15 Set 2021

Pediatri per la gentilezza: la rete dei medici che rilasciano ricette “speciali”

Scritto da: Redazione

Nella rete dei professionisti – dagli amministratori pubblici agli insegnanti, ai giornalisti – che hanno aderito alla chiamata del progetto Costruiamo Gentilezza ci sono anche i medici pediatri. Per assolvere il loro compito, oltre al ricettario medico hanno creato un particolare "ricettario della gentilezza".

Puglia - Lo scorso anno è stata avviata in Puglia la Rete Nazionale Medici Pediatri per la Gentilezza, i cui aderenti sostengono l’attuazione del progetto nazionale Costruiamo Gentilezza, coordinato dall’associazione Cor et Amor, affinché la gentilezza diventi un’abitudine sociale diffusa. I componenti della rete sono medici pediatri ospedalieri e di famiglia, o in pensione, oppure studenti universitari della specialistica.

Gradualmente la rete sta coinvolgendo medici pediatri di tutta Italia. Per ricevere tale riconoscimento è sufficiente compilare un form d’accesso condividendo una pratica di gentilezza già messa in atto nell’abituale espletamento delle proprie mansioni mediche. Tramite lo svolgimento della propria professione i medici pediatri per la gentilezza diventano portavoce dei bisogni dei bambini e delle loro famiglie, non solo in termini di salute, ma anche di benessere e di prevenzione.

Coinvolgono la comunità e propongono e condividono le buone pratiche di gentilezza, anche innovative, per accrescere il benessere della collettività mettendo al centro i bambini. Come canale comunicativo con i loro piccoli assistiti impiegano anche i giochi della gentilezza.

pediatri per la gentilezza 1

Tra le prime buone pratiche di gentilezza attuate e condivise vi è il ricettario della gentilezza, generato dalla condivisione di idee tra la medica pediatra Arcangela De Vivo, la psicologa Donata Dileo e il coordinatore dell’iniziativa Luca Nardi. In sostanza questo insolito ricettario, a disposizione dei medici pediatri per la gentilezza , consente loro di prescrivere buone pratiche gentili ai loro piccoli assistiti e ai genitori, da mettere in pratica in famiglia o verso la propria comunità locale.

Vorresti leggere più contenuti come questo? 

Articoli come quello che hai appena letto sono gratuiti e aperti, perché crediamo che tutti abbiano il diritto di rimanere informati. Per questo abbiamo scelto di non nascondere i nostri contenuti dietro paywall, né di accettare contributi da partiti o aziende compromesse. Per continuare a farlo abbiamo bisogno del tuo contributo. Fai la tua parte, aiutaci a costruire un’informazione sempre più approfondita.

Mentre gran parte dei mass media sceglie di non mostrare i cambiamenti in atto, noi scegliamo un'informazione diversa, vera, che aiuti davvero le persone nella propria vita quotidiana.
Chiediamo il tuo contributo per cambiare l’immaginario e quindi la realtà!

Nelle indicazioni riportate nel ricettario si legge: “La gentilezza é un’abilità trasversale che possiede effetti collaterali virtuosi correlati alla sua attuazione“. Grazie al sostegno incondizionato di Humana, è stato possibile realizzare dei ricettari della gentilezza cartacei, distribuiti gratuitamente, come test prova, a tutti i Medici Pediatri Pugliesi, mentre a disposizione dei medici pediatri delle altre regioni è stata messa a disposizione la matrice della ricetta, scaricabile dalla piattaforma web.

Lo scorso 1° Luglio il ricettario della gentilezza è stato presentato pubblicamente presso uno studio pediatrico di San Severo, alla presenza dell’Assessore Regionale al Welfare della Puglia sig.a Rosa Barone.

Sono diversi i medici pediatri per la gentilezza che hanno già prescritto una ricetta ai bambini che seguono, come emerge da alcune testimonianze. La Dottoressa Francesca Paola Fiore di Monopoli ha prescritto la sua prima ricetta alla mamma di Aaron e di Olivia, tutti e tre ricoverati per covid, invitandola ad abbracciarli forte finché non avesse sentito battere i cuori all’unisono. Questa mamma quando ha letto la ricetta si è commossa.

pediatri per la gentilezza
La Dottoressa Francesca Paola Fiore

La Dottoressa Luisa Belsito di Corato ha rilasciato le ricette della gentilezza ai bambini che durante la visita l’hanno colpiscono per i loro atteggiamenti in positivo o in negativo. Ad esempio, ha prescritto a un bambino che teneva per mano il fratello più piccolo (che aveva paura della visita) di continuare a essere così premuroso con lui e con tutti coloro che vede in difficoltà. Quando ha notato che due sorelle erano scorbutiche e arroganti con la mamma, ha scritto sulla ricetta di rispettare e amare i genitori e di sorridere a tutti perché l’arroganza fa male prima a loro e poi a tutti coloro che le amano.

Il riscontro dei bambini è stato subito di stupore, poi hanno portato via la ricetta con orgoglio e con la voglia di attenersi alla prescrizione, mentre i genitori hanno apprezzato e hanno chiesto ai loro figli l’impegno a rispettare i consigli proposti.

Un altro dei pediatri per la gentilezza è il Dottor Giuseppe Pulito di Fasano, che ha prescritto ad Annalisa e Giuseppe di 6 e 7 anni di portare una parola semplice e gentile nella loro famiglia quando sarebbero tornati a casa, spiegando la motivazione. La Dottoressa Arcangela De Vivo di San Severo l’ha rilasciato a Chiara perché ha visto che era una bambini timida e chiusa e ha scritto una ricetta con l’invito a socializzare di più. La pratica che ha proposto è di andare al parco giochi e giocare di più con gli altri bambini.

Il ricettario della gentilezza è una buona pratica aperta alle idee, alle proposte e ai suggerimenti dei medici pediatri che lo propongono, attraverso la condivisione delle esperienze si favorisce la generazione di nuove soluzioni utili a rispondere ad alcuni dei bisogni dell’infanzia.

Per i medici che vogliono diventare pediatri per la gentilezza che avessero bisogno di ulteriori informazioni è a loro disposizione la mail retemedicipediatri@costruiamogentilezza.org o il numero Whatsapp 3282955915.

Vuoi cambiare la situazione di salute e alimentazione in italia?

multi right arrow

ATTIVATI

Articoli simili
Io faccio così #27 – Ridere per vivere: i clown dottori e la Terra del Sorriso

Antiginnastica, l'arte di ascoltare il corpo

Ossa forti e in buona salute per tutta la vita
Ossa forti e in buona salute per tutta la vita

Mappa

Newsletter

Visione2040

Mi piace

A Torino un giardino pubblico si trasforma per due giorni in Mercato della Biodiversità

|

Lo Yoga della Risata, la miglior medicina per rinforzare il sistema immunitario

|

Al via la Settimana Europea della Mobilità: muoversi meglio per un mondo migliore

|

Il Giglio: dalle rovine di un antico palazzo nasce il laboratorio comunitario

|

Bimbisvegli: la scuola pubblica non vuole il progetto di educazione consapevole in natura

|

Uno spazio dedicato ai bambini migranti in transito, per farli sentire sicuri e accolti

|

A vent’anni si può cambiare il mondo! Ecco la sfida di Gen C