Informarsi
conoscere
agire

italia che cambia
22 Set 2020

Un albergo e museo d’arte contemporanea sul mare in un piccolo borgo della Sicilia

Scritto da: Gabriele Giannetto

Durante il viaggio nella Sicilia che Cambia, Gabriele Giannetto e Selena Meli hanno visitato l’Art Hotel Atelier sul Mare,un albergo-museo d’arte contemporanea e un esclusivo centro internazionale nel piccolo borgo siciliano Castel di Tusa. Ideato dall'artista e imprenditore Antonio Presti, l'atelier rappresenta un polo attrattivo turistico internazionale, un museo a cielo aperto e una struttura ricettiva originale.

L’Art Hotel Atelier sul Mare è un albergo-museo d’arte contemporanea che si trova a Castel di Tusa (ME), un piccolo borgo nei pressi di Cefalù. L’albergo è situato in un territorio ricco di cultura e di tradizioni popolari. La cornice in cui si inserisce è di rara bellezza, di fronte al mare e con alle spalle i monti dei Nebrodi. L’atelier comprende 40 camere di cui 20 sono state realizzate da artisti internazionali che le hanno rese capolavori unici.

In occasione del nostro viaggio nella Sicilia che Cambia, abbiamo conosciuto l’ideatore, l’imprenditore e artista Antonio Presti, che descrive le camere del suo albergo come “spazi emozionali, in cui lo spirito può vivere una nuova dimensione, godendo di quella gioia dell’esistere che solo la creatività dell’arte può donare”. Antonio Presti, già ideatore della Fiumara d’Arte – un museo all’aperto costituito da una serie di sculture di artisti contemporanei ubicate lungo gli argini del fiume Tusa – è l’artefice di questo albergo unico nel suo genere.

L’Art Hotel Atelier sul Mare si propone come un esclusivo centro internazionale, un grande contenitore d’arte contemporanea, un museo vivo, dove l’ospite-visitatore non ha più un rapporto con l’arte contemplativo o estraneo, ma può vivere l’opera stessa. I clienti possono godere di tutti i più moderni comfort, in un clima familiare ed accogliente. L’originalità e la creatività sono certamente le caratteriste che rendono unico l’Art Hotel Atelier sul Mare.

L’atelier è solo uno dei progetti realizzati, nella zona di Tusa, da Antonio Presti. L’orizzonte al quale si dedica è, infatti, più ampio. Dal 1982 Presti porta avanti Fiumara d’arte: un parco di sculture che coniuga “il linguaggio contemporaneo all’aspra bellezza dei luoghi”. Tanto discussa è stata la “Finestra sul mare” ad opera di Tano Festa, coinvolta in alcuni provvedimenti giudiziari che hanno costretto a tenerla chiusa per due anni. Le opere d’arte contemporanea che costituiscono la “Fiumara d’arte” sono ubicate nel territorio della città metropolitana di Messina nei comuni di Castel di Lucio, Mistretta, Tusa, Motta d’Affermo, Pettineo e Reitano.

La Fiumara d’arte è considerata uno dei parchi di sculture più grande d’Europa e, insieme all’atelier sul mare, rappresenta un polo attrattivo turistico internazionale, un museo a cielo aperto e una struttura ricettiva originale.

Stiamo perdendo la capacità di sognare eppure l’Italia è costellata di straordinarie esperienze di cambiamento! 
Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana. 
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Grazie per contribuire all’Italia che Cambia

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un’informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Italia che cambia

Sempre più persone, come te, comprendono la necessità di un giornalismo indipendente e costruttivo.
Italia che Cambia è da sempre impegnata nella diffusione di notizie che contribuiscano a costruire un nuovo immaginario sul nostro Paese, fornendo esempi concreti per la transizione verso un mondo migliore. Abbiamo scelto di mantenere le nostre notizie gratuite e disponibili per tutti, riconoscendo l’importanza che ciascuno di noi abbia accesso a un giornalismo accurato e costruttivo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Se ne hai la possibilità contribuisci a Italia che Cambia oggi anche con un piccolo contributo.

Il contributo di ogni lettore, piccolo o grande, ha grande valore ed è essenziale per proteggere l’editoria indipendente.

Contribuisci

I tanti perché dell’attentato di Nizza – Io Non Mi Rassegno #242

|

Castagnatura ai tempi del Covid: la Festa del borgo di Raggiolo si sposta sul web

|

Chiude la cultura: le voci dei lavoratori dello spettacolo, tra sipari calati, sforzi vani e incertezze

|

L’appello di Laura, sorda dalla nascita: “Usate le mascherine trasparenti!”

|

La buona politica esiste! Marco Boschini e la rete dei Comuni Virtuosi

|

Gelso, la sartoria sociale che fa moda etica creando nuove opportunità di lavoro

|

Cittadini sostenibili: “Diffondiamo in città azioni e soluzioni concrete per vivere consapevolmente” – Io faccio così #305

|

Caccia: milioni di uccelli morti ogni anno per avvelenamento da piombo