19 Set 2017

Resoconto di un nuovo inizio. Italia che Cambia ad Alessandria

Scritto da: Alessia Canzian

Lo scorso 16 settembre ad Alessandria, ospiti della Festa del Pensiero, Alessia Canzian e Roberto Vietti hanno inaugurato il percorso che porterà all'attivazione della sezione locale di Piemonte che Cambia, sempre più strumento di facilitazione dei processi di cambiamento che già sono in atto sul territorio.

Salva nei preferiti

Alessandria - Un bellissimo momento di incontro e condivisione quello svolto lo scorso 16 settembre ad Alessandria, un momento che ha innescato una scintilla di cambiamento e la nascita di un primo gruppo operativo. Sono già alcuni mesi che siamo attivi sul territorio. Abbiamo già incontrato diverse realtà, ma ancora è molto il lavoro da fare.

Raccontare, mappare e mettere in rete, sia virtuale, sia reale, le diverse realtà che operano sul territorio alessandrino. In altre parole, traslare sul piano territoriale quello che Italia che Cambia fa a livello nazionale.

alessandria che cambia nuovo inizio 1505813077

In questi mesi, ho scelto di mettere parte del mio tempo a disposizione di Italia che Cambia, occupandomi dello studio e della conoscenza della città in cui sono nata ed in cui ho vissuto fino agli anni dell’università. Attraverso questo incarico ho scoperto che più ci si addentra in un territorio e più si scoprono dei tesori nascosti. Questo è stato per me l’alessandrino, un tesoro sommerso tutto da scoprire. Una sorta di inaspettata serendipità che quotidianamente mi coglieva. Questo perché ogni realtà ha una sua rete fatta di altrettante realtà virtuose. Tutte da raccontare e scoprire.

Sabato, insieme all’amico Roberto Vietti, abbiamo raccontato e ripercorso il cammino che ha portato alla nascita dei portali territoriali. Come alcuni alessandrini già sanno, a febbraio è stato presentato il portale territoriale Piemonte che Cambia, proprio con lo scopo di rispondere all’esigenza della redazione nazionale di entrare sempre più nei territori. Anche quei territori che forse potrebbero apparire come periferici rispetto alle grandi città.

Il gruppo Alessandria che Cambia nasce proprio per dare più visibilità a tutte quelle realtà virtuose che abitano e animano l’alessandrino. Quelle realtà che costantemente si adoperano per il territorio che vivono e abitano.

alessandria che cambia nuovo inizio 1505813097

Solo l’inizio di un percorso che creeremo insieme. Passo a passo, facendoci stupire dalle innumerevoli risorse che animano il nostro territorio.
In linea con gli altri portali territoriali, abbiamo chiesto ad una realtà del territorio di ospitarci, una sorta di sede temporanea, un punto di riferimento per chi fosse interessata o interessato a conoscerci più da vicino. Per questo primo periodo la Casa di Quartiere, Via Verona 116, metterà a disposizione uno spazio per incontrarci e progettare insieme, riflettere, immaginare o anche, semplicemente conoscerci. Ci troverete questo giovedì dalle 16.00 alle 18.00.

Insieme sapremo valorizzare il posto in cui viviamo perché tutte le città sono colorate, basta solo saperle illuminare con la giusta luce.

Per commentare gli articoli abbonati a Italia che Cambia oppure accedi, se hai già sottoscritto un abbonamento

Articoli simili
Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo
Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

Spazi personali e collettivi: la cultura del gesto in Sardegna
Spazi personali e collettivi: la cultura del gesto in Sardegna

Jorge Eielson, l’artista peruviano che ha scelto Bari Sardo come dimora per l’eternità
Jorge Eielson, l’artista peruviano che ha scelto Bari Sardo come dimora per l’eternità

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

A Gaza è l’intelligenza artificiale a scegliere chi sarà ucciso – #918

|

Arte e ricerca al femminile: a Cagliari un stanza tutta per loro, artiste del nostro tempo

|

MAG4, la mutua autogestione piemontese, si schiera contro il mercato delle armi

|

Percorsi Spericolati, continua la formazione per sviluppare progetti innovativi per le aree interne

|

Cosa faresti se finissi su un’isola deserta? Esperimento di filosofia a scuola

|

Val Pennavaire in rete: la nuova e inaspettata zuppa di sasso

|

Gaetano, terapista forestale dei Monti Lattari: “La foresta mi ha guarito”

|

Cuscini Bio, la moda etica e quel giocattolo dentro a una fornitura tessile

string(8) "piemonte"