Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
13 Mag 2020

Gatta Nera, verso la nascita di una nuova comune libertaria

Proseguono i lavori per l'apertura di Gatta Nera. Sorgerà in provincia di Modena e sarà una comune libertaria fondata sui principi dell'autosufficienza, della sovranità alimentare e della condivisone. L'obiettivo è quello di costruire passo a passo modi di vivere differenti.

Nella bassa Modenese, culla del movimento anarchico e di tante figure di rilievo del movimento libertario di inizio ‘900, sta per nascere una nuova comune libertaria: Gatta Nera.

Scopo primario dello spazio sarà trasportare nel quotidiano le pratiche sperimentali che da otto anni Stella Nera di Modena porta avanti, costruendo passo a passo modi di vivere differenti rispetto a quelli imposti dal sistema capitalistico. Dunque solidarietà e complicità del vivere comune come risposta all’individualismo e alla disgregazione a cui siamo abituati e, a livello materiale, autosostentamento attraverso un progetto agricolo e laboratori di autoproduzione, lasciando spazio aperto a tutte le proposte che vorranno confluire. Non mancheranno poi una sala prove e un nuovo spazio dove organizzare iniziative sociali e di festa comune.

Vuoi cambiare la situazione
dell'abitare in italia?

ATTIVATI

Il collettivo che porterà avanti il progetto è attualmente composto da una ventina di persone. «Ci sono cuochi e cuoche, agricoltori e agricoltrici, elettricisti, artisti e artiste musicali… Qualcuno fa teatro, altri yoga», ci ha raccontato Manuel, uno dei fondatori del progetto e produttore del nodo modenese di Genuino Clandestino Alimentazione Ribelle.

La comune, tuttavia, non è da intendersi come luogo chiuso, dove solo alcuni potranno godere “di certe possibilità, ma al contrario, si cercherà di dare un’equa distribuzione delle possibilità dello spazio a tutti e tutte” – si legge nel comunicato di nascita della comune – e “quando non ci sarà più posto per fare ciò, avvieremo nuovamente una campagna pubblica per l’apertura di una seconda casa comune”. Nella comune, inoltre, vi sarà la possibilità di trovare ospitalità continua, per tutti coloro che vorranno attraversare il progetto e partecipare alle iniziative organizzate.

A causa del Coronavirus i tempi dei lavori di ristrutturazione dello stabile che diventerà il cuore di Gatta Nera si sono allungati e dunque anche l’inagurazione è stata spostata a settembre. Chi volesse contribuire alla realizzazione del progetto può sostenere la campagna di crowdfunding lanciata da Gatta Nera e una volta ripresa la libera uscita delle persone dalle restrizioni Covid-19 verranno pubblicate delle giornate di lavori pubblici a cui è possibile unirsi.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

La crisi umanitaria dei profughi in Bosnia – Io Non Mi Rassegno #294

|

Jean e Sabin, i maestri che camminano quattro ore al giorno per fare lezione ai loro alunni

|

Il ritorno all’agricoltura degli under 35

|

Il cammino che ai tempi del Covid trasforma il turismo lento in nuova economia

|

Temporary cohousing, nasce un nuovo modello di vita in condivisione

|

Da La Spezia alla Svezia: quando un viaggio a piedi cambia la vita

|

Officine Recycle: una nuova vita per uomini e biciclette – Io faccio così #315

|

Ritrovare il contatto con la natura per vivere bene e in salute