19 Mar 2021

Io resto in sala: le sale cinema del teatro Ariston sono online

Scritto da: Emanuela Sabidussi

Quale sarà il futuro delle sale cinematografiche? Come riuscire a mantenerle in vita nonostante le restrizioni di questo momento storico? E proprio ora che esistono mille piattaforme per poter visionare film, scegliendoli tra una vasta gamma, come differenziarsi? Dalla risposta a queste domande da parte di un gruppo di esercenti e di distributori è nato il circuito nazionale #iorestoinsala, che accoglie oltre sessanta sale su una piattaforma web che simula la visione dal vivo dei film.

Imperia - Tra le categorie che stanno subendo le peggiori conseguenze della crisi legata al covid, ci sono gli operatori del mondo della cultura: i teatri e i cinema sono chiusi da mesi, ogni concerto, rappresentazione, evento è sospeso sino a data ancora da destinarsi. Sono così in molti i lavoratori che hanno perso il posto e sono alla ricerca di una nuova occupazione, spesso lontana dalla loro formazione. Dalla creatività e dall’esigenza di far sopravvivere i progetti culturali, in attesa di poter riprendere la loro “normale” attività, sono nate in questi mesi diverse iniziative online. Oggi vi parliamo di una di queste, che coinvolge diversi cinema e teatri in Italia, tra cui il teatro Ariston di Sanremo (IM) e il cinema di Ventimiglia.

159108712 3957892947606468 6320124638534830770 o

L’IDEA

#iorestoinsala è un progetto di cinema partecipato: si tratta di un nuovo circuito nazionale che accoglie oltre sessanta sale e distributori su una piattaforma web ed è il risultato di un lavoro di immaginazione e progettazione svolto da un gruppo di esercenti con la collaborazione di una squadra di distributori. Insieme si sono interrogati su quale potesse essere, viste le restrizioni e il momento storico, un nuovo orizzonte possibile per il futuro delle sale cinematografiche a livello nazionale. Ed ecco la risposta: un luogo che simuli la visione del film dal vivo, con una rassegna nuova e in continuo aggiornamento.

COME FUNZIONA

Puoi fare la differenza!

Immaginiamo il nostro giornale come una cassetta degli attrezzi per diventare un vero protagonista del cambiamento. Dentro ci trovi la mappa con i migliaia di progetti virtuosi, gli articoli, le video storie, i nuovi format video e tante progetti che stiamo costruendo insieme alla nostra comunità. 

Per continuare a farlo abbiamo bisogno di te.

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

La proposta studiata a lungo è dunque che ogni spettatore possa scegliere il film che preferisce tra una selezione molto ampia, accedendo alla pagina web del proprio teatro o cinema di riferimento o navigando tra le proposte di quelli di altre località italiane. Nell’acquistare il biglietto per la visione, gli verrà poi assegnato un posto a sedere nella sala in cui preferisce guardare il film: ogni cinema infatti simulerà la visione attraverso la conformazione della sala di proiezione, la relativa capienza di posti a sedere e la messa in onda in orari precisi. Lo spettatore che acquisterà il biglietto riceverà un codice corrispondente al suo posto assegnato nella sala virtuale e assisterà alla proiezione nel suo cinema di riferimento.

IMPARARE DAL CINEMA

Oltre alla proiezione di film la rassegna prevede anche una serie di eventi online, di rassegne cinematografiche, di anteprime e di presentazioni da parte di attori, registi e autori dei film: tante iniziative per poter ridurre il più possibile il divario tra il mondo culturale – in questo caso del cinema – e il pubblico che in questo momento può, proprio attraverso le rappresentazioni cinematografiche, trovare spunti di riflessione, sostegno ed esempi positivi di superamento e risoluzione delle problematiche quotidiane. Perché non è tanto il comprendere che le difficoltà esistono, ma il sapere che si possono affrontare e da esse crescere ed apprendere. Buon cinema a tutt*!

Articoli simili
Vernacolare

Suonando, s’impara… non solo a suonare

Al Cinema Classico di Torino la quinta edizione del Torino Underground Cinefest

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Il crollo della natalità è davvero un problema? – #530

|

Erbe storne, la rassegna organizzata da un gruppo di teatranti per rendere omaggio alla comunità che li ha accolti

|

Seminare comunità: ecco la ricetta formativa che unisce agricoltura e abitare collaborativo

|

La Mia Banda è Pop: la devianza giovanile si combatte attraverso cura e giustizia riparativa

|

Malìa Lab: la sartoria artigianale etica di Flavia, tornata in Calabria per restare

|

Spazzamondo: anche quest’anno tornano i cittadini attivi per l’ambiente

|

In Sardegna c’è una Food Forest che riduce l’impronta ecologica facendo piantare alberi ai viaggiatori – Io Faccio Così #355

|

Emergency: “Ecco come aiutiamo la Moldavia ad accogliere i profughi ucraini”