7 Mar 2017

La scuola cambia, cambia la tua scuola! Partecipa alla campagna educazione!

Italia che Cambia lancia una campagna dedicata all'educazione, per accendere i riflettori sui nuovi modelli educativi che si stanno diffondendo in Italia nel mondo. Aderisci alla campagna e contribuisci a cambiare positivamente la scuola!

Salva nei preferiti

Il modello educativo tradizionale è in crisi e lo dimostrano i tassi elevati di abbandono scolastico e l’aumentare di disturbi legati all’apprendimento. Il malessere diffuso tra bambini ed adolescenti rivela in modo ormai evidente l’inefficacia del sistema educativo attuale e l’urgenza di un cambiamento.

 

 

Mentre il sistema scolastico tradizionale mostra in maniera sempre più evidente i suoi limiti, si stanno gradualmente diffondendo in Italia e nel mondo nuovi modelli educativi che mettono al centro la libertà e le inclinazioni individuali, la valorizzazione dei talenti, le relazioni umane, la semplicità ed il rapporto con la natura.

 

children

 

Per questo Italia che Cambia ha pensato di accendere i riflettori per due mesi sui modelli pedagogici alternativi: marzo e aprile sono i mesi dedicati alla educazione.

 

 

Dall’educazione all’aria aperta all’homeschooling, dalla scuola libertaria al Metodo Naturale, da Montessori a Waldorf. Abbiamo approfondito i sei approcci di educazione alternativa più diffusi nel nostro paese . Oltre a questi più noti e “codificati” esistono una miriade di esperienze, alcune legate a delle singole scuole e iniziative, altre già più diffuse sul territorio. Ed è importante notare che molti degli approcci sopracitati vengono applicati anche all’interno di scuole pubbliche.

 

 

Partecipando alla campagna “La scuola cambia, cambia la tua scuola!” potrai conoscere gli esempi concreti di esperienze già esistenti nel nostro Paese e aiutare la scuola a cambiare positivamente.

 

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Cosa pensano (e provano) gli e le adolescenti?
Cosa pensano (e provano) gli e le adolescenti?

Genitorialità consapevole, il racconto di Alessia: “Abbiamo ascoltato l’istinto”
Genitorialità consapevole, il racconto di Alessia: “Abbiamo ascoltato l’istinto”

Il Ludobus di Progetto Uomo porta il gioco ad adulti e ragazzi della comunità
Il Ludobus di Progetto Uomo porta il gioco ad adulti e ragazzi della comunità

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Processo Italcementi: la collina dei veleni – INMR Sardegna #26

|

A Chioggia c’è un albergo sociale gestito da persone fragili

|

Festa del libro, a Zafferana Etnea scuole e collettività insieme per promuovere la lettura

|

Navi da crociera: ecco cosa è emerso dall’inchiesta sul loro impatto

|

Come si fa una comunità energetica (per davvero): ne parliamo con Gianluca Ruggieri – Meme! #47

|

Kento, il rapper militante che usa l’hip hop per “far uscire” i giovani dal carcere

|

Alex Zanotelli: “Disobbedienza civile per difendere la legge 185 sull’export di armi”

|

Alice Pomiato, alias aliceful: “La partecipazione sociale è la cosa più sostenibile che ci sia”

string(9) "nazionale"