Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
6 Mar 2019

Dall’Asilo nel Bosco all’educazione all’aperto: la felicità è outdoor!

Scritto da: Lorena Di Maria

Cosa succede quando si uniscono insegnamento all’aperto, educazione emozionale, immersione nella natura e nuova pedagogia? Il risultato è un week end all’insegna di un metodo alternativo di fare scuola, proprio come ci racconteranno l’associazione l’Asilo nel bosco e la S.A.N – Scuola di agricoltura naturale che saranno il 16 e 17 marzo ad Albugnano.

Il 16 e il 17 marzo la S.A.N. – Scuola di Agricoltura Naturale in collaborazione con l’associazione l’Asilo nel Bosco organizza un incontro formativo articolato in due giornate sul valore dell’educazione outdoor e di un modello educativo aperto e focalizzato sulle persone e i loro bisogni.
Il corso sarà tenuto da Paolo Mai, fondatore dell’Asilo nel Bosco e da Diego Comodo, maestro e responsabile laboratori artistici del centro Panta Rei.

Il week end avrà come tema centrale “La nuova pedagogia: neuroeducazione, educazione emozionale e outdoor education”, un’immersione in una nuova visione del paradigma educativo per rendere la scuola e il contesto familiare luoghi di gioia e di apprendimento efficaci.

“Quello che abbiamo scoperto è che apprendimento e benessere del bambino percorrono un medesimo sentiero” si legge sulla pagina dell’Asilo nel Bosco.

L’esperienza prevede l’alternarsi di momenti teorici con spazi per le richieste dei partecipanti, la condivisione di esperienze e l’impostazione di lavori di gruppo.

Il corso si rivolge a genitori, insegnanti, insegnanti di sostegno, pedagoghi, neuropsichiatri, operatori dell’infanzia, psico-pedagogisti, logopedisti, sociologi, psicomotricisti, psicologi, educatori, assistenti sociali, homeschooler e a tutte le persone interessate ad approfondire la tematica dell’educazione emozionale e della felicità.

Una particolare attenzione viene infatti riposta sull’educazione emozionale che, secondo i principi della neuro educazione, rappresenta un pilastro fondamentale della “nuova scuola“.

In particolare “le strategie didattiche necessitano di una strutturazione consapevole in grado di creare condizioni funzionali all’apprendimento e limitare molte delle problematiche che emergono dal lavoro in classe: disattenzione, scarso rendimento, bassa motivazione, bassa autostima.
I veloci cambiamenti in atto nella società e i bisogni specifici dei bambini e delle bambine del nostro tempo richiedono alla scuola di mettere in campo strumenti adeguati e innovativi.
La neuroeducazione e l’educazione emozionale possono essere strumenti funzionali a questo obiettivo e costituiscono un bagaglio di conoscenze fondamentali per chi si occupa oggi di formazione”.

Programma:

Sabato ore 9.30-13.30
– Presentazione dell’Asilo nel Bosco e della Piccola Polis
– Educare alla felicità: il contributo di scienza e filosofia
– Principi base di neuroeducazione
– Esperienze significative e piacevoli come base di una nuova didattica

Sabato ore 15.00-19.00
– L’educazione emozionale: un approccio sistemico
– L’autoeducazione
– Test per misurare l’ottimismo
– Il lavoro con le famiglie e nel gruppo di lavoro
– Modalità e proposte per i bambini e le bambine
– Lavoro cooperativo per elaborare strategie efficaci
– Costruzione di una griglia di osservazione e valutazione

Domenica ore 9.30-13.30
– Arte nel sociale: ogni partecipante dovrà portare un oggetto significativo della propria vita
– Piccola storia introduttiva con oggetti
– Cerchio di conoscenza con oggetti in natura
– Racconto del proprio oggetto
– Percorso biografico condiviso attraverso l’oggetto
– Condivisione artistica del proprio ambiente educativo
– Creazione del totem

Domenica ore 15.00-19.00
– Aprire un Asilo nel bosco: principi pedagogici, strumenti e normativa.

Costo:
Il corso, il pranzo e il pernottamento saranno a carico di ogni partecipante ed è previsto un minimo di 15 persone.
È possibile pernottare presso le camere del B&B di Ca’ Mariuccia o altri B&B in zona.
Il costo è di 150€ a persona e 120€ per disoccupati e studenti ed il pagamento sarà effettuato direttamente presso la sede del corso.
Al termine dell’incontro verranno rilasciate delle dispense e un attestato di partecipazione. Sarà inoltre possibile effettuare delle giornate di tirocinio/osservazione presso la sede dell’Asilo nel bosco di Ostia.

Iscrizioni:
Asilo nel Bosco:
– infoasilonelbosco@gmail.com
– tel. 328 3284955

Ca’ Mariuccia:
– farm@camariuccia.it
– tel. 3421517174

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Di buco nell’ozono e Nazioni Unite – Io Non Mi Rassegno #105

|

Fuori è chiuso, un racconto collettivo dei giorni dell’emergenza

|

Caffè sospeso online, uno spazio di condivisione per uscire dall’isolamento

|

Eppur si muove! Anche se restiamo a casa, non siamo fermi

|

Ridi, ama, vivi: Lara Lucaccioni e la coerenza cardiaca – Meme #32

|

Coronavirus, l’ambiente sorride: nel nord Italia cala lo smog

|

Violenza domestica, troppo lavoro e diritti negati: le donne al tempo del coronavirus

|

Siamo insieme. Una riflessione sul significato di lontananza e vicinanza

Copy link
Powered by Social Snap