Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
27 Set 2016

Bike Tour, l'impresa è compiuta!

Dopo centinaia di chilometri e decine di persone e di progetti innovativi incontrati lungo la strada, si è concluso a Palermo il Bike Tour della Decrescita, organizzato da Movimento per la Decrescita Felice e Italia che Cambia per scoprire e raccontare le realtà virtuose del Sud Italia.

Con quella faccia un po’ così di chi non è del tutto consapevole di ciò che lo attende si sono imbarcati due settimane fa in una piccola grande impresa. Hanno scalato montagne e attraversato valli, hanno dormito in spiaggia e su pavimenti freddi, hanno imprecato in salita e si sono abbattuti per le forature. Hanno preso la pioggia, tanta pioggia per arrivare a fine tappa infreddoliti e stanchi.

 

Vuoi cambiare la situazione
del viaggiare in italia?

ATTIVATI

Eppure, giorno dopo giorno, tappa dopo tappa, a suon di cinquanta chilometri al dì, i cicloattivisti del Bike Tour sono giunti da Lecce fino a Palermo. Un’impresa non da poco, se si tiene conto che a compierla non sono stati ciclisti allenati o atleti, ma ragazze e ragazzi normali (riferito solo all’ambito sportivo ovviamente) guidati da una missione speciale: raccontare che un altro mondo è possibile al di fuori della religione della crescita economica fine a se stessa, del paradigma della competizione a tutti i costi e del consumismo sfrenato. Un orizzonte comune in cui iscrivere ogni istanza di cambiamento dal basso, un orizzonte, appunto,di decrescita.

 

 

 

IMG-20160912-WA0000 

Noi li abbiamo seguiti col camper, sentendoci un po’ in colpa quando li vedevamo arrancare in salita o imbracarsi in impermeabili umidi e fangosi, cercando di dare una mano quando possibile e documentando le tappe e gli incontri quotidiani.

 

È stato bello, la sera, ritrovarsi a mangiare tutti assieme; chiacchierare davanti ad un bicchiere di vino, passando con disinvoltura dai massimi sistemi ai problemi quotidiani, discutendo sul percorso del giorno successivo o commentando le caratteristiche del vino che stavamo bevendo.

 

IMG_2223

 

Il ruolo del giornalista, di chi osserva e racconta, è strano: stai sempre in bilico fra vivere e osservare un’esperienza, come un pendolo. Un attimo ci sei dentro, nel chiasso della vita, l’attimo dopo stai fuori a tentare di documentarla. 

 

Voglio ringraziare davvero di cuore tutti i ragazzi e le ragazze, gli uomini e le donne che hanno partecipato e organizzato questa bellissima esperienza, per lo spirito con cui l’hanno affrontata e la capacità di fare cose incredibili riuscendo a non prendersi troppo sul serio. La decrescita era l’orizzonte verso cui pedalavano, a cinquanta chilometri al giorno. E quello, come ogni orizzonte, ogni giorno si allontanava di altrettanto, come l’arcobaleno. Ma poco importa: l’orizzonte è fatto per non essere mai del tutto raggiunto, ma non per questo è meno importante nel darci una direzione e una meta.

 

IMG-20160918-WA0000

 

 

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Surgisphere e gli studi sull’Idrossiclorochina – Io Non Mi Rassegno #152

|

Allevatori che ballano coi lupi (e coi cani da guardiania)

|

Il progetto R2020: intervista a Sara Cunial

|

“Cambio vita e coltivo canapa industriale”: Francesco Procacci e il suo ritorno alla terra

|

Altipiano: le maestre del bosco che in cinque mesi hanno ribaltato la loro scuola – Scuola che Cambia #2

|

Che cos’è e come funziona la nutripuntura

|

Adotta il tuo Orto, scegli quali verdure seminare e aspettale a casa!

|

Imprese: come stringere partnership vincenti ed evitare clamorosi errori