20 Mar 2023

Matrioška, l’officina di creatività e manualità che fa rivivere gli spazi abbandonati della città

Scritto da: Davide Artusi

Matrioška è uno spazio di ricerca, un luogo in cui artigiani, designer e artisti si riuniscono per presentare i loro pezzi unici fatti a mano. Ma è anche un laboratorio che organizza corsi per giovani e adulti e un progetto che si affida a un approccio totale all’arte che unisce teatro, cinema, musica, letteratura, pittura e cucina. Senza dimenticare uno degli obiettivi principali: rigenerare spazi urbani abbandonati.

Salva nei preferiti

Rimini, Emilia-Romagna - «Italianità, artigianalità, design e stile sono le materie prime con cui lavora Matrioška, un contenitore dove le diversità diventano qualità, i difetti stimoli, le eccentricità innovazione e il fare si trasforma in poesia». Si presenta così Matrioška raccontando il proprio progetto, nato dalle relazioni fra l’elevato numero di artigiani e creativi che popola la costa romagnola e dal desiderio di mettere in rete le più disparate realtà artistiche, facendole conoscere ai più e mettendole in contatto l’una con l’altra.

Matrioška si può definire uno spazio di ricerca che raggruppa artisti che immaginano e producono pezzi unici. Le esposizioni che vengono realizzate da Matrioška permettono di mostrare i prodotti di questi artigiani, insieme ai processi attraverso i quali nel concreto prendono forma. Si può interagire con potenziali compratori, rispondere alle domande di curiosi e interfacciarsi con gli altri creativi, condividendo progetti e scambiandosi idee.

Matrioska 3

«Matrioška nasce nel dicembre del 2011 – ci racconta Carlotta, che fa parte di Matrioška – con un duplice intento: da una parte riqualificare spazi invisibili e abbandonati della città di Rimini e dall’altra riaprirli al pubblico donando loro bellezza attraverso il lavoro di designer e artigiani selezionati. Questi artisti hanno come punto in comune quello di realizzare opere fatte a mano e, proprio per questo motivo, noi amiamo chiamarli manufatturieri».

«Abbiamo utilizzato il termine matrioska perché volevamo indicare un contenitore, uno spazio espositivo poliedrico che potesse racchiudere tante idee e tante iniziative. Allestiamo mostre, prepariamo corsi di formazione sia per giovani sia per adulti e organizziamo convegni», prosegue Carlotta. Ciò che più contraddistingue Matrioška è però il suo approccio totale all’arte, senza dimenticarsi anche della sua parte più ricreativa, che unisce teatro, cinema, musica, letteratura, pittura e anche cucina.

Fino a oggi tutti gli eventi organizzati da Matrioška hanno avuto sede a Rimini. Il luogo viene scelto in contraddizione con la sua destinazione d’uso abituale con lo scopo dichiarato di venire reinterpretato dagli artigiani che prendono parte all’esposizione. Si tratta di location di solito poco conosciute dai cittadini, che quindi vengono riscoperte per l’occasione.

Matrioska

Questo aspetto è collegato alla volontà di portare avanti anche un processo di rigenerazione urbana, sempre ovviamente servendosi degli strumenti di arte e artigianato. Così si ridà vita, anche solo per una serata, a edifici e zone della città in disuso o in stato di abbandono, con l’idea di farli notare e gettare un seme che magari germoglierà in un progetto di riqualificazione. Ad esempio, nel corso di questi anni Matrioška ha organizzato mostre e laboratori ad esempio in un concessionario, in un complesso duecentesco che ora ospita un teatro, in una ex stazione degli autobus e in una pensione sul mare in disuso.

«Vi è inoltre una grande differenza – riprende Carlotta – tra ciò che Matrioška propone in inverno e ciò che invece organizza in estate. Nell’evento estivo diamo un maggiore risalto alla parte di intrattenimento, quindi cerchiamo di dare un taglio più festaiolo agli eventi, mentre in inverno ci concentriamo più sulla componente di esposizione, di vetrina, di mostra e di allestimento scenografico».

Matrioška nasce con un duplice intento: da una parte riqualificare spazi invisibili e abbandonati della città e dall’altra riaprirli al pubblico

Vari sono i laboratori che Matrioška tiene nel corso dell’anno. «Il doposcuola – spiega Carlotta – è dedicato ai bimbi di varie fasce d’età, dalla scuola d’infanzia fino alla scuola secondaria di primo grado; qui vengono svolte attività manuali e artigianali, tenute dai nostri artigiani e designer. L’Accademia invece è dedicata agli adulti, con un livello di difficoltà più elevato. Oltre ai nostri artisti questi corsi vengono tenuti anche da figure esterne».

Abbiamo infine La fucina del pensiero, che prende vita grazie alla collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Rimini e che ha come principale obiettivo quello di cercare e invitare creativi e designer famosi a raccontare la loro storia su come sono riusciti ad affermarsi. Matrioška è un progetto in continua crescita, pieno di idee da esprimere e a cui dare vita e che, nel futuro, ha il desiderio di espandersi al di fuori di Rimini, per portare laboratori ed esposizioni in nuove zone e città.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Abiti e abitudini dell’abitare la Sardegna glocale
Abiti e abitudini dell’abitare la Sardegna glocale

Sensuability®️, abbattere i tabù su sessualità e disabilità attraverso l’arte – Dove eravamo rimasti #31
Sensuability®️, abbattere i tabù su sessualità e disabilità attraverso l’arte – Dove eravamo rimasti #31

Su 28 aprili est Sa Die, sa festa natzionale de su populu sardu
Su 28 aprili est Sa Die, sa festa natzionale de su populu sardu

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Terremoti ai Campi flegrei: la paura e i piani di evacuazione incompleti – #936

|

Dalla Sardegna arriva l’intelligenza artificiale locale e sostenibile che “parla” con le piante

|

Mindful eating: l’approccio a un’alimentazione consapevole promosso da Marina e Paola

|

A Capaci nasce MuST23, un museo interattivo come luogo di riscatto civile e sociale

|

Eirenefest: dall’arte all’ambiente, tre giorni di festa per la pace e la nonviolenza

|

Al via il trekking alla scoperta dei parchi naturali italiani

|

Voglia di riconnettersi con la natura? Seguite Il Richiamo del Bosco

|

Il forno di Vincenzo: un progetto di comunità è la risposta alla X Fragile

string(9) "nazionale"