14 Apr 2015

Sarà l’agricoltura naturale a salvarci?

Scritto da: Redazione

Quali sono le alternative alla produzione del cibo industriale? A quale fetta di mercato può rivolgersi un consumatore che ha […]

Salva nei preferiti

Quali sono le alternative alla produzione del cibo industriale? A quale fetta di mercato può rivolgersi un consumatore che ha a cuore la tutela del territorio e che desidera cibarsi di alimenti sani? I produttori di Genuino Clandestino propongono la loro alternativa a Vicenza in un incontro di tre giorni.

 

 

gcavicenza

Genuino clandestino  è un gruppo informale di contadini che si definisce rete di comunità in lotta per l’autodeterminazione alimentare. Della rete fanno parte produttori di ogni regione d’Italia, ed è per questo che da sempre il gruppo cerca di organizzare incontri a carattere nazionale.

 

 

Questa volta l’appuntamento è Vicenza, la città che dal 2007 è in presidio contro la costruzione di una nuova base statunitense. Affianco al presidio, nel 2008 è nato anche un gruppo di acquisto solidale, il Gas No Dal Molin, nato dall’idea che la terra si possa tutelare dalla militarizzazione e dalla cementificazione anche e soprattutto grazie alla piccola agricoltura contadina.

 

Dal 17 al 19 aprile i contadini di Genuino Clandestino, assieme ai protagonisti del Gas No Dal Molin, si incontreranno al centro sociale Ex Bocciodromo per discutere di produzione del cibo, garanzia partecipata, Ogm, grandi opere, e soprattutto di buona agricoltura, un’agricoltura naturale fatta di tutela del territorio, “opposta a quella portata avanti dalle multinazionali che saranno ospitate a Milano durante l’Expo 2015″ spiegano gli organizzatori.

 

Visualizza Genuino Clandestino sulla Mappa dell’Italia che Cambia!

 

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Clara Vitaggio, enologa tra vin de garage e ricerche sui vitigni reliquia
Clara Vitaggio, enologa tra vin de garage e ricerche sui vitigni reliquia

Magarìe, la fattoria “magica” dove la disabilità si trasforma in opportunità
Magarìe, la fattoria “magica” dove la disabilità si trasforma in opportunità

Antonio Giaquinto, il giovane agricoltore che recupera i terreni abbandonati
Antonio Giaquinto, il giovane agricoltore che recupera i terreni abbandonati

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Assalto eolico: l’isola dice no- INMR Sardegna #34

|

Oltre la paura: Trame di legalità tra festival, antiracket e normalità – Calabria sarai Tu #1

|

Campi estivi in natura 2024, ecco quali sono i migliori in base alle esigenze

|

Con Four Seasons Natura e Cultura si viaggia in modo sostenibile alla scoperta dell’Italia e del mondo

|

Un cammino lento attraverso la natura dell’appennino e le sue comunità

|

Agroecologia, sostenibilità, comunità: la Sardegna al centro del festival “Challenge Naturalmente locale”

|

Clara Vitaggio, enologa tra vin de garage e ricerche sui vitigni reliquia

|

Rina e basta, il libro per bambini sulla ricerca di identità ambientato nel mar Ligure

string(9) "nazionale"