Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
19 Lug 2019

Maestri Fuori Classe: al via il festival della formazione e dell’apprendimento continuo

Scritto da: Redazione

Dopo il successo della prima edizione torna dal 22 al 28 luglio Maestri Fuori Classe, festival sulla Formazione e sull’Apprendimento Continuo, che si terrà in Calabria in uno dei borghi più belli d’Italia, Fiumefreddo Bruzio. Durante la settimana interamente dedicata al lifelong learning vi saranno diverse occasioni di dibattito sulle modalità con cui generare un apprendimento che renda il cittadino membro attivo nella costruzione di un futuro migliore.

Un albero con radici profonde è il simbolo che rappresenta Maestri Fuori Classe, festival sulla Formazione e sull’Apprendimento Continuo. A pochi giorni dall’avvio della seconda edizione la scelta della Calabria, e nello specifico di Fiumefreddo Bruzio (Cs), è risultata vincente: borgo fra i più belli d’Italia, arroccato in una posizione strategica che domina un bel tratto di costa tirrenica, Fiumefreddo rappresenta il luogo ideale per coniugare il desiderio di crescita professionale e umana con la voglia di “staccare la spina” per qualche giorno.

Il castello di Fiumefreddo, detto anche castello della Valle (Foto tratta da Wikipedia)

Il castello di Fiumefreddo, detto anche castello della Valle (Foto tratta da Wikipedia)

 

Vuoi cambiare la situazione
dell'educazione in italia?

ATTIVATI

 

Maestri Fuori Classe è quindi un’occasione di turismo culturale ma anche luogo di confronto e riflessione. Un’opportunità per le persone di comprendere meglio se stesse in relazione ad un mondo in continua evoluzione. Fermarsi per formarsi è l’imperativo a cui risponde il festival attraverso un’intera settimana – dal 22 al 28 luglio – dedicata al lifelong learning.

 

Durante il festival vi saranno occasioni di dibattito per chiarire le relazioni esistenti tra economia civile e cultura della cittadinanza, temi sociali e bisogni individuali, territorio e ambiente, sviluppo e cooperativismo; modalità con cui generare un apprendimento che renda il cittadino membro attivo nella costruzione di un futuro migliore.

 

Una settimana intera – dal 22 al 28 luglio – dedicata al lifelong learning, di cui quattro giorni (dal 22 al 25 luglio) di laboratori gratuiti rivolti a giovani, imprenditori, insegnanti e liberi professionisti e tre giorni (dal 26 al 28 luglio) di lectio magistralis, testimonianze e tavole rotonde tenute da docenti, filosofi, giornalisti e imprenditori.

 

Per il programma completo clicca qui

 

 

#IoNonMiRassegno 24/1/2020

|

La Fondazione Laureus a Roma, tra Calcio Sociale, basket e pallavolo

|

Foodbusters: acchiappacibo in azione per salvare gli avanzi degli eventi

|

Così le compagnie fossili denunciano gli Stati per bloccare la transizione ecologica

|

Vazapp, l’hub che insegna ai contadini a coltivare… le relazioni! – Io faccio così #276

|

Un chilometro al giorno: la passeggiata che diventa lezione nelle scuole

|

Costituita a Roma la RIES, Rete Italiana per l’Economia Solidale

|

Blocco del traffico contro lo smog? Servono misure a lungo termine

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l'editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.