaico in casa: è più ecologico vendere o accumulare l’energia in eccesso?

|

In Sardegna la rivolta degli ulivi contro il Tyrrhenian Link ma Todde rimarca: “L’opera è necessaria”

|

Empatia, vita itinerante, mal di denti e revisioni di camper

string(8) "piemonte"