29 Apr 2021

Per cambiare il mondo ripartiamo dall’informazione (costruttiva)

Scritto da: Lorena Di Maria

Il Movimento Mezzopieno, insieme a un collettivo di enti ed associazioni del mondo dei media e della comunicazione, ha lanciato un’azione comune per promuovere insieme a giornaliste e giornalisti di tutta Italia un’informazione più libera da condizionamenti, spettacolarizzazione della negatività e polemiche, al servizio delle soluzioni e del bene comune.

Torino - Torniamo a raccontarvi la più recente iniziativa del Movimento Mezzopieno che, oltre ai numerosi progetti che porta avanti a Torino coinvolgendo associazioni, ricercatori, docenti, imprenditori, giornalisti, studenti e artisti sul tema dell’informazione costruttiva, sta contribuendo a diffondere in tutta Italia la cultura della positività.

Il 3 maggio, in occasione della giornata mondiale per la libertà di stampa, il Movimento Mezzopieno – insieme a una lunga lista di promotori, aderenti e patrocini – lancia la Giornata nazionale dell’informazione costruttiva per coinvolgere giornalisti di tutta Italia, redazioni e i media nazionali a diversi livelli in un momento di azione e sensibilizzazione sul giornalismo e sull’informazione a servizio della società.

Proprio in questa data i professionisti dell’informazione sono invitati a pubblicare e dare risalto a notizie, approfondimenti, reportage e storie costruttive, cioè che, come prevede la stessa deontologia della professione, siano scritte in modo incondizionato da sensazionalismi, polemiche, fake news e che sappiano aiutare il lettore a comprendere la realtà e portare consapevolezza e fiducia nel mondo e negli esseri umani.

Informazione positiva1

La Giornata è realizzata a livello nazionale e locale su quotidiani, periodici, radio, televisioni e social network, sulla carta stampata e on-line ed è aperta a tutti i giornalisti e ai professionisti dell’informazione e della comunicazione. Ideata dal movimento Mezzopieno e da un gruppo di media promotori, la Giornata proporrà approfondimenti e confronti attorno ai modelli e agli strumenti costruttivi messi in campo dal mondo dell’informazione e vedrà coinvolti tutti i partecipanti in un evento pubblico online, lunedì 3 maggio, dalle 10 alle 15, sulla pagina Facebook del Movimento Mezzopieno e sul sito dedicato alla giornata.

Ti interessa questo articolo? Aiutaci a costruirne di nuovi!

Dal 2013 raccontiamo, mappiamo e mettiamo in rete chi si attiva per cambiare l’Italia, in una direzione di maggiore sostenibilità ed equità economica, sociale, ambientale e culturale. 

Lo facciamo grazie al contributo dei nostri lettori. Se ritieni che il nostro lavoro sia importante, aiutaci a costruire e diffondere un’informazione sempre più approfondita.

Grazie a te questo contenuto è gratuito!

Dal 2013 i nostri contenuti sono gratuiti grazie ai nostri lettori che ogni giorno sostengono il nostro lavoro. Non vogliamo far pagare i protagonisti delle nostre storie e i progetti che mappiamo. Vogliamo che tutti possano trovare ispirazione nei nostri articoli e attivarsi per il cambiamento.

Perché il 3 maggio?

Il 3 maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Libertà di Stampa, un’occasione per riflettere sull’importanza dei principi in difesa della libertà di parola e di informazione, del pluralismo e dell’indipendenza dei media. Questi diritti, sanciti dalla Costituzione Italiana e dalle principali democrazie di tutto mondo, assumono un significato di particolare valore sociale e attribuiscono ai media un ruolo estremamente importante nella formazione dell’opinione pubblica, nella creazione della percezione della realtà e sulla qualità della vita dei lettori e della società intera.

Per questo motivo molti giornalisti negli ultimi anni si sono organizzati per proporre modelli più costruttivi e responsabili, che informino l’opinione pubblica e che contribuiscano a limitare le logiche di parte e ad alleviare polemiche, sfiducia e conflittualità. La Giornata è nata dall’impegno di centinaia di giornalisti coinvolti nella campagna nazionale per la Parità di Informazione Positiva, lanciata nel 2018 dal movimento Mezzopieno, che vede l’adesione di 6.400 sottoscrittori.

Informazione positiva

Le azioni

Ai giornalisti e alle giornaliste che aderiscono si propone di scrivere un articolo secondo la deontologia e i criteri del buon giornalismo costruttivo, pubblicarlo con il riferimento in calce alla Giornata nazionale dell’informazione costruttiva 2021 e con l’hashtag #GNIC2021, celebrare il giornalismo positivo e chi lo pratica. Gli aderenti possono sviluppare una riflessione, dibattiti o confronti e condividerli sui propri canali.

L’evento online

Dalle 10 alle 15 avranno luogo interventi e interviste in diretta e sul sito di Mezzopieno. È possibile compilare il form fino al 3 maggio per aderire e partecipare all’iniziativa sia come singoli giornalisti che come redazioni. Per informazioni e adesioni contattare il sito e l’indirizzo email: info@giornatainformazionecostruttiva.site

Vuoi cambiare la situazione di informazione e comunicazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Elezioni in Germania: cos’è successo ai Verdi? – Aspettando Io Non Mi Rassegno #1
Elezioni in Germania: cos’è successo ai Verdi? – Aspettando Io Non Mi Rassegno #1

“Domani”, anche in dvd il film con le risposte al nostro futuro

Quarantine Stories: “Raccontiamo il bello della quarantena”
Quarantine Stories: “Raccontiamo il bello della quarantena”

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

Scuola, salute, green pass, crisi ambientale: ecco le soluzioni possibili

|

Green pass obbligatorio: l’Italia è in fermento – Aspettando Io Non Mi Rassegno #3

|

Oggi si celebrano le contadine, le donne che stanno rilanciando l’agricoltura

|

Da Giulia che pianta alberi a Rosa Maria, alfiera delle minoranze: arrivano i giovani changemakers

|

Ci trasferiamo in un paese del Sud Italia? Qualcosa sta avvenendo a Civita, in Calabria

|

Università in cammino: la scuola senza voti che torna alle origini dell’insegnamento

|

Terre del Magra, la cooperativa di comunità che valorizza il territorio e supporta gli abitanti