17 Apr 2023

Impact Mountain School: una scuola per fare innovazione sociale nelle aree interne

Una scuola per futuri montanari e montanare con un progetto da sviluppare nelle aree interne: parliamo della Impact Mountain School, che si terrà nel paese di Melle (CN), da 26 al 30 luglio 2023. È gratuita e aperta a un massimo di venti partecipanti, che potranno prendere parte ad attività di formazione, confronto e approfondimento per sviluppare la propria idea imprenditoriale ad impatto sociale.

Salva nei preferiti

Cuneo - Melle (CN) è un piccolo borgo piemontese della Val Varaita, tornato in fermento grazie ad alcune innovative intuizioni imprenditoriali che ne hanno ravvivato il tessuto sociale e la comunità. Proprio qui nel 2012 è nato il progetto degli Antagonisti, un gruppo di giovani che con il loro coraggio e la loro determinazione hanno voluto sfidare la convinzione che fosse impossibile fare impresa in un piccolo paesino della Valle Varaita.

Con la creazione della loro Officina e dell’Ostello stanno ridando linfa vitale a un paese, oltre che speranza a un’intera valle. Ed è proprio a Melle che si svolgerà la La terza edizione della GrandUP! IMPACT Mountain School, una scuola gratuita e aperta a un massimo di venti partecipanti interessati a sviluppare progetti o attività in montagna: prevede, dal 26 al 30 luglio, un ricco programma di incontri con esperti ed esperte di innovazione sociale oltre che attività nelle aree interne.

Melle1
PERCHÉ UNA SCUOLA PER FARE INNOVAZIONE?

La Impact Mountain School è un’iniziativa promossa dalla Fondazione CRC nell’ambito del progetto GrandUP! IMPACT in collaborazione con SocialFare – Centro per l’Innovazione Sociale: una scuola quindi per diffondere conoscenza e offrire opportunità di rete e di imprenditorialità sociale nei territori più marginali.

L’ecosistema montano si trova oggi ad affrontare molte sfide che richiedono soluzioni imprenditoriali innovative, in un’ottica che trasformi i problemi in opportunità. Per questo si cercano esploratori del contesto montano e/o futuri montanari con una progettualità in atto o da avviare, in risposta a sfide sociali delle aree interne. Far crescere il proprio progetto dunque, approfondendo gli aspetti di sostenibilità sociale, ambientale ed economica.

CINQUE GIORNI DI FORMAZIONE

Le attività si svolgeranno prevalentemente presso le strutture locali e i partecipanti saranno ospiti degli Antagonisti di Melle. Le spese di vitto/alloggio saranno coperte dalla Fondazione CRC mentre il trasporto sarà a carico dei partecipanti. Entro il 30 aprile potranno iscriversi, a titolo individuale, persone maggiorenni e interessate di cui dieci provenienti dalla provincia di Cuneo e le altre dal resto di Italia.

L’ecosistema montano si trova oggi ad affrontare molte sfide che richiedono soluzioni imprenditoriali innovative

ACCOMPAGNARE PROGETTI DI SVILUPPO

Durante i cinque giorni di formazione, i partecipanti avranno la possibilità di confrontarsi, ricevere spunti di respiro internazionale e approcciarsi al mondo dell’innovazione sociale. Durante la scuola saranno infatti presentati e sperimentati strumenti e processi utili alla progettazione con il supporto di esperti di innovazione sociale, impact design e imprenditorialità a impatto sociale.

La scuola intende formare e supportare progettualità a più livelli: per creare una nuova comunità attraverso progetti e servizi realizzati a favore della collettività, come nel caso delle comunità energetiche; per un nuovo abitare, come progetti o servizi che valorizzino il patrimonio pubblico o privato locale e le peculiarità territoriali per favorire l’insediamento stabile nelle aree interne o come forme di turismo sostenibile; per una nuova biodiversità, attraverso progetti o servizi che valorizzino il patrimonio naturale esistente, la storia e la tradizione del territorio; infine, per una nuova prossimità, con progetti o servizi che soddisfino i bisogni essenziali delle comunità locali come l’accesso alla sanità, all’istruzione o ai trasporti.

Melle2
LE ATTIVITÀ IN PROGRAMMA

Il programma si avvale dell’esperienza consolidata del team di SocialFare, di esperti ad hoc e di un approccio innovativo e ibrido di competenze e strumenti propri dell’innovazione sociale con focus sulle aree interne montane. Durante il corso non mancheranno attività teoriche e pratiche per progettare verso lo sviluppo sostenibile dell’ecosistema montano; oppure racconti di esperti e casi studio in aree di montagna; o ancora la condivisione tra partecipanti e la creazione di team, le best practices e prospettive e opportunità per rendere possibile il proprio progetto.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il bando GrandUp! di Fondazione CRC.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Francesco Piobbichi, il disegnatore sociale che mette la sua arte al servizio delle persone migranti
Francesco Piobbichi, il disegnatore sociale che mette la sua arte al servizio delle persone migranti

Progetto Vallə, un cortometraggio intergenerazionale per raccontare territori e comunità
Progetto Vallə, un cortometraggio intergenerazionale per raccontare territori e comunità

Itaca, il podcast che racconta la Sardegna come un arcipelago di storie e opportunità possibili
Itaca, il podcast che racconta la Sardegna come un arcipelago di storie e opportunità possibili

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Europee 2024: politici o influencer? C’è stata l’ondata nera? – #948

|

Agroecologia, sostenibilità, comunità: la Sardegna al centro del festival “Challenge Naturalmente locale”

|

Clara Vitaggio, enologa tra vin de garage e ricerche sui vitigni reliquia

|

Rina e basta, il libro per bambini sulla ricerca di identità ambientato nel mar Ligure

|

Archingreen: bioedilizia e materiali naturali per case a misura di persona e di Pianeta – Dove eravamo rimasti #32

|

Magarìe, la fattoria “magica” dove la disabilità si trasforma in opportunità

|

Save My Ocean, il movimento per proteggere l’ambiente marino fondato da una giovane ogliastrina

|

Francesco Piobbichi, il disegnatore sociale che mette la sua arte al servizio delle persone migranti

string(8) "piemonte"