Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
19 Mar 2019

L’arte della Facilitazione: lavorare in team è la soluzione vincente!

Scritto da: Lorena Di Maria

In Italia molti dei progetti che raccontiamo sono basati su un gruppo di persone intenzionato a cambiare le cose: che sia creare un ecovillaggio, una comunità, che sia un lavoro, un’impresa, un’azienda. In molti casi però, questi progetti si fermano a causa di problemi relazionali nelle dinamiche di gruppo, di incomprensioni o di una mancata capacità a far fronte alle complessità che sopraggiungono nel percorso. Per questo motivo si sono sviluppati negli anni i processi della facilitazione. Per scoprire di cosa si tratta, partirà a Torino il laboratorio “Lavorare in team – l’arte della Facilitazione” che si terrà il 3-4-5 maggio e pensato proprio per chi vuole apprendere nuovi metodi per far emergere il potenziale del lavoro di gruppo.

Possiamo rendere più efficace, partecipata e divertente una riunione, un incontro, una formazione?
Quante volte nelle nostre giornate lavorative, nella realizzazione di un progetto o nella presa di una decisione ci siamo trovati a fare i conti con amici o colleghi con i quali ci sembra di parlare lingue diverse, oppure soci e collaboratori che forse non saranno mai maestri di diplomazia e con cui comunicare risulta talvolta impossibile.
Insomma, lavorare in team non è sempre facile… eppure nei gruppi di lavoro è sempre più diffuso un approccio dinamico capace di alimentare l’intelligenza collettiva e far leva sul proprio potenziale e sui talenti dei singoli per affrontare le sfide: la facilitazione.

arte-della-facilitazione-quando-lavorare-in-team-soluzione-vincente 

La facilitazione è l’arte di migliorare la vita insieme, sviluppare una comunicazione efficace, prendere decisioni in maniera collettiva e far emergere le soluzioni condivise laddove si presentano forti contrasti.
Ma quali sono i benefici del collaborare in team? I tre moschettieri lo sapevano bene, e col loro motto vincente “uno per tutti, tutti per uno!” simboleggiano la vera forza del gruppo nonostante le difficoltà.

 

Trasformare i conflitti e la diversità in ricchezza: lavorare in team significa condividere delle idee in vista di un obiettivo comune e raggiungere uno scopo nel minor tempo e col miglior risultato, dando spazio a tutte le voci in campo.

 

“Se pensiamo a un gruppo di lavoro come all’equipaggio di una barca, la meta rappresenta l’obiettivo. L’equipaggio è formato da tante persone diverse: ogni componente dovrebbe occupare il posto che gli permetta di esprimere al meglio i propri talenti. Inoltre la rotta che scegliamo di seguire rappresenta un aspetto fondamentale, ovvero il processo: ci sono diverse strade per raggiungere una meta”.

 

Questa è la visione di Comunitazione, che da anni si occupa di facilitazione e la cui missione è quella di incoraggiare e promuovere la partecipazione dal basso, la progettazione condivisa e l’innovazione nelle dinamiche sociali attraverso la creazione di una cittadinanza attiva.
In collaborazione con Italia Che Cambia e il progetto Altopia, autentici promotori del cambiamento, si avvierà a Torino, nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 maggio, un laboratorio di facilitazione nonché un corso teorico e pratico per portare creatività, partecipazione e innovazione nei gruppi di lavoro.

 arte-della-facilitazione-quando-lavorare-in-team-soluzione-vincente-1552986398

Di cosa si tratta esattamente?
Il laboratorio è pensato per gruppi che vogliono ampliare la partecipazione sviluppando l’intelligenza collettiva, associazioni che fanno della sostenibilità il motore principale della loro crescita e dello sviluppo del territorio su cui operano, persone che vogliono conoscersi più profondamente e migliorare le relazioni all’interno delle proprie organizzazioni.

 

Sarà Melania Bigi, facilitatrice e formatrice presso Comunitazione, nonché una delle fondatrici della Scuola Italiana di Processwork – Arte del Processo, che ci trasporterà in un nuovo e avvincente percorso fatto di comunicazione, gioco ed interazione reciproca.

 

Gli strumenti:
Esplorare le dinamiche all’interno delle nostre associazioni ci aiuta a far emergere il potenziale del gruppo e a rendere i nostri luoghi di lavoro più accoglienti e collaborativi. Un primo passo per avviare le nostre organizzazioni verso una leadership consapevole!
Grazie al corso i partecipanti impareranno a trovare l’equilibrio nel lavoro in team e semplificare obiettivi, processo e relazioni, creare spazi di fiducia che invitino le persone a relazionarsi tra loro in maniera autentica, gestire i conflitti facendone emergere il potenziale creativo o progettare riunioni efficaci e divertenti.

 arte-della-facilitazione-quando-lavorare-in-team-soluzione-vincente-4

Dove e quando?
La serata di presentazione avrà luogo venerdì 3 maggio alle ore 20.00 – 22.00 con un’introduzione aperta a tutti e gratuita, obbligatoria per chi frequenta il corso.
Il laboratorio si terrà nelle giornate di sabato 4 e domenica 5 maggio alle ore 9.00 – 13.00 /14.30-18.30 presso gli spazi di Offgrid Italia a Torino, in via Santa Maria Mazzarello n.30 interno 23.

 

Costi:
Il costo complessivo è pari a 159,00 euro e include l’intera formazione e i materiali forniti durante le attività.
Per chi si iscrive entro il 15 aprile, il costo del corso sarà di 139,00 euro.

 

Offerta early bird associazioni: Per le associazioni che iscriveranno 5 associati entro il 15 aprile, la quota totale sarà di 549,00 euro (scrivere a corsi@italiachecambia.org per conferma sulla disponibilità dei posti e per le indicazioni su come effettuare il pagamento)

 arte-della-facilitazione-quando-lavorare-in-team-soluzione-vincente-3

Iscrizione:
Per ritenere valida l’iscrizione è necessario:
1. compilare il MODULO:

2. effettuare contestualmente il PAGAMENTO tramite bonifico a:
ASSOCIAZIONE COMUNITARE
BANCA ETICA-BARI
IBAN IT29M0501804000000000233019
CAUSALE: Quota di partecipazione al corso LAVORARE IN TEAM TORINO 2019 + nome e cognome

3. inviare RICEVUTA del pagamento a corsi@italiachecambia.org

Per informazioni visita l’evento o contatta: corsi@italiachecambia.org

 

 

Foto copertina
Didascalia: Laboratorio
Autore: Comunitazione
Licenza: Pagina fb Comunitazione

 

Articolo tratto da Piemonte che Cambia

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

Si fa presto a dire “buone vacanze”! – Io Non Mi Rassegno #197

|

La parola “bellezza” è la sintesi perfetta del viaggio nella Sicilia che Cambia

|

Quo Vado? Un percorso per giovani alla ricerca della propria rotta nel mondo

|

“I parchi naturali possono salvarci dalla crisi ecologica ed economica”

|

L’ecovillaggio Torri Superiore, il cantiere del vivere sostenibile che ha fatto la storia – Io faccio così #295

|

Elena e Sara: la rivoluzione degli abiti usati per “riformare” il sistema moda

|

Il cammino delle panchine invita le persone a sostare su ciò che è importante

|

A Palermo i ragazzi del carcere minorile ripartono dai biscotti