19 Mag 2016

Come aprire un Asilo nel Bosco? l'importanza di replicare l’esperienza

Scritto da: Paolo Cignini

“Siamo convinti che il modello educativo di ciascuna scuola deve aprirsi all'ascolto delle altre esperienze”. Per questo, i corsi, la formazione e la divulgazione rappresentano delle attività centrali per gli ideatori dell'Asilo nel Bosco di Ostia Antica che girano l'Italia da nord a sud proponendo diversi percorsi formativi.

Nel corso del tempo l’interesse per un nuovo modello di scuola, più attenta alle esigenze dei bambini e dei ragazzi, è cresciuto esponenzialmente.

Una delle attività parallele dell’Associazione Manes e de L’Emilio è l’attività di formazione e divulgazione dell’esperienza educativa legata all’Asilo nel Bosco e alle pratiche educative ad essa correlate, un’esigenza nata dal sempre maggiore interesse delle persone a portare nei vari luoghi di provenienza un’esperienza di scuola diversa.

 

12107006_1643881545900962_5825410757470487327_n

“Ogni weekend giriamo nelle diverse città italiane, da nord a sud, proponendo diversi percorsi formativi. Uno è come aprire un Asilo nel Bosco, che è una richiesta che ci arriva costantemente” ci racconta Paolo Mai, coordinatore del progetto Asilo Nel Bosco e maestro di strada, “poi parliamo di pedagogia e di didattica, ed entriamo anche in temi specifici che per noi sono centrali in educazione, come l’educazione emozionale, l’educazione alla felicità, alle intelligenze multiple, all’arte, sono tutti argomenti con i quali ci piace confrontarci ed arricchirci noi stessi nel confronto con gli altri.

 

Siamo molto orgogliosi di come sta andando la formazione, perché percepiamo sempre più un maggiore interesse riguardo a certe tematiche, in particolare riguardo l’interesse all’educazione da parte delle persone che prima sembrava riguardare una nicchia delle persone, oggi invece avvertiamo con mano la necessità forte delle persone di ripensare la scuola e di questo ne siamo molto contenti perché lo pensiamo anche noi.

 

10599160_1672206993068417_5051387789698018284_n

 

Le relazioni con le altre persone ci stanno molto arricchendo dal punto di vista umano, didattico e pedagogico. Gran parte delle nostre proposte vengono da incontri che abbiamo fatto: ad esempio la riunione che facciamo la mattina con i bambini, nella quale decidiamo quello che fare e dove andare durante la giornata, io l’ho sentita da una scuola pubblica di Brescello. Noi pensiamo sia fondamentale che il modello educativo di ciascuna scuola non sia una scatola chiusa ma un qualcosa in continua evoluzione, che necessariamente deve aprirsi all’ascolto delle altre esperienze”.

 

Per cercare di divulgare al meglio l’esperienza dell’Asilo nel Bosco è stato pubblicato anche un libro che racconta l’esperienza di Ostia. “L’Asilo nel Bosco – Un nuovo paradigma educativo” racconta la nascita, lo sviluppo e il successo di questo progetto sperimentale che, avviato ad Ostia Antica, sta facendo scuola nel resto d’Italia.

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
A Verbania l’educazione è…sentimentale!

Bimbisvegli: uno sciopero della fame per salvare l’outdoor education nella scuola pubblica
Bimbisvegli: uno sciopero della fame per salvare l’outdoor education nella scuola pubblica

Ortobimbo, un luogo dove si coltivano ortaggi, amore e curiosità
Ortobimbo, un luogo dove si coltivano ortaggi, amore e curiosità

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Aumento delle bollette 2021: cosa c’è dietro ai rincari dei prezzi di gas ed energia?

|

Cosa possiamo aspettarci dalla COP26 sul clima?

|

Perché scendere in piazza per il clima? Anche il Piemonte sciopera con Fridays for Future

|

Fridays for Future e il Parco di Portofino: “Il Ministero non cancelli il nostro futuro”

|

Cambiamenti climatici: inizia un autunno molto caldo

|

Dall’arte alla psicologia, l’impegno di Paolo Valerio per il mondo transgender – Amore Che Cambia #25

|

I detenuti scrivono una lettera aperta ai cittadini: “Investite su di noi”