3 Gen 2024

La Locomotiva ONLUS: solidarietà, educazione e cultura sul territorio napoletano

La Locomotiva ONLUS con i suoi educatori di strada si impegna da più di vent'anni per diffondere solidarietà, educazione e cultura sul territorio napoletano. I progetti che porta avanti mirano alla costruzione di una società equa e a eliminare le disuguaglianze. Offre sostegno, aiuto e accoglienza ai meno fortunati, accompagna i più giovani in percorsi di crescita e miglioramento e sostiene le famiglie del territorio nella ricerca del benessere familiare.

Campania - La solidarietà, per essere efficace, deve riuscire ad arrivare ovunque e a tutti: questa è la missione che La Locomotiva e i suoi educatori di strada portano avanti da più di vent’anni sul territorio napoletano. La squadra de La Locomotiva è formata da sociologi, psicologi, educatori, economisti, operatori sociali e volontari che, unendo e condividendo i propri saperi, lavorano insieme alla costruzione di una comunità equa e solidale e attenta ai bisogni di chi è meno fortunato.

Locomotiva1
LA LOCOMOTIVA E LA LOTTA ALLE DISUGUAGLIANZE

La Locomotiva ONLUS è attiva a Napoli dal 2000. Nella convinzione che l’educazione sia il miglior modo per veicolare cambiamenti sociali, i primi progetti portati avanti dalla cooperativa sono rivolti agli adolescenti e mirano a sensibilizzare sull’importanza di una cittadinanza attiva. Sensibilizzazione ed educazione, all’interno di La Locomotiva, sono sempre andati di pari passo con l’azione concreta di lotta alle disuguaglianze.

Ogni progetto e ogni iniziativa mirano a diffondere i valori promossi da La Locomotiva e che sono anche il motore che anima tutti gli operatori: essenzialità, coerenza, tenerezza, accoglienza, condivisione e partecipazione.

LA REDAZIONE NAPOLETANA DI “SCARP DE TENNIS”

Nel 2002 La Locomotiva dà vita alla redazione napoletana del progetto “Scarp de’ Tennis”, un giornale di strada e un progetto di solidarietà iniziato a Milano, ormai trent’anni fa, da un’idea di Pietro Greppi. Il giornale “Scarp de’ tenis” nasce con l’obiettivo di dare supporto e aiuto a persone senza fissa dimora o che soffrono altre forme di svantaggio o esclusione sociale, non solo tramite un’occupazione e un reddito, ma anche accompagnandoli in un percorso di ricostruzione dell’autostima e di reinserimento in società.

Tutte le redazioni italiane di “Scarp”, compresa ovviamente quella napoletana, si impegnano per fare in modo che ciascuno trovi la propria voce, la fiducia e l’orgoglio nella propria storia e la voglia di raccontarla. Il giornale vuole fare in modo che tutti si sentano parte integrante e importante della società e a questo mirano i laboratori e i percorsi individualizzati organizzati da tutte le redazioni locali. 

Locomotiva2 1
CASA CLORINDA E L’ISTITUTO SANT’ANONIO LA PALMA

Accoglienza è uno dei valori perseguiti da La Locomotiva Onlus che già dal 2005 gestisce, insieme alla cooperativa “Il Millepiedi”, Casa Clorinda, situata a pochi passi da piazza Dante, nel centro di Napoli. Casa Clorinda è un luogo sicuro di ospitalità per giovani ragazze che vivono in condizioni di disagio affettivo, culturale e sociale. Casa Clorinda è un luogo di pace, che accogliendo insegna ad accogliere e a stare insieme agli altri, nel rispetto, nella reciprocità e in un quotidiano esercizio alla non violenza.

Il medesimo desiderio di fornire accoglienza ha spinto La Locomotiva a prendere in gestione anche l’Istituto Sant’Antonio La Palma, che offre un letto e un tetto a chi è senza fissa dimora. Questo centro comunale gestito dalla cooperativa ospita ogni notte fino a cento persone e, nei mesi più freddi, è possibile accedervi anche durante il pomeriggio. L’obiettivo non è solo quello di offrire un rifugio temporaneo, ma anche quello di accompagnare le persone bisognose in percorsi di formazione finalizzati a riconquistare la propria autonomia.

L’enorme struttura, ex orfanotrofio, ospita dal 2019 anche un altro progetto portato avanti dalla Locomotiva e indirizzato ai bambini e i ragazzi del quartiere sanità: “Jucà pe cagnà”, ovvero “giocare per cambiare”, con l’obiettivo di trasmettere i valori dello sport, considerato come catalizzatore di cambiamento sociale e culturale.

Locomotiva2
LA CITTÀ DEI RAGAZZI E IL POLO TERRITORIALE PER LA FAMIGLIA

L’attenzione di La Locomotiva è, comunque fin dalla sua nascita, rivolta anche all’educazione e alla sensibilizzazione dei giovani e sul territorio è diventata un punto di riferimento per la formazione giovanile. La Locomotiva promuove il progetto “La città dei giovani” con l’obiettivo di favorire lo sviluppo di comunità attraverso laboratori artistici e pratici, aiutando i più giovani ad imparare ad esprimere e a riconoscere i propri interessi e bisogni concreti, a sperimentare la creatività personale e collettiva e a sviluppare la capacità di scegliere, oltre che la conoscenza e il rispetto reciproco.

La Locomotiva offre il suo sostegno anche alle famiglie del territorio gestendo un Polo territoriale, uno spazio in cui si cerca di promuovere il benessere dell’interno nucleo familiare, organizzando attività di accompagnamento alla genitorialità o sostenendo le relazioni di coppia o con i figli. Ogni progetto e ogni iniziativa mirano a diffondere i valori promossi da La Locomotiva e che sono anche il motore che anima tutti gli operatori: essenzialità, coerenza, tenerezza, accoglienza, condivisione e partecipazione.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
A Caltanissetta arriva Custodi del bello: le persone fragili si prendono cura della bellezza
A Caltanissetta arriva Custodi del bello: le persone fragili si prendono cura della bellezza

La storia di Tania, che combatte la sclerosi grazie alla solidarietà della famiglia che l’ha accolta
La storia di Tania, che combatte la sclerosi grazie alla solidarietà della famiglia che l’ha accolta

Sant’Anastasia, la squadra di calcio femminile che aiuta a combattere le disparità di genere
Sant’Anastasia, la squadra di calcio femminile che aiuta a combattere le disparità di genere

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

L’ex Ilva verrà commissariata, di nuovo – #882

|

A Lanusei classi quinte in gita durante le elezioni regionali: il diritto di voto è solo “a metà”

|

Auschwitz e Gaza: che cos’è l’essere umano?

|

Violenza di genere: “Tutti noi dovremmo mettere in discussione i nostri valori, opinioni e credenze”

|

Una nuova vita al Mulino Marghen, fra relazioni umane e natura

|

Destinazione Ogliastra, una rete per un approccio sostenibile e identitario al turismo nel territorio

|

Rising Time: Elena e Andrea tornano in Calabria per lanciare i giovani artisti locali

|

Il Museo dell’Emigrazione Italiana: un’esperienza diversa per sconfiggere i pregiudizi

string(6) "napoli"